GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 7 gennaio 2015

DOVE STA ZAZA? (Analisi della 17esima giornata)

 CLASSE A – Analisi e commenti sul Campionato Italiano 
L'ultima giornata di campionato porta ad una doverosa analisi.

La Juve ha perso la cattiveria e la foga agonistica che hanno caratterizzato l'era di Antonio Conte. Dopo un primo tempo in cui ha fatto da padrona, è calata inesorabilmente ai danni di un Inter mai doma e sempre pericolosa con il redivivo Maurito Icardi. Se quest'ultimo avesse sfruttato al meglio l'ultima occasione con Osvaldo, forse staremmo parlando di un'altra partita. Nonostante questo, non è ammissibile che un giocatore abbia una reazione così esagerata nei confronti di un compagno. Servirebbe un provvedimento da parte della società.

Il Milan ha, ancora una volta, dimostrato di non avere la rosa adatta per poter concorrere al terzo posto. Manca qualità in mezzo al campo, manca un vero numero 9. La squadra ha creato molto di più con l'ingresso di Pazzini e, ancora una volta, dimostra la dipendenza da Jeremy Menez. Il Sassuolo, dopo essere stato in balìa dei rossoneri per i primi venti minuti, ha messo in luce una grande organizzazione tattica e uno strapotere atletico nell'arco dell'intera partita. Il trio delle meraviglia si conferma, ancora una volta, ammazzabig.



La Roma vince, senza convincere, a Udine, accorciando le distanze dalla capolista. Ancora una volta un episodio di gol/no gol. Quando si decideranno a mettere la gol-line technology?

La prossima giornata avremo modo di capire, inoltre, la vera forza della Lazio, impegnata nella stracittadina. Dopo aver stritolato la Sampdoria e aver messo in risalto, una volta di più, il gioiellino Felipe Anderson, riusciranno Biglia e compagni a tener testa alla rivale storica?

Nota negativa della giornata la Fiorentina. Mario Gomez dov'è? Condizione atletica approssimativa, fiuto del gol scomparso. A ciò si aggiunge il nervosismo della difesa che porterà la squadra a dover fare a meno di Gonzalo per la prossima giornata e di Savic per le prossime quattro. Una squadra con questa esperienza non può permettersi certi colpi di testa.

Il Genoa impatta il pareggio contro un'Atalanta finalmente combattiva. Migliore in campo il gioiellino Baselli, sui cui da tempo hanno messo gli occhi le big. Matri ad essere decisivo procurandosi il rigore del primo gol e realizzando la seconda rete.

Risultati
Lazio-Sampdoria 3-0
38’ Parolo, 41’ Anderson, 66’ Lulic
Udinese-Roma 0-1
17’ Astori
Chievo-Torino 0-0
Empoli-Verona 0-0
Genoa-Atalanta 2-2
37’ Zappacosta, 49’ Moralez, 51’ Iago Falque (Rig), 69’ Matri
Milan-Sassuolo 1-2
9’ Poli, 27’ Sansone, 68’ Zaza
Palermo-Cagliari 5-0
5’ Morganella, 10’ Munoz, 33’ Dybala (Rig), 73’ Dybala, 85’ Barreto
Parma-Fiorentina 1-0
11’ Costa
Cesena-Napoli 1- 4
29′ Callejon, 41′ Higuain, 64′ Hamsik, 72′ Higuain, 75′ Brienza
Juventus-Inter 1-1
5′ Tevez , 64′ Icardi

Classifica
Juventus 40 Roma 39 Lazio 30 Napoli 30 Genoa 27 Sampdoria 27 Palermo 25 Milan 25 Fiorentina 24 Sassuolo 23 Udinese 22 Inter 22 Empoli 18 Torino 18 Verona 18 Chievo 17 Atalanta 16 Cagliari 12 Cesena 9 Parma 9
 Francesco Del Bono 

1 commento:

Stefano ha detto...

Il Milan ha dimostrato di avere più di una lacuna. In difesa avrebbe bisogno di qualche ritocco, altro che Cerci...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails