GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 12 gennaio 2014

QUANDO GLI ASINI VOLERANNO... (aspettando Inter-Chievo)

“Quando i mussi volarà, il Ceo in Serie A” (quando gli asini voleranno il Chievo in Serie A). Mentre cercavo lo spunto giusto per scrivere questo articolo, mi è venuta in mente la frase che i tifosi veronesi cantavano all’indirizzo dei cugini del Chievo prima che i clivensi ottenessero la loro prima storica promozione nella massima serie.
Ricordo che durante il primo anno di Serie A della squadra del presidente Campedelli (stagione 2000-2001) presi spunto da quella frase per scrivere un bell’articolo su quella che all’epoca era la Cenerentola della massima serie (un po’ come il Sassuolo quest’anno). Articolo che non venne mai pubblicato perché la redazione me lo bocciò ritenendolo non consono alla nostra linea editoriale (ci rimasi male, ma col senno di poi devo ammettere che la decisione era più che giusta).
In quel primo anno di Serie A il Chievo venne a San Siro (16 dicembre 2001, se non ricordo male) e conquistò i tre punti grazie ai gol di Corradi e Marazzina (uno di quelli che non segnava tantissimo ma che contro la sua ex squadra trovava sempre il modo di timbrare il cartellino), a nulla valse il gol del momentaneo pareggio di Vieri.
Da allora Inter e Chievo si sono incontrate altre 10 volte e il bilancio sorride nettamente all’Inter con otto vittorie (tra cui le ultime sette sfide) e due soli pareggi (l’ultimo risale a nove anni fa, 22 gennaio 2005 con gol di Mandelli e Martins).
Spesso sono state sfide ricche di gol e spettacolo. Tra il 2006 e il 2010 la sfida finì una volta 4-2 e per ben due volte 4-3, compresa la sfida alla penultima giornata nell’anno del Triplete quando i nerazzurri in vantaggio per 4-1, rischiarono di farsi rimontare dagli avversari.
Mazzarri, che non ha convocato l’infortunato Icardi, lo squalificato Guarin e i cedibili Pereira, Wallace e Belfodil, ritrova Taider. Formazione che, salvo sorprese (e non è il caso del nostro tecnico), dovrebbe essere confermata con il solito 3-5-1-1. In difesa Campagnaro, Rolando e Juan Jesus formeranno il terzetto difensivo con il capro espiatorio Ranocchia che si siederà in panchina, a centrocampo come sempre Jonathan e Nagatomo sugli esterni (anche perché non ci sono al momento alternative), in mezzo Cambiasso, Kuzmanovic e Alvarez con Kovacic che verrà riproposto ancora una volta dietro l’unica punta Palacio. Milito dovrebbe entrare a partita in corso mentre dubito che Taider o Botta possano partire titolari (anche se bisogna ammettere che, pur di non schierare Kovacic, Mazzarri si inventerebbe anche Andreolli trequartista).
Cosa aspettarsi? Sinceramente mi aspetto una reazione dei nostri ragazzi. L’inizio anno è stato alquanto infausto ed è lecito aspettarsi un pronto riscatto. Se non nel risultato almeno nella prestazione. Sul risultato c’è sempre la questione arbitrale che pende sulla nostra testa come una spada di Damocle. Dopo i quattro rigori negati in altrettante gare non mi meraviglierei se la serie continuasse anche domani sera contro il Chievo o se il signor Tommasi trovasse il modo di assegnare un rigore dubbio ai nostri avversari. Del resto, come disse un tizio che non è un pirla “ve la faranno pagare”. E sebbene la questione arbitrale non deve costituire un alibi, è bene ogni tanto (anzi spesso) tenere alta l’attenzione.
Anche se serve a poco. Perché, come direbbero in quel di Verona, “quando gli asini voleranno, un rigore a favore forse ci daranno”. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

7 commenti:

Gaetano ha detto...

E pensare che andava tutto bene quando per ben 48 e dico 48 partite nell'era Mou, con uomini quli Lucio, Samuel ed il gentlaman dell'area di rigore materazzi, nessun rigore vi è stato fischiato contro. Li nessuno di voi maliziava. Strano....davvero strano.

Gaetano ha detto...

A mio parere vi mancano dei rigori questo è innegabile, ma pensare che siano la panacea di tutti i vostri mali è a dir poco alquanto riduttivo. Ancora una volta è bene che i tifosi facciano un bagno di onestà e si rendano conto dell'inadeguatezza della società, con un Presidente uscente che ha fatto l'affare del secolo togliendosi di mezzo e ripianando i propri debiti, ed uno entrante che cntinuando cosi le cose sembra abbia voluto solo fare una grande operazione finanziaria volta ad incassare molto con il merchandising nel proprio paese. Non so se mi sbaglio, ma chi vivrà vedrà. Saluti

Nerazzurro ha detto...

Un rigore netto non fischiato o un rigore dubbio assegnato può starci. É l'errore puntuale in ogni gara che infastidisce perché é ovvio che non é frutto di una casualità.
La scorsa stagione dopo aver violato lo Juventus Stadium subimmo per 7-8 gare consecutiva decisioni arbitrali ai nostri danni. Non vorrai farmi credere che era solo una casualità? E lo stesso vale per le ultime quattro gare in cui ci sono stati negati rigori plateali che anche un cieco avrebbe visto. É dura pensare che sia stata solo una coincidenza.

Winnie ha detto...

Il fattore arbitrale non è e non deve essere un alibi. E credo che su questo siamo tutti daccordo.
Ma non vuol dire che, visto che giochiamo male, gli arbitri possono fare quello che vogliono.
Quattro rigori negati in altrettante gare è un bilancio molto pesante (non oso pensare come avrebbe reagito Galliani o Agnelli).

Gaetano ha detto...

Nerazzurro ma quando la finirete di soffrire di sindrome di accerchiamento?? Possibile che tutti i vostri mali derivino dalla Juve? Possibile che non riusciate ad accettare l'idea di esser stati scarsi lo scorso anno e ve ne usciate con sta storia delle 7 partite con errori ai vostri danni solo perché si è vinto a Torino? Cosi come siete stati bravi a violare lo Juventus Stadium, sareste potuto esserlo anche nelle partite seguenti. Anche il più incallito interista nn ricorda queste decisioni atte a punirvi. Se punizione doveva essere non vi avrebbero consentito di vincere neppure a Torino. Ma smettetela una buona volta di fare le vittime. oltre 30 punti di distacco, un allenatore bambino, un gioco inesistente e mi parli di complotto? Prendiamo stasera...il gol di nagatomo è regolare ma l'errore a quella velocità ci può stare. Non ci sta che è avvenuto al 15° del P.T. e con 75 min a disposizione non siete più riusciti a segnare. Ti avrei dato ragione al 100% se ve lo avessero annullato all'85°, all'80° , ma con tutta la partita da giocare non puoi piangerti addosso. Possibile che finoa che vincevate tutto andava bene, il calcio italiano era guarito, gli arbitri (scarsi) erano sfortunati quando sbagliavano, mentre ora che site tornati nelle retrovie il calcio è malato, corrotto, il campionato è falsato, ma soprattutto non vincete per colpa della Juve??? Suvvia fate uno step in avanti. Prendetevela allo stesso modo quando regalano un rigore alla Roma e perdete 0-3, falsano la partita con il Napoli e perdete 0-3.....sembra che abbiate fiato solo quando c'è di mezzo la Juve. Ti saluto

Nerazzurro ha detto...

"Se punizione doveva essere non vi avrebbero consentito di vincere neppure a Torino." Hai forse dimenticato che ci hanno provato? Gol in netto fuorigioco dopo 18 secondi e mancata espulsione di Lichsteiner.
Ah già, dimenticavo, voi siete la capolista ed é tutto concesso.

Gaetano ha detto...

Caro Nerazzurro, nessuno ci ha provato. Si è trattato di errori arbitrali e basta. Fintanto che continuerete a vedere spettri non ne uscirete mai e rimarrete sempre li a leccarvi le ferite. In quella partita fu assegnato un rigore all'Inter. Se complotto doveva essere l'arbitro avrebbe potuto sorvolare. Non credi? Ricordi la vittoria 2-1 sul vostro campo nell'anno del ns.primo scudetto? Marchisio da solo davanti a J.Cesar. Fallo da espulsione e rigore. Come finì l'azione? Rimessa dal fondo e nulla più. La Juve ha vinto ugualmente. Se sei più forte la decisine avversa di un arbitro puòpenalizzarti una volta, 2 ma alla lunga le vinci sempre. Se riguardi la partita contro Chievo vedrai che con 75 min davanti il portiere loro non ha fatto piu interventi per salvare il risultato. Colpa dell'arbitro?? Se vuoi continuare a pensare al complotto per fermare l'armata Inter fallo pure, ma non penso ti sia venuto qualche sospetto quando per 48 giornate non vi hanno fischiato un rigore contro (la grande Inter arrivò addirittura alla cifra record di 100 partite consecutive senza rigori contro). Ti saluto.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails