GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 14 novembre 2014

NEW YORK FC, IL NUOVO PROMOTER DEL SOCCER NEGLI STATES

«Mi innamorai del calcio come mi sarei innamorato delle donne: improvvisamente, inesplicabilmente, acriticamente, senza pensare al dolore o allo sconvolgimento che avrebbe portato con sé», scriveva Nick Hornby in “Febbre a 90°”.
Oggi è un popolo intero che si sta innamorando dello sport più seguito al mondo, che negli Stati Uniti aveva sempre faticato a decollare, surclassato dal football, dal baseball, dal basket e dall’hockey. Sono passati vent’anni da quando il calcio è sbarcato nuovamente in America. Di fatti, nella capitale newyorkese qualcosa si sta muovendo.
Il New York City FC ha rivelato la nuova maglia per il prossimo anno di MLS e ad un primo impatto la divisa ufficiale è molto familiare, se non quasi identica, alla tradizionale casacca dei Citizen in Premier League. Questioni di sponsorizzazioni? È facile da ipotizzare. Il club, di proprietà in collaborazione con il Manchester City ed i New York Yankees, hanno deciso di adottare il classico celeste con rifiniture di bianco andando cosi a richiamare una sorprendente somiglianza con la maglia della città di Manchester, sponda City.

Svelata al Terminal 5 presso la sede di NY sede, giovedì scorso, ciò che ha fatto molto scalpore, inoltre,è stato l’aggiunta di un logo con inciso 'stagione inaugurale' in basso, che tende a sottolineare il punto chiave di svolta per campagna di riferimento per il club americano.

L’accostamento Frank Lampard, ora in forza al City, e prossimo giocatore della squadra della Grande Mela è presto fatto. Inizialmente il trasferimento temporaneo a Manchester era stato ai più incomprensibile e totalmente disapprovato dai vecchi cuori Blues, ma ora, il tutto è in fase di definizione. L’immensa sponsorizzazione Etihad ha optato questa strategia per ingolosire i nuovi potenziali telespettatori dell’Msl.
Tim Pernetti, direttore commerciale del club, ha orgogliosamente dichiarato: “Questa è una pietra miliare per il New York City Football Club. La nostra prima maglia è l’emblema della nostra identità e siamo orgogliosi che il nostro kit e il nostro team sarà così fortemente associata con un partner del calibro di Etihad Airways.'Oggi sarà ricordato come uno dei nostri più importanti momenti di punto di riferimento, come si costruisce verso la nostra storica stagione inaugurale, a causa di dare il via il prossimo mese di marzo. Questo è solo il primo giorno di quello che crediamo fermamente come la nascita di un rapporto duraturo e proficuo, sia per New York City Football Club e per Etihad Airways.'Non vediamo l'ora di iniziare a lavorare insieme per fornire una fantastica esperienza per i newyorkesi.”
La nuova franchigia americana, di proprietà di una joint venture 80% Manchester City e 20% New York Yankees (Mlb), e che è parte della strategia dello Sheikh Mansour di diffusione mondiale che ha visto anche l'acquisto e il rebranding del Melbourne Heart della A-League australiana, ha presentato pochi giorni fa il suo nuovo logo, che a molti ricorderà inevitabilmente quello dell'Inter.
Somiglianza rintracciabile nei cerchi concentrici, nel nome del club nel cerchio più esterno, e per le iniziali 'NYC' nella parte centrale. In realtà l'ispirazione dell'autore, Rafael Esquer, risalirebbe al vecchio gettone della metropolitana di New York realizzato dalla Transit Authority nel 1953 e rimasto in uso per 50 anni. L'ultima versione del token presentava un pentagono al centro rappresentante i cinque boroughs di NYC (di qui l'hashtag #5boros1city), e due pentagoni appaiono sul logo del team, per rinforzare il collegamento con l'intera città. I colori blu, bianco e arancio derivano invece dalla bandiera di New York City.
Il logo è stato scelto attraverso una votazione durata tre giorni e mezzo che ha visto la partecipazione di oltre 100mila persone.
Reso pubblico il logo, il NYCFC ha dato il via ad un'impegnativa campagna di comunicazionefatta di pubblicità sui giornali e sui muri della città per informare i cittadini della Grande Mela della nascita del team a partire dalla prossima stagione, diretto dall'ex capitano degli USA Claudio Reyna e guidato in panchina dall'ex coach del Real Salt Lake Jason Kreis.
Il New York City Football Club esordirà Major League Soccer nel 2015 - insieme all'Orlando City SC - come terza squadra della grande mela oltre ai NY Red Bulls e ai NY Cosmos (che giocano però nella NASL). Non si conosce ancora invece la stagione d'esordio del team di Miami.
“I bambini vogliono più calcio. Questo è stato da sempre principalmente uno sport suburbano, ma ora stiamo assistendo a una crescita rapida anche nelle comunità urbane e per i bambini le opportunità di giocare sono sempre maggiori”, ci spiega Paul Jeffries, direttore esecutivo di City Soccer in the Community, organizzazione non profit che dà ai bambini americani la possibilità di giocare a calcio. L’organizzazione è finanziata dal Manchester City – comproprietari insieme ai New York Yankees di baseball della nuova squadra cittadina, il New York City Football Club che scenderà in campo a partire dal 2015 – e dall’ambasciata degli Emirati Arabi Uniti di Washington. “Sviluppiamo programmi calcistici e costruiamo campi nelle comunità poco servite in tutti gli Stati Uniti, sfruttando il calcio per assistere i giovani dentro e fuori dal campo”, continua Jeffries. “Con ogni generazione che passa, continuiamo a vedere negli Stati Uniti un interesse sempre maggiore nel soccer”.
Finalmente sembra che anche in America abbiano cominciato a capire la poesia calcistica.
 Marco Ianne 

1 commento:

Salvatore ha detto...

Una succursale del City in tutto e per tutto. Vedremo anche con quali risultati...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails