GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 11 luglio 2017

SGRADITO ALLA JUVENTUS, PISTOCCHI SILURATO DA MEDIASET

Mettersi contro la Juventus comporta dei rischi. Soprattutto se fai il giornalista, guai a dire esplicitamente le cose come stanno, a far notare determinate cose. Di fronte a certe società la posizione esatta è stare a 90 gradi e se provi a raddrizzare la schiena potresti ritrovarti senza lavoro.
E’ quello che è capitato a Maurizio Pistocchi. Dopo 31 anni Mediaset ha deciso che era abbastanza e ha chiuso i suoi contributi come opinionista di Serie A Live, la trasmissione condotta da Massimo Callegari.

La motivazione ufficiale è la volontà di svecchiamento dei volti del canale, ma come fa notare Renato Franco, giornalista del Corriere della Sera, “sono in molti (anche all’interno della stessa Premium) a pensare che in realtà il giornalista paghi piuttosto la sua schiettezza e i suoi interventi spesso abrasivi: si dice fosse sgradito alla Juventus, che già in passato sarebbe intervenuta per chiederne il ”contenimento”, e che la stessa Mediaset avrebbe cercato di fargli capire che era il caso di essere più morbido.
Sicuramente Pistocchi era inviso a molti tifosi bianconeri che lo scorso gennaio avevano lanciato una petizione online (una petizione non si nega a nessuno...) per farlo licenziare da Mediaset e radiare dall’Ordine dei giornalisti. Lo accusavano di essere “fazioso e irriverente nei riguardi del mondo juventino”. All’origine della petizione una battuta via Twitter di Pistocchi sull’abbraccio Buffon-Tagliavento dopo un Juve-Lazio: «Forse staranno parlando del gol di Muntari» con riferimento alla rete regolare annullata al giocatore ghanese in Milan-Juve del 2012.”

Ovviamente non abbiamo le prove certe che ciò che sostiene il Corriere della Sera sia vero. Anche perché questa “opera di svecchiamento” coinvolge anche Mikaela Calcagno (indigesta a molti allenatori) e Massimo Callegari. Ma allora perché Sandro Piccinini (non proprio l’ultimo arrivato, è a Mediaset da circa 30 anni) rimane saldamente al suo posto e l’anno prossimo sarà lui a curare le telecronache delle 16 gare della Champions 2017/2018 che andranno in onda in chiaro su Canale 5? C’è relazione col fatto che sia tifoso juventino?
Molti giustamente hanno fatto notare che l’atteggiamento di Pistocchi non era assolutamente professionale, un giornalista deve essere prima di tutto obiettivo e super partes.
Considerazione che trovo più che corretta. Mi chiedo allora come mai Paolo Bargiggia (che, per inciso, essendo a Mediaset dal 1994 poteva rientrare anche nella politica di svecchiamento) non abbia avuto lo stesso trattamento visto che non manca occasione per sparare a zero su Inter e Napoli. Forse dobbiamo pensare male e farci venire il dubbio che Bargiggia goda dell’immunità perché “colpisce” le squadre giuste?
Siamo sicuri che la tanto decantata libertà di stampa esista veramente? Oppure se vuoi andare avanti devi imparare che ci sono squadre “intoccabili” e squadre che devi “mazzolare”? In fondo lo sappiamo perfettamente (e da tempo immemore) che l’informazione è manipolata da pochi che la plasmano a proprio piacimento.
E in questi casi fare la fine di Maurizio Pistocchi è un attimo.

Se ti è piaciuto l’articolo ISCRIVITI AI FEED per rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti !!!

10 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Vergognoso. Sono tutti piegati a 90 gradi nei confronti del potere bianconero e nessuno ha le palle per lamentarsi.

Roberto Martuscelli ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Ma impiccato idiota, tu, Pistocchi e l'imbecille che ha scritto questo articolo, dovete morì gonfi e schiumando di rabbia, fino alla fine.

Anonimo ha detto...

Ma impiccati idiota, tu, Pistocchi e l'imbecille che ha scritto questo articolo, dovete morì gonfi e schiumando di rabbia, fino alla fine, continuando ad abboccherà ad ogni amo che vi lanciano i giornalai.

Ciaskito ha detto...

E' inevitabile. La Juventus spadroneggia in Italia. Pensate a quanti tifosi possiede, a quanti soldi entrano nelle casse Mediaset grazie alle aziende collegate alla famiglia Agnelli, Fiat inclusa.
E' normale che una società come la Juventus (la cui moralità lascio a voi giudicare) utilizzi al meglio questo potere.
Tra l'altro i riflettori sono puntati su Pistocchi, ma anche la Mikaela Calcagno ha subito lo stesso trattamento.

Anonimo ha detto...

Ciucciate

pierino ha detto...

Da che pulpito viene la predica ma x favore

Collettivo Contro i Ladri di Scudetti ha detto...

Non è certo una novità. In questi giorni Paolo Ziliani ha raccontato di essere stato protagonista di una vicenda simile e se non ricordo male qualche mese fa Caressa raccontò che la Juventus chiese la sua testa e quella di Bergomi.

BlackWhite ha detto...

Ma Pistocchi capisce pure di calcio? Hanno fatto bene a liquidarlo...

Nerazzurro ha detto...

Ahi ahi. Il commento di quel coglione anonimo che ci invita ad impiccarci non l'avevo letto. Ma perché schiuma così tanta bile? Gli prude il culo? Gli prude così tanto che ha dovuto scriverlo due volte...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails