GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 4 agosto 2014

IL GRAN DEBUTTO DI CORINNE DIACRE, LA PRIMA "ALLENATRICE" IN FRANCIA

Difficilmente un match di seconda divisione francese desta così tanta attenzione come Brest-Clermont che si gioca questa sera. Merito del presidente del Clermont che prima ha scosso il tradizionale maschilismo calcistico nominando una portoghese, Helena Costa, come allenatrice a maggio e poi, dopo la separazione prematura, ribadendo il concetto offrendo un biennale a fine giugno a Corinne Diacre, ex nazionale, e prima donna a diplomarsi alla scuola di allenatori maschile federale e che proprio oggi è al debutto storico in una competizione professionistica maschile. Ma la Diacre si è già imposta come allenatrice di forte personalità ottenendo risultati soddisfacenti durante la preparazione estiva: 5 vittorie, due sconfitte e un pari con il Bastia dell’altro esordiente, ma in Ligue 1, Claude Makelele.

La nomina della Diacre, 121 presenze nella nazionale femminile, ex assistente del c.t. Bini con le ragazze in Bleu, e un’esperienza alla guida del Soyaux (femminile) ha valore politico in una Francia che ha da poco varato un piano di parificazione di opportunità ad ogni livello della società attiva.
La pressione mediatica – spiega la 40enne – non mi riguarda. Se vinco, calerà di conseguenza. Se le cose andranno male, invece ci potrebbero essere conseguenze per le mie future colleghe”. La posta quindi è alta in casa del Brest. Ma la Diacre ha spalle larghe: “Sono abituata allo scetticismo. Quando iniziai a giocare avevo contro anche la mia famiglia. Poi con il tempo, la perseveranza e il talento cambiarono idea. Vorrei che il Clermont fosse visto come una squadra normale con un allenatore normale. Mi chiedo invece perché non ci sia altrettanto interesse per gli uomini che da tempo allenano squadre femminili”.

Inevitabile in questi casi porre il solito quesito: come faranno con lo spogliatoio e le docce?
Le docce sono separate – ha fatto sapere la fisioterapista che da dieci anni lavora con il club – e in spogliatoio Corinne ci entra dopo aver bussato e chiesto allo staff se i ragazzi sono presentabili”.
I giocatori tra l’altro hanno accettato senza problemi il cambio tecnico, superando le prime perplessità già con la nomina poi sfumata della Costa: “Ci informammo su Google, per vedere se almeno fosse carina”.
La Diacre entrerà nella storia per essere la prima donna ad aver allenato nel campionato francese, ma non sarà la prima a livello assoluto. Nel 1999 infatti il primo esordio tecnico su una panchina professionistica di squadra maschile fu di Carolina Morace che durò due partite alla guida della Viterbese in C1, mentre in Perù, nel 2012, la boliviana Nelfi Ibanez Guerra ha allenato l'Hijos de Acosvinchos, squadra di B.
E ora speriamo che dopo essere entrata nella storia come prima allenatrice di una squadra maschile, venga ricordata anche per gli ottimi risultati che otterrà sul campo.


4 commenti:

Stefano ha detto...

Gran debutto non direi visto che ha perso 2-1. :-)
É comunque entrata nella storia e sarebbe bello se non rimanesse un caso isolato.

Ciaskito ha detto...

La solita trovata pubblicitaria per far parlare di sé (come fece Gaucci all'epoca). Questa non arriva nemmeno ad ottobre. Fidatevi.

Mattia ha detto...

X Ciaskito. Io non ne sarei così convinto.

Lady Marianne ha detto...

"Questa non arriva nemmeno ad ottobre. Fidatevi." Dopo tre anni è ancora l'allenatore del Clermont...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails