GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 5 agosto 2014

IL TIFOSO CHE OGNI PRESIDENTE VORREBBE AVERE

Il sogno di ogni Presidente (un tifoso miliardario che sborsi una bella cifretta per rinforzare la squadra) è diventato realtà per qualcuno. Nello specifico a fare festa è la dirigenza (e anche i tifosi, ad essere sinceri, non saranno certo meno felici) dell’Amburgo.
Un tifoso miliardario, Klaus-Michael Kühne, magnate dei trasporti, e tifoso sfegatato dello storico club tedesco, ha infatti deciso di dare in prestito alla società ben 25 milioni di euro da investire sul calciomercato.
Il settantasettenne, con un patrimonio di 10,4 miliardi di dollari, secondo il magazine 'Forbes' occupa la 119ª posizione nella classifica degli uomini più ricchi del mondo. Gli iniziali 8 milioni, che Kühne avrebbe dovuto stanziare per risanare il bilancio societario, sono poi diventati 25, con l'obiettivo dichiarato di rinforzare la rosa e condurre un campionato dignitoso.
"Con l'ampilamento del mio impegno nei confronti dell'Amburgo, sto dimostrando la mia fiducia nel nuovo management della società, con la speranza che i dirigenti siano in grado di rinforzare la squadra in maniera significativa", ha spiegato il magnate. 
L'anno scorso l'Amburgo ha rischiato infatti la retrocessione, terminando terz'ultimo in campionato e salvandosi solo all'ultimo nello spareggio salvezza contro il Greuther Furth che ha garantito la salvezza agli anseatici, ma solamente grazie a due pareggi. Davvero incredibile per una squadra che fino a giugno poteva contare sul talento turco Calhanoglu (ora al Bayer Leverkusen) e che ha tra le proprie fila giocatori del calibro di Pierre Michelle Lasogga, uno dei prospetti più interessanti del calcio tedesco rilevato definitivamente dall'Hertha Berlino dopo il prestito dell'anno passato, e di Rafael Van der Vaart, ex campione della nazionale olandese e del Real Madrid, capitano dei Rothosen.
L'Amburgo ha recentemente rinnovato la propria struttura societaria creando un board che avrà il compito di vigilare sull'attività della sezione calcistica. Al vertice c'è Dietmar Beiersdorfer, che da calciatore ha indossato la maglia della formazione anseatica tra il 1986 e il 1992. "Siamo felicissimi per l'impegno importante del signor Kuehne e per la fiducia che ha riposto in noi. Il sostegno arriva al momento giusto per noi", dice l'ex difensore, che ha giocato anche in Italia con la Reggiana.
L'Amburgo ha chiuso la Bundesliga 2013-2014 al terz'ultimo posto e ha mantenuto la categoria solo dopo il doppio spareggio con il Greuther Fürth. Adesso, il club vuole voltare pagina e tornare in alto, grazie ai milioni offerti da Herr Kühne. Il potenziamento della rosa a disposizione del tecnico Mirko Slomka è cominciato con l'arrivo di Valon Behrami dal Napoli. Dopo il centrocampista svizzero, è atteso un altro rinforzo. Per circa 4,5 milioni di euro, l'Amburgo ha raggiunto l'intesa con il Mainz per l'acquisto di Nicolai Mueller, centrocampista con attitudini offensive. Nel mirino c'è anche Matthias Ostzrolek, esterno difensivo dell'Augsburg, che magari arriverà entro il 23 agosto, quando l'Amburgo esordirà in campionato facendo visita al Colonia.
Grazie al sacrificio economico del tifoso, Kühne, l'Amburgo prova a voltare pagina per rinverdire gli antichi fasti.


1 commento:

Simone ha detto...

Il problema non é mettere i soldi (o perlomeno non é solo quello) ma saperli spendere. Se un personaggio X mette un tot di miliardi a disposizione e tu presidente li spendi per prendere Tal dei Tali che si rivela un flop, tanto vale che non ci siano questi soldi.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails