GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 9 giugno 2017

UFFICIALE: SPALLETTI E’ IL NUOVO TECNICO DELL’INTER (ma non doveva arrivare Conte o Simeone?)

F.C. Internazionale è lieta di annunciare Luciano Spalletti come nuovo tecnico della prima squadra. L'allenatore verrà presentato mercoledì pomeriggio alle ore 12:00 nella sala stampa del Centro Sportivo Suning in memoria di Angelo Moratti. Spalletti ha firmato un contratto di due anni con l'Inter e nella giornata di lunedì 3 luglio dirigerà il primo allenamento della squadra.
Nato a Certaldo (FI) il 7 marzo del 1959, nella sua carriera da calciatore professionista, ruolo centrocampista, indossa le maglie di Virtus Entella, Spezia, Viareggio ed Empoli. Il passaggio dal campo alla panchina avviene proprio a Empoli, nel 1994: alla guida dei toscani ottiene una storica doppia promozione dalla C1 alla A, raggiungendo la massima serie nel 1997. In seguito allena Sampdoria, Venezia, Udinese e Ancona, prima di tornare nuovamente ad Udine nel 2002: coi friulani ottiene la qualificazione in Coppa Uefa e, nel 2005, chiude il campionato al quarto posto accedendo ai preliminari della Champions League.
Approda dunque sulla panchina della Roma: tra il 2005 e il 2009 conquista 2 Coppe Italia e 1 Supercoppa Italiana coi giallorossi, portandoli a competere ai massimi livelli in Europa. Dal dicembre 2009 è alla guida dello Zenit: nelle 4 stagioni trascorse a San Pietroburgo, Spalletti vince 2 campionati oltre a 1 Coppa e a 1 Supercoppa di Russia. Nel gennaio dello scorso anno viene richiamato dalla Roma: grazie ai 46 punti ottenuti nel girone di ritorno i giallorossi chiudono il campionato al terzo posto, risultato migliorato ulteriormente nell'ultima stagione conclusa con la conquista della piazza d'onore (valida per l'accesso diretto alla Champions League) a quota 87 punti. Complessivamente, nell'ultimo anno e mezzo alla guida dei capitolini ha fatto registrare una media di 2.33 punti a partita.
A livello individuale Spalletti vanta il maggior numero di panchine tra i tecnici dell'attuale Serie A grazie alle 406 presenze sino ad oggi accumulate. Inoltre, ha ottenuto la Panchina d'Oro 2004/05 e il Premio 'Miglior Allenatore' - Oscar del Calcio AIC nel 2006 e nel 2007.
In bocca al lupo, Luciano! (INTER.IT)

Ora non vorrei fare il sapientone di turno, ma mentre altri si facevano le seghe mentali con Conte o Simeone io l’ho sempre detto che alla fine sarebbe arrivato Spalletti o qualcuno di simile “(…) scordatevi Conte e Simeone, arriverà sicuramente una quarta-quinta scelta (…)”.
Non che Spalletti mi dispiaccia. Considerando che Conte e Simeone non sarebbero mai arrivati e considerando le alternative, credo che sia stata fatta un’ottima scelta. In questo momento ci serve principalmente un allenatore che ci faccia tornare ad essere protagonisti. E, se non ricordo male, Spalletti negli ultimi 7-8 stagioni ha sempre centrato la qualificazione alla Champions League sia con la Roma che con lo Zenit. Inoltre qualche trofeo l’ha portato a casa e in Russia ha pure vinto due scudetti. Ok, in Italia è sempre arrivato ad un passo dal trionfo senza riuscire mai a conquistare il titolo. Ma se l’anno prossimo arriviamo secondi-terzi in campionato e magari vinciamo la Coppa Italia voi ci sputereste di sopra? Io personalmente no, viste anche le ultime deludenti stagioni.
Certo poi conteranno altri fattori. Tipo la squadra che gli allestiranno, quanto sarà bravo a gestire un ambiente difficile come quello nerazzurro, il supporto della dirigenza alla prima difficoltà (ma anche alla seconda, alla terza ecc.), l’atteggiamento dei giocatori in campo (Stramaccioni, De Boer e Pioli ne sanno qualcosa). Però nel complesso direi che la scelta mi piace.
Benvenuto Mister Spalletti!!! E speriamo che riesca a ripetere sulla panchina nerazzurra i risultati ottenuti con la Roma e con lo Zenit.


5 commenti:

Brother ha detto...

Io avrei preferito Simeone, ma non potendo arrivare a lui ci accontentiamo di Spalletti. Mi pare un'ottima scelta e soprattutto non credo che possa fare peggio dello scorso anno.

Winnie ha detto...

Scelta azzeccatissima Spalletti. Di raggiungibile non c'era di meglio. Secondo me può far bene e può riportarci ad essere protagonisti.

Winnie ha detto...

Mi raccomando però, alla prima difficoltà diamogli tutti addosso e critichiamolo come se non ci fosse domani.

Matrix ha detto...

Tutti d'accordo sulla bontà della scelta. Ora però bisogna costruirgli una formazione adeguata e soprattutto sostenerlo alle prime difficoltà che inevitabilmente arriveranno.

Nerazzurro ha detto...

Dopo la disastrosa stagione appena conclusa l'arrivo di Spalletti è grasso che cola. Tenendo conto anche del fatto che né Conte né Simeone sarebbero mai arrivati all'Inter.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails