ARTICOLI RECENTI

domenica 13 gennaio 2019

INTER, TUTTO FACILE: FINISCE IN GOLEADA

COPPA ITALIA 2018-2019 – Ottavi di Finale
INTER - BENEVENTO 6 - 2
2' ICARDI (rig.) - 7' CANDREVA - 46' DALBERT – 48’ L. MARTINEZ - 59’ Insigne - 66’ L. MARTINEZ - 73’ Bandinelli – 94’ CANDREVA

INTER (4-2-3-1): Padelli; Vrsaljko, Ranocchia, Skriniar, Dalbert; Gagliardini, Brozovic (37' st Joao Mario); Candreva, Martinez, Perisic (22' st Borja Valero); Icardi (1' st Politano).
A disp.: Handanovic, Berni, De Vrij, Miranda, D'Ambrosio, Asamoah, Vecino, Nainggolan, Keita.
All.: Spalletti.
BENEVENTO (3-5-2): Montipò; Tuia (37' st Billong), Antei, Di Chiara; Improta, Bandinelli, Buonaiuto (39' st Sanogo), Tello, Letizia; Insigne, Coda (29' st Ricci).
A disp.: Gori, Zagari, Gyamfi, Costa, Sparandeo, Cuccurullo, Maggio, Del Pinto, Armenteros.
All.: Bucchi.
Arbitro: Giua

Vince in goleada l’Inter che, in un San Siro vuoto (si gioca a porte chiuse dopo gli ululati a Koulibaly), esordisce negli ottavi di finale di Coppa Italia con un secco 6-2 ai danni del malcapitato Benevento. Fanno festa Lautaro Martinez e Candreva con una doppietta a testa (di Icardi e Dalbert le altre due reti), ma il Benevento non molla fino alla fine e nonostante la sconfitta pesante esce a testa alta da San Siro.
Memore degli ottavi di finale di Coppa Italia dello scorso anno quando l’Inter superò il Pordenone sono ai rigori, Spalletti decide di applicare poco turnover. Davanti a Padelli in porta giocano Vrsaljko e Dalbert sugli esterni e Skriniar e Ranocchia (al suo esordio stagionale in maglia nerazzurra) in mezzo alla difesa, Gagliardini e Brozovic sono i centrali di centrocampo, mentre dietro l’unica punta Icardi giocano Candreva, Lautaro Martinez e Perisic.

Pronti via e dopo due minuti l’Inter è già in vantaggio. Antei stende in area Candreva, per l’arbitro non ci sono dubbi: rigore. Dal dischetto Mauro Icardi timbra il cartellino e porta in vantaggio l’Inter. Dopo che Tello rischia di trovare subito il pari, i nerazzurri raddoppiano con Candreva. È appena il sesto minuto e l’Inter è già sul 2-0. Si prospetta una goleada e invece l’Inter tira i remi in barca. I nerazzurri non si rendono pericolosi più di tanto e anzi è Padelli a dover fare gli straordinari su Insigne al 42esimo. Sul finire del primo tempo arriva il terzo gol dell’Inter con Dalbert.
Dopo l’intervallo Icardi resta negli spogliatoi con Politano che entra al suo posto. La ripresa parte subito con la rete dopo tre minuti di Lautaro Martinez che porta a quattro le reti nerazzurre. Ma il Benevento non ci sta e con Insigne su punizione trova il gol al minuto 59. Le due squadre giocano a viso aperto senza risparmiarsi e così arriva anche il 5-1 firmato da Lautaro Martinez e il secondo gol del Benevento con Bandinelli che di testa fulmina Padelli.
All’ultimo minuto di recupero Candreva con una bella azione personale firma la doppietta personale che chiude il match sul 6-2.
Vittoria in scioltezza per l’Inter che l’ha subito sbloccata e messa sui binari giusti. L’avversario era modesto, ma complicarsi la vita è un attimo e lo scorso anno col Pordenone ne abbiamo avuto la dimostrazione. Il Benevento si fa apprezzare per la voglia di costruire e giocare, ma complici i due gol immediati, non crea mai davvero problemi o patemi. Dal match arrivano conferme sulla ritrovata verve di Perisic (tre assist per il croato), qualche buon segnale da Dalbert e Candreva, mentre Vrsaljko e Gagliardini sembrano meno “in palla”.
Per l’Inter ai quarti ci sarà la Lazio. Una sfida sicuramente più equilibrata, utile per testare la forza di questa squadra e iniziare a capire se possiamo puntare a vincere il trofeo.


ALCUNE CURIOSITÀ
- L’Inter ha superato gli ottavi di finale in 15 delle ultime 16 partecipazioni alla Coppa Italia
- L'Inter non segnava sei gol in una singola partita di Coppa Italia dal 1971 (6-0 vs Reggina)
- Antonio Candreva non trovava il gol a San Siro da aprile 2017 (contro il Milan)
-Tutti e cinque i gol segnati da Lautaro Martínez con la maglia dell'Inter sono arrivati al Meazza.

Inserisci il tuo indirizzo mail e non perderti i nuovi contenuti nerazzurri:


Servizio offerto da FeedBurner

5 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Vabbé, l'avversario era alla nostra portata e l'uno-due ad inizio partita ha facilitato le cose. Meglio così.

Entius ha detto...

Sono proprio queste partite che sembrano facili ad avere le principali insidie. Anche il Pordenone un anno fa sembrava poco più che una formalità. E poi...

Pakos ha detto...

Il rigore ad inizio gara mi è sembrato abbastanza generoso. Il contatto c'é, ma in altre 100 occasioni (e con un'altra squadra al posto del Benevento) non l'avrebbero dato.

Entius ha detto...

Non posso darti tutti i torti. Sebbene il contatto c'é, quindi è giusto dare rigore. Sul fatto che in altre occasioni non l'avrebbero dato, forse è vero.
Ma il buon Boskov diceva "rigore è quando arbitro fischia".

Nicola ha detto...

Ma vogliamo parlare della vergognosa telecronaca della Rai? Thomas Villa ha "massacrato" tutti i giocatori dell'Inter, veramente vergognoso. E noi dovremmo pagare il canone per sentire queste stronzate?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails