GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 17 giugno 2014

IRAN-NIGERIA, ZERO A ZERO TOTALE - VENDETTA AMERICANA SUL GHANA

MONDIALI DI CALCIO 2014 – Gruppo F
IRAN-NIGERIA 0-0
Iran (4-2-3-1): Haghighi; Montazeri, Hosseini, Sadeghi, Pouladi; Teymourian, Heydari (dall’89′ Shojaei); Dejagah (dal 78′ Jahanbakhsh), Nekounam, Hejsafi; Goochannejhad.
Allenatore: C. Queiroz.
Nigeria (4-2-3-1): Enyeama; Ambrose, Omeruo, Oboabona (dal 29′ Yobo), Oshaniwa; Onazi, Obi Mikel; Musa, Moses (dal 52′ Ameobi), Azeez (dal 69′ Odemwingie); Emenike.
Allenatore: S. Keshi.
Arbitro: Carlos Vera (Ecuador).

Iran e Nigeria non vanno oltre lo 0-0, sfornando così il primo pareggio di questa edizione della Coppa del Mondo. Le due selezioni si sono sostanzialmente equivalse, mostrando evidenti limiti offensivi. L'occasione migliore capita a Ghoochanneijhad che con un colpo di testa imperioso chiama alla grande risposta Enyeama. Un punto che alla fine non scontenta nessuno.
Sono i Campioni d'Africa in carica a prendere sin da subito le redini del gioco in mano. Gli africani si rendono pericolosi sia con Moses che con Onazi, ma in entrambi i casi Haghighi viene solo spaventato.
Il ritmo di partita è alto, la partita piacevole. Tuttavia le squadre faticano a costruire importanti occasioni da rete.
Per trovare la prima vera palla goal bisogna attendere la mezz'ora quando Enyeama compie un autentico miracolo sul colpo di testa a botta sicura di Ghoochanneijhad. Le 'Super Eagles' si fanno vedere solo con una conclusione imprecisa di Emenike.
Stesso canovaccio nella seconda frazione di gioco: Nigeria a creare gioco ed Iran ad aspettare nella propria metacampo. E così come nei primi 45' di gioco, anche in questa ripresa le azioni importanti latitano.
Emenike ci prova con una conclusione improvvisa che trova solo l'esterno della rete, Ghoochanneijhad risponde con una girata che sorvola ampiamente la traversa dopo aver provato a sorprendere qualche minuto prima Enyeama con un destro dalla grande distanza.
Nelle ultime battute gli allenatori inseriscono forze fresche per tentare il grande colpo ma la situazione non cambia. Al triplice fischio dell'arbitro i giocatori in campo sembrano tutt'altro che amareggiati per il risultato.
MONDIALI DI CALCIO 2014 – Gruppo G
GHANA-USA 1-2
1' Dempsey - 82' Ayew - 86' Brooks
GHANA (4-3-3): Kwarasey; Boye, Mensah, Opare, Asamoah; Atsu (77' Adomah), Ayew, Muntari; Rabiu (71' Essien), Ayew (59' Boateng), Gyan.
A disp.: Adams, Dauda, Afful, Inkoom, Sumaila, Acquah, Badu, Wakaso, Waris.
All.: Appiah.
USA (4-3-3): Howard; Beasley, Besler (46' Brooks), Cameron, Johnson; Beckerman, Bedoya (76' Zusi), Bradley; Jones, Altidore (23' Johannsson), Dempsey.
A disp.: Guzan, Rimando, Chandler, Gonzalez, Yedlin, Davis, Diskerud, Green, Wondolowski. All.: Klinsmann-
Arbitro Jonas Eriksson.

Gli USA superano di misura per 2-1 il Ghana vendicando l’eliminazione di quattro anni fa e agganciando la Germania in testa al girone
Bastano 30 secondi a Dempsey per trovare il gol. Dopo uno slalom il capitano americano si presenta davanti a Kwarasey e lo batte incrociando con il sinistro.
Provano a reagire gli africani ma gli Stati Uniti mostrano una difesa ben organizzata e vanno anche vicini al raddoppio con Altidore, l’attaccante del Sunderland stoppa indisturbato a centro area, calcia a botta sicura ma la difesa ghanese riesce a smorzare il tiro.
Bisogna aspettare mezzora per vedere il primo tiro in porta ghanese, l’autore è Gyan che ci prova con un destro forte sul secondo palo, Howard è attento e respinge bene il pallone.
Anche gli americani ci provano con una punizione di Bedoya da posizione defilata, il portiere africano smanaccia in corner. Nei cinque minuti di recupero c’è il tempo per una grande occasione per Jordan Ayew che ben servito in piena area di rigore cicca clamorosamente il pallone.
Nella ripresa il Ghana cerca di alzare il baricentro, le idee sono però confuse e manca un punto di riferimento avanzato. Il primo tentativo è di Muntari che calcia da fuori con il pallone che termina a lato. Dal 57’ al 63’ Gyan ha due ottime occasioni: la prima di testa ma Howard è attento e devia in corner; la seconda di piede ma la difesa americana riesce a deviare il pallone.
Per gli americani ci provano Jones e Dempsey, ma trovano sulla loro strada un attento Kwarasey. Quando ormai gli americani pregustano la vittoria al minuto 82’ arriva la rete del pareggio ghanese: Gyan, ben servito in verticale, corre verso la linea di fondo e di tacco serve Ayew che arriva a rimorchio, controlla e batte Howard.
I tifosi africani non hanno nemmeno il tempo di esultare in quanto quattro minuti dopo gli americani tornano in vantaggio grazie a Brooks che svetta di testa e schiaccia in rete su corner di Zusi.
Finisce 2-1. Sorride Klismann che aspetta impaziente di affrontare la “sua” Germania.


2 commenti:

Salvatore ha detto...

Veramente il Ghana ha eliminato gli Stati uniti anche nel 2006 non solo quattro anni fa.

Daniele ha detto...

Mi aspettavo qualcosa in più dalla Nigeria. Direi abbastanza deludente considerando che stiamo parlando dei Campioni d'Africa se non sbaglio.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails