GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 5 giugno 2016

INTER-SUNING: AFFARE FATTO (ora la Cina è vicinissima)

Ormai è fatta. L’Inter è ad un passo dal diventare cinese. L’ufficialità, come viene scritto anche sul sito ufficiale del club nerazzurro, verrà data domani “È in programma per domani alle ore 15.00 a Nanchino (le 9.00 in Italia) una conferenza stampa nella quale prenderanno la parola il proprietario di Suning Holdings Group Zhang Jindong, il presidente di F.C. Internazionale Erick Thohir, il vice presidente nerazzurro Javier Zanetti e Gong Lei, vicepresidente di Suning Sports Group".
La valutazione dell’Inter è stata fissata intorno ai 700 milioni di euro. Il colosso cinese, secondo le prime notizie, avrà il 68,55% delle quote dell’Inter, a Thohir resterà il 31% mentre la parte restante (lo 0,45%) è nelle mani dei piccolo azionisti. Massimo Moratti dovrebbe uscire definitivamente di scena.
L'ex patron italiano dovrebbe comunque mantenere un ruolo di rappresentanza all'interno del club, pur senza quote all'attivo: i cinesi ipotizzano per lui un ruolo di grande consigliere, sfruttando la grandissima conoscenza del territorio e dell'ambiente. 

Dettagli questi che saranno chiariti quando arriverà l'annuncio, previsto per la giornata di domani, tanto che anche una troupe di Inter Channel è già lì pronta a riprendere un evento giustamente avvertito come storico, permettendo così la trasmissione live dell’annuncio alle 15 del pomeriggio cinese, ossia le nove del mattino italiane, all’hotel Sofitel Zhongshan Golf Resort di proprietà di Suning.

Zhang Jindong è dunque il nuovo ‘padrone’ del club nerazzurro. L’accordo tra il 28° uomo più ricco della Cina e il tycoon indonesiano è stato concluso nella residenza privata dell’uomo d’affari asiatico a Nanchino. Al termine cena e brindisi. Invitati nella casa del milionario cinese anche i vertici nerazzurri.
Prime indiscrezioni anche sul nuovo assetto societario. Javier Zanetti resterà sicuramente all'interno del club, almeno momentaneamente: l'ex capitano potrebbe addirittura essere promosso a presidente, come figura di rappresentanza per il glorioso passato avuto all'interno della società. Chi farà le valigie è il CEO Michael Bolingbroke, il cui lavoro come dirigente nerazzurro non è stato ritenuto soddisfacente.
Svolta epocale dunque per il club nerazzurro, il secondo in pochi anni. E chissà che finalmente l’Inter riesca finalmente a tornare ad essere competitiva e soprattutto vincente. Thohir ha il grande merito di aver risollevato una situazione economica che al suo arrivo era tutt'altro che florida, ma dal punto di vista sportivo la sua gestione è stata fallimentare. I cinesi promettono investimenti e l’allestimento di una rosa all’altezza del nostro blasone. Speriamo che oltre al sempre importante lato economico e dirigenziale, si inizi a pensare anche al lato prettamente sportivo. Perché va bene avere i conti a posto, ma noi tifosi vogliamo tornare a gioire per nuove vittorie.


3 commenti:

Matrix ha detto...

Ben vengano i cinesi, ma sono d'accordo con la tua riflessione finale. Bisogna iniziare a pensare seriamente al lato sportivo. Va bene ripianare i debiti, ma noi vogliamo tornare a vincere.

Winnie ha detto...

Questa nuova proprietà è tutta da scoprire. Io sono abbastanza ottimista, secondo me può farci tornare grandi. In linea teorica dovrebbe essere un passaggio di proprietà migliorativo per l'Inter. Speriamo che in effetti sia così. Lo scopriremo vivendo.

Brother ha detto...

Io lo scrivevo anche l'altro giorno. Sti cinesi mi convincono. Freniamo i facili entusiasmi, ma potremmo essere di fronte ad una svolta epocale.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails