ARTICOLI RECENTI

domenica 9 giugno 2019

NATIONS LEAGUE: E' TRIONFO PORTOGHESE

NATIONS LEAGUE – Finale
PORTOGALLO-OLANDA 1-0
60’ Guedes

PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio; Semedo, Ruben Dias, Fonte , Guerreiro; Danilo, William Carvalho (49' st Neves), Bruno Fernandes; Bernardo Silva (37' st Moutinho), Ronaldo, Guedes (30' st Rafa Silva).
A disp.: José Sa, Beto, Cancelo, Sousa, Jota, Mario Rui, Pizzi, Joao Felix.
All.: Fernando Santos.
OLANDA (4-2-3-1): Cillessen; Dumfries, De Ligt, Van Dijk, Blind; De Roon (37' st L. De Jong), F. De Jong; Bergwijn (15' st Van De Beek), Wijnaldum, Babel (1' st Promes); Depay.
A disp.: Vermeer, Bizot, Hateboer, Aké, Propper, Van Aanholt, De Vrij, Strootman, Vilhena.
All.: Koeman.
Arbitro: Undiano Mallenco (Spagna)

È il Portogallo di Cristiano Ronaldo ad aggiudicarsi la prima edizione della Nations League. I lusitani hanno battuto in finale l’Olanda di Ronald Koeman grazie ad un gol di Guedes al 60esimo e festeggiano la conquista del loro secondo trofeo dopo la vittoria all’Europeo del 2016.
Nei primi venti minuti nessuna delle due compagini riesce a prevalere sull'altra. L'Olanda fa molto possesso palla, ma non si affaccia mai nell'area di rigore avversaria. Dall'altra parte, il più pimpante dei lusitani è Bruno Fernandes, che si rende pericoloso in almeno tre occasioni, sempre con tiri dalla distanza. L'occasione più ghiotta della prima frazione capita sulla testa di Cristiano Ronaldo quando scocca la mezz'ora: l’attaccante della Juventus incorna il pallone, ma Cillesen è bravo a inchiodare a terra la conclusione dell'attaccante.

L'Olanda parte bene nel secondo tempo e impegna per la prima volta Rui Patricio, ma al quarto d'ora il Portogallo trova il gol del vantaggio. Bernardo Silva trova un corridoio centrale ed entra in area di rigore, serve indietro Guedes che di prima trafigge Cillesen, il quale tocca ma non riesce ad impedire che il pallone entri in porta. L'Olanda risponde subito, ma il colpo di testa di Depay viene bloccato a terra da Rui Patricio. A dieci dal termine De Roon sfiora l'1-1, ma il suo tiro dal limite dell'area si spegne di poco sopra la traversa. Tre minuti dopo è ancora Rui Patricio che deve superarsi sull'incursione di Van de Beek. Gli spazi si aprono per il Portogallo che può sfruttare le corsie laterali, ma i padroni di casa non riescono a chiudere definitivamente il match.

Finisce 1-0. Il Portogallo, che, come già scritto, torna a vincere una competizione dopo Euro 2016, si era qualificato per la fase finale della competizione vincendo il girone con Italia e Polonia con 3 punti di vantaggio sugli azzurri, battuti 1-0 a settembre a Lisbona e fermati sullo 0-0 a San Siro a novembre (senza l’aiuto di Cristiano Ronaldo che non ha preso parte alla fase a gironi del torneo perché aveva preferito starsene a casa per concentrarsi sulla Juventus).
L’Olanda ha comunque di che consolarsi col ritorno ad alto livello con Koeman in panchina, dopo la mancata qualificazione all’Europeo 2016 e al Mondiale 2018. Una magra consolazione per una Nazionale che comunque, in prospettiva, può tornare a competere ad alti livelli.

Nella finale di consolazione L'Inghilterra conquista il terzo posto della Nations League vincendo ai calci di rigore contro la Svizzera di Petkovic. Dopo una gara largamente dominata dagli inglesi soprattutto sul piano delle occasioni (3 legni per loro) non sono bastati 120 minuti per rompere la parità. Ai calci di rigore un gran Pickford regala la vittoria ai suoi con la parata decisiva su Drmic dopo che lui stesso era andato a tirare, segnando, il nono rigore della serie.


Inserisci il tuo indirizzo mail:


Servizio offerto da FeedBurner

2 commenti:

Nicola ha detto...

Cristiano Ronaldo è contento per aver fatto il suo "Triplete": scudetto, Supercoppa Italiana, Nations League. Ah ah ah ah
Ridicolo come sempre...

Artur ha detto...

Grande Portugal !!! Vitória merecida!!! Cristiano Ronaldo grande jogador!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails