GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 30 marzo 2014

PRIMAVERA INTER O LIVORNO? PURCHE' SI RIESCA A VINCERE

Dopo il deludente pareggio casalingo con l’Udinese (che seguiva di quattro giorni l’altrettanto deludente sconfitta casalinga con l’Atalanta), l’Inter domani sera che in amichevole affronterà la Primavera guidata da Salvatore Cerrone e….
No, scusate, ho sbagliato. Domani sera l’Inter affronterà in una partita tutt’altro che amichevole il Livorno guidato da Mimmo Di Carlo. A trarmi in inganno è stata la rosa dei labronici dove figurano molti dei giocatori usciti dal vivaio nerazzurro, dal portiere Bardi all’esterno Mbaye, ai centrocampisti Benassi e Duncan, senza considerare Belfodil (in prestito dall’Inter) e Siligardi (cresciuto nella Primavera nerazzurra dove, se non ricordo male, faceva coppia in attacco con Balotelli) oltre al secondo portiere Anania, anche lui uscito dalla “cantera” nerazzurra.

Mazzarri (che con il Livorno conquistò una storica promozione in Serie A nella stagione 2003-2004, riportando i toscani in Serie A dopo 55 anni) non dovrebbe attuare particolare turnover (ma va, che novità…).
In difesa, assente Campagnaro, sarà riconfermato il trio che ha affrontato l’Udinese con Rolando, Ranocchia e Juan Jesus. Confermato anche il centrocampo con Jonathan e Nagatomo sugli esterni e Cambiasso, Guarin e Hernanes in mezzo, con l’unico dubbio di Alvarez che potrebbe giocare al posto di Guarin. Nessun dubbio in attacco composto da Palacio e Icardi.

Dall’altra parte un Livorno reduce dalla pesante sconfitta contro l’Atalanta e invischiato in piena lotta retrocessione. Un avversario non certo ostico anche se, come ahimè abbiamo visto, per l’Inter non esistono avversari più o meno ostici. A San Siro hanno strappato punti avversarie come Catania, Chievo e Cagliari, e viceversa siamo usciti indenni da Roma, Firenze e Verona. Quindi la sfida con i toscani è una incognita, una partita da tripla. Possiamo portare a casa i tre punti o soccombere sotto i colpi di Paulinho ed Emeghara (che tra l’altro lo scorso anno con la maglia del Siena ci fece molto male).
I precedenti sono 17. L’Inter ha avuto la meglio in sei occasioni compreso l’ultimo confronto (nell’anno del Triplete Maicon e Milito firmarono il 2-0 finale), mentre i pareggi sono sette (l’ultimo nel settembre 2007 quando una doppietta di Ibrahimovic rimediò ai gol di De Vezze e Loviso). In soli quattro occasioni invece hanno vinto i padroni di casa. Interessante il fatto che le quattro affermazioni del Livorno siano arrivate consecutivamente tra il 1942 e il 1947. Da allora (complice anche il fatto che il Livorno non ha disputato un campionato nella massima serie per ben 55 anni tra il 1949 e il 2004) solo sei confronti con quattro vittorie nerazzurre e due pareggi.
E domani sera? E domani sera vedremo di portare a casa i tre punti e di avvicinarci al quarto posto visto che la Fiorentina non è andata oltre lo 0-0 contro la Sampdoria oggi pomeriggio. Sulla carta non dovrebbero esserci problemi e conquistare il bottino pieno dovrebbe essere una pura formalità. Ma siccome non giochiamo sulla carta ma sul campo, tutto può succedere. Noi però ci crediamo. Vero? FORZA INTER !!!



1 commento:

Nerazzurro ha detto...

Non vincono da 67 anni. Proprio domani sera dovrebbero venire a rompere le palle?
No, dai, portiamo a casa sti tre punti e non ci pensiamo più.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails