GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 14 giugno 2014

SANCHEZ LANCIA IL CILE (e la Spagna ora trema…)

MONDIALI DI CALCIO 2014 – Gruppo B
CILE-AUSTRALIA 3-1
12’ Sanchez – 14’ Valdivia – 35’ Cahill – 92’ Beausejour
CILE (4-3-1-2): Bravo; Isla, Medel, Jara, Mena; Aranguiz, Diaz, Vidal (dal 15' s.t. Guiterrez); Valdivia (dal 23' s.t. Beausejour); Sanchez, Vargas (dal 43' s.t. Pinilla). (Toselli, Silva, Orellana, Herrera, Paredes, Carmona, Albornoz, Rojas, Fuenzalida). Allenatore: Sampaoli.
AUSTRALIA (4-2-3-1): Ryan; Franjic (dal 4' s.t. McGowan), Wilkinson, Spiranovic, Davidson; Jedinak, Milligan; Leckie, Bresciano (dal 33' s.t. Troisi), Oar (dal 24' s.t. Halloran); Cahill. (Luongo, Galekovic, Taggart, Bozanic, Holland, Vidosic, McKay, Langerak, Wright). Allenatore: Postecoglou.
ARBITRO: Doué (Costa d'Avorio)

Vince il Cile, come da pronostico. Ma con tanta, troppo fatica. La Roja centra l'obiettivo, batte l'Australia e raggiunge l'Olanda in vetta alla classifica del gruppo B, i segnali, però, sono tutt'altro che incoraggianti. Là davanti c'è l'imbarazzo della scelta, i due gol nei primi 15 minuti firmati Alexis Sanchez (per lui anche un assist) e Valdivia rendono l'idea di quanto sia letale l'arsenale offensivo a disposizione di Jorge Sampaoli, ma in difesa il ct cileno ha più di un motivo per sentirsi preoccupato. Passati i primi venti minuti di estasi, il Cile porta alla luce i suoi limiti, inizia a soffrire l'Australia, che torna in gara con il gol del solito Cahill e nella ripresa sfiora il pareggia in più di un'occasione. 
Nel recupero arriva la parola fine di Beausejour, che vale i tre punti. Prova sottotono di Vidal, recuperato all'ultimo dal problema al ginocchio. Il centrocampista al rientro dopo un mese e mezzo, esce dopo un'ora senza brillare e calcia una bottiglietta dal nervosismo.
Chi ha avuto il coraggio di restare sveglio (la partita è terminata alle 2) non si è certo annoiato o rimasto deluso. La Roja ha vinto 3-1 solo al 92' dopo che al 14', con i sudamericani avanti 2-0, la maggior parte degli spettatori aveva già ipotizzato la goleada. Invece i Socceroos sono riemersi e i loro avversari si sono pian piano spenti riuscendo a conservare il vantaggio più per demeriti altrui che per meriti propri: basta per volare a tre punti come l'Olanda e presentarsi allo scontro diretto con la Spagna con la possibilità di giocare anche per il pareggio.


2 commenti:

Alex ha detto...

Non credo che la Spagna rischi granché. Gli basterà battere Cile e Australia per andare agli ottavi senza problemi.

Entius ha detto...

Ma se il Cile poi dovesse battere l'Olanda (dando per scontato che gli orange superino l'Australia) avremmo tre squadre a quota 6 e a quel punto conta la differenza reti.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails