GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 20 marzo 2014

LE FANTASTICHE OTTO (il meglio che il calcio europeo può offrirci)

Foto: Sportmediaset
Atletico Madrid, Barcellona, Bayern Monaco, Borussia Dortmund, Chelsea, Manchester Utd, Psg, Real Madrid. Sono queste, in rigoroso ordine alfabetico, le otto squadre che hanno conquistato l’approdo ai quarti di Champions League. Senza ombra di dubbio il meglio che il calcio europeo può esprimere in questo momento. Ad occhio in Europa non c’è di meglio. Credo che non sia mai capitato che le prime otto della fase a gironi siano poi approdate ai quarti.
L'egemonia rimane in mano alla Spagna con tre pretendenti di lusso come Real Madrid, Atletico Madrid e Barcellona, mentre Germania e Inghilterra si accontentano di due squadroni a testa: i campioni in carica del Bayern Monaco e i vicecampioni del Borussia Dortmund da un lato, il Chelsea vincitore dell'Europa League e lo United (la squadra che è arrivata più volte ai quarti di Champions, 13) dall'altro.
Una sola rappresentante, infine, per la Francia, il PSG di Ibrahimovic, quest'anno più che mai deciso a sollevare al cielo quella Champions che gli è sempre sfuggita.
Unica assente (non a caso) tra i principali campionati europei è l’Italia. Ulteriore segnale di una crisi senza fine del nostro calcio (basti guardare da chi veniamo buttati fuori in Europa).
L’ultima nostra rappresentante, il Milan, è stata sbattuta fuori dall’Atletico Madrid che dopo aver vinto di misura a San Siro (1-0) ha infilato un poker (4-1) al Vicente Calderon. Vittoria agevole anche per l’altra squadra di Madrid che dopo aver seppellito lo Schalke 04 sotto una caterva di gol (6-1) in Germania, ha vinto 3-1 in casa con Cristiano Ronaldo a fare da mattatore in entrambe le sfide.
Il big match degli ottavi metteva di fronte Barcellona e Manchester City. I blaugrana hanno liquidato la pratica con una doppia vittoria (2-0 in Inghilterra, 2-1 in casa).
Due le inglesi ad aver superato il turno, dicevamo. Ed entrambe lo hanno fatto con qualche affanno. Il Chelsea di Mourinho si è ritrovato di fronte il Galatasaray di Mancini. Una sfida tra ex nerazzurri in panchina ma anche in campo dove si sono ritrovati di fronte due eroi del triplete, Eto’o da un lato, Sneijder dall’altro. All’andata il risultato finale è stato di 1-1. Discorso qualificazione rimandato al ritorno dove il Chelsea ha vinto 2-0, rendendo amaro il ritorno di Drogba allo Stamford Bridge.
Più sudata la qualificazione del Manchester United che all’Old Trafford è riuscito a ribaltare lo 0-2 rimediato dall’Olimpiakos in terra greca. In casa ci ha pensato Van Persie con una tripletta a regalare i quarti ai Red Devils.
Tutto facile invece per le due tedesche. Il Bayern Monaco ha vinto 2-0 a Londra contro l’Arsenal prima di pareggiare 1-1 in casa mentre il Borussia Dortmund è andato a vincere 4-2 in Russia contro lo Zenit San Pietroburgo e poi ha ceduto di misura in casa (2-1).
Infine il Psg ha chiuso già la pratica all’andata con un perentorio 4-0 a Leverkusen, a cui ha fatto seguito il 2-1 casalingo.
Domani alle 12 il sorteggio dei quarti. Comunque vada sono convinto che da qui alla finale assisteremo a delle grandi sfide che ci regaleranno emozioni e gol. Da Messi a Cristiano Ronaldo, passando per Robben, Lewandowski, Van Persie, Ibrahimovic, Diego Costa, Eto'o (giusto per citare i più rappresentativi, perché di campioni ce ne sono in abbondanza in tutte le otto squadre) . Tutti i giocatori più forti del mondo pronti a darsi battaglia al ritmo della musichetta della Champions per regalare alla propria squadra la coppa dalle grandi orecchie. Otto squadre, ma solo una ci riuscirà. E centrare l’obiettivo non sarà una passeggiata.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

Theseus ha detto...

Difficile trovare in Europa qualcuno che meritasse di approdare ai quarti più di queste otto squadre. Forse in parte il City ma per il resto il vuoto assoluto.
Il calcio italiano rimane fuori meritatamente. Le nostre formazioni non sono nemmeno lontanamente paragonabili alle big europee.

Simone ha detto...

Se pensiamo che la formazione più forte d'Italia è stata sbattuta fuori da turchi e danesi...
E non tocchiamo il tasto Europa League che è meglio.
Le nostre squadre sono fuori dalle big europee e lo sono più che meritatamente.

Carlo Sandri ha detto...

@ Simone: piccola correzione: dai turchi e dal Real Madrid. I danesi erano nel girone, ma sono arrivati ultimi.
Non che essere usciti contro il Galatasaray sia una gran consolazione, eh :D ? Solo per non farla ancora peggiore di quanto già sia.

Ma sul discorso generale, sono d'accordissimo. Questa Juve è forte, ma non è certo una squadra stellare. Se sta asfaltando il campionato in questa misura, è soprattutto per il basso livello di quest'ultimo.

Simone ha detto...

Mi pare di ricordare un 2-2 con il modesto Copenaghen... Due punticini che avrebbero fatto comodo, no?

Carlo Sandri ha detto...

1-1. Per carità, quei punti avrebbero fatto comodo... ma il Galatasaray ha addirittura perso a Copenhagen, per cui sarebbero bastati due pareggi con i turchi, e lì si è veramente fallita la qualificazione.
Oppure occorreva che, delle due (uniche) ottime partite giocate contro il Real, venisse fuori più di un misero punto. Ma lì le individualità del Real, che sono di un altro pianeta, non hanno lasciato scampo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails