GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 23 giugno 2016

EURO 2016, ITALIA-SPAGNA E LE DUE FACCE DEL TABELLONE

Con la qualificazione di Irlanda e Belgio si è chiuso il quadro degli ottavi di finale degli Europei di calcio. La fase a gironi non ha certo lesinato sorprese e colpi di scena. Come l’Ungheria e il Galles promosse da prime della classe, come il Portogallo qualificatosi solo tra le migliori terze, come l’approdo agli ottavi di assolute sorprese come Islanda, entrambe le Irlande o le già citate Galles e Ungheria. Il tabellone degli ottavi si presenta sbilanciato con Italia, Spagna, Germania, Francia e Inghilterra tutte da un lato pronte a darsi battaglia prima di arrivare in finale. Molti hanno criticato questa composizione del tabellone degli ottavi, ma non deve sfuggire il fatto che nazionali come Spagna e Inghilterra hanno fallito la vittoria del proprio girone. Sarebbe bastato arrivare prime nel proprio raggruppamento per avere Furie Rosse e inglesi dall’altro lato del tabellone. Quindi non è colpa di chi ha composto il tabellone se avremo d’ora in avanti una sorta di due tornei separati con le big da un lato e le altre dall’altro.



Sarà Svizzera-Polonia sabato pomeriggio alle 15 ad inaugurare le sfide degli ottavi. I polacchi hanno ben figurato nel loro girone arrivando a pari punti con la favorita Germania e secondo me partono leggermente favoriti, anche perché gli elvetici non hanno entusiasmato più di tanto.

Nel pomeriggio di sabato toccherà a Galles-Irlanda del Nord. Bale e compagni hanno vinto quasi a sorpresa il girone dimostrando di avere solidità. Dovessimo azzardare un pronostico, alla luce di quello che si è visto finora, credo che i gallesi possano portare a casa senza troppi affanni il derby britannico.

Sabato sera Croazia-Portogallo chiuderà la giornata. Sicuramente una sfida equilibrata che potrebbe regalare emozioni. La Croazia vista fin qui è stata parecchio convincente, forse non impeccabile in difesa ma là davanti i giocatori di classe e talento abbondano. Dall’altro lato però ci sarà un Cristiano Ronaldo che finalmente si è sbloccato e che potrà decidere il match in qualsiasi momento.

La domenica si aprirà con Francia-Irlanda. La formazione di O’Neill ha centrato quasi a sorpresa un’isperata qualificazione agli ottavi superando un’Italia sottotono. Ma contro la Francia padrona di casa la musica sarà ben diversa. I galletti hanno fin qui confermato di essere tra le grandi favorite alla vittoria finale (non senza una buona dose di fortuna, ma anche questo fa parte del calcio) e non dovrebbero avere particolari difficoltà a superare la formazione irlandese.

Domenica pomeriggio la Slovacchia di Hamsik se la vedrà con la Germania. I teutonici, salvo qualche rara eccezione, sono sempre protagonisti nelle grandi manifestazioni e anche stavolta non sembri facciano eccezione. Neuer è ancora imbattuto (unica formazione a non aver subito gol finora) e sebbene non abbiano brillato più di tanto hanno dimostrato ancora una volta di abbinare concretezza e praticità. Niente fronzoli, niente tiki taka, ma dritti all’obiettivo finale. Insomma gli slovacchi forse dovrebbero preparare le valigie.

La giornata di domenica si chiuderà con Ungheria-Belgio. Una gran bella sfida che promette spettacolo e che, almeno per quanto riguarda le premesse, non lesinerà emozioni. Il Belgio rimane tra le favorite (il calendario è dalla sua parte), ma l’Ungheria sta stupendo sempre più, partita dopo partita. Non ci meraviglieremmo se ai quarti ci ritroveremmo ancora la tuta di Kiraly tra le formazioni qualificate.

E veniamo alla sfida che ci riguarda da vicino. Quell’Italia-Spagna che si gioca lunedì pomeriggio e che è sicuramente il match più importante di questi ottavi di finale. Per il terzo europeo consecutivo i destini degli azzurri e delle Furie Rosse si incroceranno. Otto anni fa ai quarti ebbero la meglio gli spagnoli ai rigori, quattro anni fa in finale finì con un pesante ed immeritato 4-0 spagnolo. Per la legge dei grandi numeri stavolta potrebbe finire in modo ben diverso. Entrambe le formazioni hanno brillato a metà finora, buone prestazioni in alcuni momenti, inguardabili in altri. La sensazione è che assisteremo ad un match equilibrato dove può succedere tutto e il contrario di tutto (per intenderci, può finire 5-0 per l’Italia o 5-0 per la Spagna).

Chiuderà il quadro degli ottavi Inghilterra-Islanda. Sulla carta Rooney e compagni dovrebbero avere vita facile. Ma l’Europeo finora ha dimostrato che non bisogna mai dare per scontato nulla. Tanto più che questa Islanda, dopo aver ben figurato nel girone eliminatorio e mandato a casa l’Olanda, sta confermando in terra transalpina di essere un’avversaria temibile. Quindi, guai a dare per sconfitti gli scandinavi.

 OTTAVI DI FINALE 
SVIZZERA-POLONIA (sabato 25, ore 15, Saint-Etienne)
GALLES-IRLANDA DEL NORD (sabato 25, ore 18, Parigi)
CROAZIA-PORTOGALLO (sabato 25, ore 21, Lens)
FRANCIA-IRLANDA (domenica 26, ore 15, Lione)
GERMANIA-SLOVACCHIA (domenica 26, ore 18, Lilla)
UNGHERIA-BELGIO (domenica 26, ore 21, Tolosa)
ITALIA-SPAGNA (lunedì 27, ore 18, Saint-Denis)
INGHILTERRA-ISLANDA (lunedì 27, ore 21, Nizza)

5 commenti:

Theseus ha detto...

E' un tabellone poco equilibrato, ma che dà pepe a questo torneo. Mi appassiona questo Europeo perché molti esiti dati per scontati poi tanto scontati non sono. Penso all'Ungheria, all'Islanda, al Galles, ma anche al Portogallo terzo o alla Svezia eliminata con l'Irlanda terza. Avremo colpi di scena anche agli ottavi, e qualche big (non solo Italia o Spagna) se ne tornerà a casa.

Lady Marianne ha detto...

Sapete cosa mi piace di queste grandi manifestazioni? Che c'è sempre una squadra simpatia che raccoglie il tifo di tutti. A Euro 2016 sono diventati tutti tifosi dell'Islanda. All'improvviso tutti conoscono l'Islanda, sanno a memoria i giocatori della rosa, sono esperti del paese, ti sanno sciorinare usi e costumi nazionali, se glielo chiedi ti dicono pure se il figlio della cognata del cugino del prozio della moglie ha i capelli biondo chiaro o biondo scuro.
Poi già a Ferragosto ci saremo dimenticati di tutto, ma fino al 10 luglio potete chiedere qualsiasi cosa sull'Islanda: tutti vi sapranno rispondere. A proposito: qual'è la capitale dell'Islanda?

Entius ha detto...

X Lady Marianne. Hai deciso di spargere le tue "perle di saggezza" nei commenti invece di scrivere un articolo? :-)

Entius ha detto...

E comunque la capitale dell'Islanda è Reykjavík.

Lady Marianne ha detto...

Sì. Alla fine mi sono resa conto che non riuscivo mai a scrivere un articolo e così ho deciso di dare il mio contributo qua e là.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails