GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 20 gennaio 2016

JO-JO, CHE MAGIA!!! INTER, VEDI NAPOLI E POI… SEMIFINALE

COPPA ITALIA 2015-2016 – Quarti di Finale
NAPOLI - INTER 0 - 2
74' JOVETIC - 92' LJAJIC

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Strinic; David Lopez (dal 20' s.t. Jorginho), Valdifiori, Allan (dal 13' s.t. Hamsik); Callejon, Gabbiadini (dal 27' s.t. Higuain), Mertens.
A Disposizione: Rafael, Gabriel, Albiol, Ghoulam, Maggio, El Kaddouri, Dezi, Luperto, Insigne.
All. Sarri.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; Nagatomo, Miranda, Juan Jesus, Alex Telles; Medel (dal 41' s.t. Felipe Melo), Kondogbia; Biabiany, Ljajic, Perisic (dal 28' s.t. Palacio); Jovetic.
A Disposizione: Carrizo, Montoya, Murillo, D'Ambrosio, Santon, Ranocchia, Gnoukouri, Brozovic, Icardi, Manaj.
All. Mancini.
ARBITRO: Valeri di Roma.

L’Inter espugna il San Paolo dopo 18 anni grazie ad una magia di Jovetic e un gol di Ljajic e conquista la semifinale di Coppa Italia ai danni della capolista. Finale incandescente con una brutta lite tra Mancini e Sarri.
Turnover nerazzurro che non colpisce Handanovic, fermamente tra i pali. In difesa, Juan Jesus affianca Miranda mentre sugli esterni Nagatomo (espulso nella gara di campionato di fine novembre) e Telles. A centrocampo Medel e Kondogbia, mentre in avanti Biabiany, Ljajic e Perisic dietro l’unica punta Jovetic.
E’ ovviamente il Napoli ad orchestrare la gara. Il primo tiro arriva al 14esimo con un destro dalla distanza di Mertens che Handanovic respinge. L’Inter si fa vedere con un paio di giocate di Jovetic, mentre il Napoli bada al sodo. Valdifiori in verticale per Strinic, cross arretrato per Callejon che di prima chiama Handanovic al solito lavoro.

Il primo tempo scivola senza sussulti. La punizione di Gabbiadini al minuto 45 (centrale, zero problemi per Handanovic) chiude il primo tempo.

Mertens dopo 10 minuti della ripresa riallaccia i fili del discorso. Tiro centrale, Handanovic blocca. L’Inter fatica a costruire come sempre e i lanci lunghi sugli esterni difficilmente alimentano le operazioni offensive. Così i nerazzurri provano a mettersi in proprio. Come Jovetic al 63esimo: destro centrale per Reina. Tre minuti e la migliore occasione interista arriva sui piedi di chi non ti aspetti. E’ infatti Medel a raccogliere una palla cadente al limite.
Sarri butta nella mischia Higuain, confermando l’intenzione di volerla vincere a tutti i costi. Ma a colpire, quasi a sorpresa, è l’Inter. Hamsik perde palla, Medel la dona a Jovetic che la accompagna per una decina di metri prima di accarezzarla a giro alle spalle di Reina. Inter avanti con Jovetic che torna al gol dopo un mese abbondante (12 dicembre a Udine). A 7 minuti dalla fine il Napoli imbastisce la prima reazione. Cross di Mertens da sinistra, girata larga di Higuain con la testa. Arriva poi il tiro di Mertens che trova impreparato Handanovic, bravo a rimediare in corner.
A tre minuti dal termine Mertens si becca il secondo giallo, questa volta per simulazione (intervento di Miranda), e finisce in anticipi sotto la doccia. Il Napoli chiude in 10. E l’Inter si prende la semifinale al secondo dei cinque minuti di recupero. Veloce ripartenza con Jovetic che manda Ljajic in porta. Controllo del serbo dopo una lunga cavalcata e gol.
Mancini e Sarri hanno qualcosa da dirsi e arrivano naso a naso, fino a quando Valeri li espelle entrambi. Higuain sfiora la traversa con un destro a giro, ma in semifinale (contro la vincente di Lazio-Juventus) ci va la squadra nerazzurra.
Reazione più che convincente dei nerazzurri ad un periodo tutt’altro che positivo. La squadra di Mancini è stata brava ad imbrigliare i napoletani e a colpirla al momento opportuno. Già nel turno di campionato i nerazzurri avevano dimostrato di potersela giocare alla pari con la formazione di Sarri, e dopo questa sfida ne abbiamo avuto la conferma. L’Inter c’è e ha tutta l’intenzione di recitare un ruolo di protagonista in questa stagione. FORZA INTER !!!


3 commenti:

Winnie ha detto...

Volendo essere obiettivi non è stata una grande partita. Alla fine ha fatto la differenza la giocata del singolo.
Il Napoli non ha brillato particolarmente ma merito anche di una Inter ben organizzata.

Mark della Nord ha detto...

Maledetti bastardi...siamo ancora vivi!!
[Cit. da "Papillon", 1973: edizione riveduta e corretta].

Nerazzurro ha detto...

Sinceramente pensavo che ci avrebbero preso a pallate. Invece la squadra ha avuto un'ottima reazione e ce la siamo giocata alla pari. Vittoria meritata. Anzi strameritata.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails