GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 6 novembre 2015

STRAMACCIONI RIPARTE DALLA GRECIA

Secondo i bene informati manca solo l’ufficialità. Andrea Stramaccioni starebbe per tornare in pista. L’ex tecnico nerazzurro firmerà a breve per il Panathinaikos, squadra greca attualmente seconda in classifica, e dovrebbe fare il suo esordio sulla panchina ateniese dopo la sosta per le Nazionali quando il calendario lo metterà di fronte all’Olimpiacos di Esteban Cambiasso, suo ex giocatore ai tempi dell’esperienza sulla panchina dell’Inter.
Superfluo dirvi quanto mi fa piacere che Stramaccioni abbia la possibilità di tornare ad allenare. Dopo gli ottimi risultati a livello giovanile sia con la Roma che con l’Inter, la sua avventura della panchina dell’Inter prima, e su quella dell’Udinese dopo non ha prodotto i risultati sperati. In particolare all’Inter si è reso protagonista di una delle peggiori stagioni della storia nerazzurra.

Eppure molti tifosi nerazzurri ancora stravedono per il tecnico romano. Escludiamo il sottoscritto che dopo Mourinho mette Stramaccioni nella classifica dei tecnici nerazzurri che ha adorato e adora di più, gran parte del popolo nerazzurro ancora ricorda con affetto e stima un allenatore che ha fatto dell’interismo la sua arma vincente.

Al contrario di altri che allenavano l’Inter con distacco professionale e senza metterci grinta, Stramaccioni lo faceva con spirito nerazzurro, mettendoci cuore e anima. Lo sentivi che era nerazzurro dentro. Poi magari i risultati non sono stati all’altezza del blasone, ma lì c’è stato un problema di inesperienza, oltre al fatto che ad un certo punto lo spogliatoio ha iniziato a remargli contro (un po’ come sta succedendo attualmente a Mourinho nel Chelsea…).
La sua esultanza dopo la vittoria nel suo primo derby da allenatore dell’Inter oltre a quella straordinaria vittoria ottenuta allo Juventus Stadium quando era una roccaforte inespugnabile sono sicuramente i momenti più belli ed emozionante della sua avventura nerazzurra. Ripensando a quegli episodi, dispiace che un tecnico così non abbia ottenuto le meritate soddisfazioni sulla panchina dell’Inter. Meritava di essere ricordato come l’allenatore che aveva riportato l’Inter alla conquista di un trofeo dopo il Triplete. E invece, purtroppo, lo ricorderemo come l’allenatore che ha ottenuto uno dei peggiori risultati della storia nerazzurra.
Gli auguro che nella sua nuova avventura greca possa prendersi tutte le soddisfazioni che finora non è riuscito a prendersi. Gli auguro di alzare trofei e di esultare come in quel derby già citato.
Peccato che la grandezza di un allenatore si misuri nel numero di trofei portati a casa. Se si misurasse nella capacità di trasmettere sensazioni positive e carica emotiva senza ombra di dubbio Strama potrebbe essere annoverato tra i grandi.
Pazienza. L’età è dalla sua parte e può ancora prendersi tutte le soddisfazioni che vuole e che merita. In bocca al lupo Strama fagli vedere chi sei.

2 commenti:

Nicola ha detto...

Molti tifosi nerazzurri ancora stravedono per lui? Non credo proprio...
Aldilà delle simpatie ha dimostrato sia all'Inter che all'Udinese di essere un 'allenatore mediocre.

Nerazzurro ha detto...

Bisogna anche considerare che all'Inter ha lavorato abbastanza bene fino al litigio con Cassano che ha portato all'ammutinamento dello spogliatoio, mentre l'Udinese non è più la squadra che girava alla grande. Colantuono, per dire, non sta certo facendo meglio di Stramaccioni.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails