GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 13 gennaio 2014

SOLITA INTER, SOLITO ARBITRAGGIO, SOLITO PAREGGIO

Serie A 2013-2014 – 19^ Giornata
INTER - CHIEVO 1 - 1
8’ Paloschi – 12’ NAGATOMO

INTER (3-4-2-1): Handanovic; Campagnaro (dal 43’ s.t. Botta), Rolando, Juan Jesus; Jonathan, Kuzmanovic (dal 39’ s.t. Taider), Cambiasso (dal 19’ s.t. Milito), Nagatomo; Alvarez, Kovacic; Palacio.
Panchina: Carrizo, Castellazzi, Zanetti, Andreolli, Mudingayi, Ranocchia, Samuel.
All. Mazzarri.
CHIEVO (3-5-2): Puggioni; Frey, Dainelli, Cesar; Sardo, Bentivoglio (dal 39’ s.t. Mbaye), Radovanovic, Hetemaj, Dramé; Paloschi (dal 30’ s.t. Estigarribia), Théréau.
Panchina: Squizzi, Silvestri, Bernardini, Claiton, Kupisz, Lazarevic, Sestu, Pamic, Acosty, Pellissier.
All. Corini.
ARBITRO: Tommasi (Bassano del Grappa).

Ennesimo pareggio frutto dell’ennesima prestazione deludente condita dal solito pizzico di decisioni arbitrali discutibili (un gol regolare annullato e un rigorino che poteva starci).
Passano appena otto minuti e l’Inter è in svantaggio. Jonathan e Rolando si scontrano, Thereau ne approfitta e dà palla a Paloschi che entra in area, si ferma beve un caffè, fuma una sigaretta e poi tira in porta senza che nessuno provi ad ostacolarlo (Ranocchia, seduto in panchina, è in ritardo sull’attaccante clivense). Chievo in vantaggio. Passano quattro minuti e l’Inter trova l’immediato pareggio. Alvarez crossa dalla destra dopo una bella azione manovrata, Nagatomo si inserisce benissimo in area di rigore e batte Puggioni per il gol che vale l’1-1.

Passano pochissimi minuti e sugli sviluppi di un angolo Nagatomo va di nuovo in gol. Ma il guardalinee sbandiera un clamoroso fuorigioco. Clamoroso perché il giapponese era abbondantemente in gioco.

E’ comunque un’Inter vogliosa e determinata a trovare la via del gol. Al 18esimo Alvarez e Cambiasso giocano tutto di prima, si inserisce pure Palacio ma l'azione sfuma in area di rigore clivense. El Trenza spreca un’occasione ghiotta quando su cross di Jonathan dalla destra di testa stacca tutto solo a pochi passi dalla porta spedendo fuori.
Ma l’ultimo brivido è per i nerazzurri quando ancora una volta i difensori nerazzurri si addormentano (eh già, è sempre colpa del panchinaro Ranocchia) e Thereau parte da centrocampo in contropiede solitario. Per fortuna in extremis Campagnaro ci mette una pezza.
Nella ripresa l’Inter è meno incisiva. Nonostante l’ingresso di Milito che dà vitalità ad un reparto offensivo come sempre abulico. L’Inter dà l’impressione di rendersi pericolosa ma Puggioni non compie particolari parate difficili.
In pieno recupero Cesar stende in area Botta. Il rigore poteva starci, ma visto gli ultimi episodi da un mese a questa parte credo che sarebbe stato troppo pretendere che l’arbitro ci assegnasse un rigore decisivo in pieno recupero.
L’Inter porta a casa un altro pareggio (erano nove anni che il Chievo non strappava un punto a San Siro). E’ il sesto 1-1 del girone d’andata che sommati ad altri due 3-3 ci dicono che i nerazzurri hanno pareggiato metà delle sfide fin qui disputate. Va bene la politica dei piccoli passi ma con questa andatura è già tanto riuscire a migliorare il nono posto della scorsa stagione.
Il primo tempo dei nostri ragazzi non mi è dispiaciuto. Ho visto un Alvarez molto in palla e un Kovacic ispirato. Nella ripresa ci siamo un po’ spenti e ancora una volta il proverbiale “assalto finale” si è ridotto ad essere semplicemente un timido tentativo di renderci pericolosi. Permangono i problemi difensivi (basterebbe guardare l’azione del gol per rendersene conto) che troppo semplicisticamente avevamo addossato a Ranocchia, ma che a conti fatti si sono rivelati di ben altra natura (sicuri che sia corretto perseverare con la difesa a tre?).
Con la sconfitta del Verona e il pareggio della Fiorentina avevamo una buona occasione per riavvicinarci alle dirette concorrenti. Occasione come sempre sprecata. E visto che Thohir ha già detto che non aprirà i cordoni della borsa mi pare evidente che ci aspetta un girone di ritorno sulla falsariga dello scorso anno. Sigh

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

Winnie ha detto...

Ormai non è più solo una casualità. Cinque rigori negati e un gol regolare annullato sono un bilancio pesantissimo. Ma la società quando decide a muoversi e a far sentire la propria voce?

Winnie ha detto...

E smettiamola di dire che cerchiamo alibi per coprire l'inadeguatezza della squadra. Gli arbitraggi sono altrettanto inadeguati (sperando che sia solo inadeguatezza ...)

Pakos ha detto...

Per una volta devo dare ragione agli amici interisti. Nelle ultime gare hanno avuto un po' troppi episodi sfavorevoli. E in alcuni casi sono stati episodi clamorosi (vedi rigore contro il Milan o gol regolare annullato ieri).

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Effettivamente i torti arbitrali ai vostri danni cominciano ad essere troppi, aldilà della vostra involuzione che è innegabile e francamente sorprendente visto che le squadre di Mazzarri solitamente col passare delle giornate migliorano il proprio rendimento...ciao!

Tifosi_si_nasce ha detto...

Nulla di nuovo, come dico da sempre senza una grande dirigenza non si va avanti, ed i risultati (e gli arbitraggi) sono questo. Dobbiamo ringraziare i vertici nerazzurri..

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails