GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 16 giugno 2014

CICLONE MULLER, PORTOGALLO TRAVOLTO

MONDIALI DI CALCIO 2014 – Gruppo G
GERMANIA-PORTOGALLO 4-0
12' Muller (rig.) - 32' Hummels - 45' Muller - 78' Muller
GERMANIA (4-3-3). Neuer; Boateng, Mertesacker, Hummels (73' Mustafi), Howedes; Khedira, Lahm. Kroos; Ozil (62' Schurrle), Muller (81' Podolski), Goetze.
A disp: Zieler, Weidenfeller, Grosskreutz, Ginter, Durm, Schweinsteiger, Draxler, Kramer, Klose. All: Loew
PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio; Joao Pereira, Pepe, Bruno Alves, Coentrao (64' Andre Almeida); Meireles, Veloso (46' Ricardo Costa), Moutinho; Nani, Hugo Almeida (28' Eder), Ronaldo.
A disp: Eduardo, Beto, Neto, Carvalho, Vieirinha, Rafa, Amorim, Postiga, Varela.
All. Bento
Arbitro: Mazic (Serbia)

Poker Germania. La squadra di Low ottiene la sua 61esima vittoria nella centesima gara ad un Mondiale, umiliando con un netto 4 a 0 un Portogallo irriconoscibile. Gara chiusa dopo appena 45’, quando i tedeschi con l’uomo in più si portano sul triplo vantaggio grazie alla doppietta di Muller ed al goal di Hummels.
Il Portogallo prova a partire più forte rispetto ai tedeschi con una conclusione di Almeida ed una di Ronaldo, che però non mettono in difficoltà Neuer. La risposta della Germania però è immediata e su un clamoroso errore in disimpegno del portiere Rui Patricio, Khedira da fuori area a porta vuota, calcia di un soffio fuori.
Al 12esimo il match si sblocca. Gotze entra in area e viene tirato giù per la maglia da Pereira; per l’arbitro serbo Mazic è calcio di rigore.

Dal dischetto si presenta Muller che non lascia scampo a Rui Patricio. Dopo il vantaggio la Germania prova a tenere il ritmo basso, con il Portogallo che fa fatica a reagire.

I tedeschi trovano il raddoppio al 32’. Calcio d’angolo dalla destra, Hummels salta più in alto di tutti ed insacca alle spalle di Rui Patricio.
Nel finale di tempo il Portogallo, dopo aver sprecato una clamorosa palla goal con Coentrao, crolla definitivamente. Al 37’ Pepe rifila prima una manata e poi si avventa su Muller, beccandosi il rosso e lasciando in dieci i suoi compagni.
E proprio nel primo minuto di recupero, Muller approfitta di un errore difensivo e con un gran sinistro da dentro l’area fa 3 a 0.
Nella ripresa la partita cala d’intensità. La Germania non ha nessuna voglia di alzare il ritmo, mentre il Portogallo non ha la forza di reagire. I tedeschi ci provano prima con Ozil e poi con Muller, ma la mira non è delle migliori.
Gotze sfiora il poker quando entra in area e calcia a botta sicura, trovando ancora la respinta di Rui Patricio. Nel finale, il Portogallo protesta per un rigore non assegnato per un fallo di Howedes ai danni di Eder (che ci stava), e la Germania sul capovolgimento di fronte trova il poker con la tripletta personale di Muller, bravo a ribattere in rete una corta respinta di Rui Patricio. Proprio nel recupero, Cristiano Ronaldo prova la conclusione su punizione, ma Neuer è attento e gli nega la gioia del goal della bandiera.
La Germania festeggia nei migliori dei modi la sua centesima partita mondiale ed esordisce al meglio, come tradizione (una sola sconfitta nei 17 precedenti). Tra le grandi favorite è sicuramente quella che ha destato le migliori impressioni. Demerito anche di un Portogallo che, tolta la classe di Cristiano Ronaldo, non ha certo una grande squadra (la generazione dei Figo, dei Rui Costa, dei Couto, è solo un ricordo).
Per la nazionale del Pallone d’Oro l’inizio è in salita. Vedremo se saprà rialzarsi nelle prossime due sfide.


3 commenti:

Theseus ha detto...

Grande prova di forza dei tedeschi. Per me sono i grandi favoriti, più di Argentina e Brasile. E la partita di ieri lo dimostra.

Mattia ha detto...

Prestazione strepitosa quella dei tedeschi. La Germania ha quasi sempre fatto grandi Mondiali e anche stavolta sarà così. Secondo me arriverà tra le prime quattro.

Artur ha detto...

Portugal horrível. Jogamos um jogo ruim e derrota é merecida.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails