GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 11 dicembre 2013

GRANDE NAPOLI, MA NIENTE MIRACOLI. FORTUNA MILAN: AGLI OTTAVI

Champions League 2013-2014 – Girone F Sesta Giornata
NAPOLI-ARSENAL
73' Higuain - 93' Callejon
Serviva un miracolo ma non è arrivato. Nella sesta e ultima giornata della fase a gironi della Champions League, il Napoli batte per 2-0 l'Arsenal al San Paolo, con i gol di Higuain e Callejon. Ma il successo dei partenopei non basta: il Borussia Dortmund nell'altro match ha battuto per 2-1 in trasferta il Marsiglia. Agli ottavi vanno inglesi e tedeschi.
Dopo 9 minuti la prima occasione della gara per il Napoli. Pandev, lanciato bene, calcia il pallone tra le braccia di Szczesny. Al 23esimo prima occasione anche per l'Arsenal: tiro di Giroud, sul quale Rafael para con i pugni. Al 37esmo seconda occasione della partita per il Napoli: Mertens lancia Maggio, che cerca di sorprendere il portiere dell'Arsenal con un palletto: pallone abbondantemente fuori dallo specchio della porta. Prima dell’intervallo brivido Szczesny, che sbaglia un rilancio: Higuain riesce a colpire di testa, ma palla fuori.
Il secondo tempo vede un Napoli ancora più determinato e seriamente intenzionato a fare sua la partita. Al 57esimo Benitez gioca la carta Insigne che entra la posto di Pandev. Un minuto dopo occasionissima per Armero, che lanciato da Mertens si presenta tutto solo davanti al portiere ma calcia troppo debolmente. Il Napoli preme e al 73esimo Napoli in vantaggio: Higuain si gira bene al limite dell'area e fulmina Szczesny. Tre minuti dopo Arsenal in dieci: espulso Arteta per doppia ammonizione. Al 93esimo arriva anche il raddoppio del Napoli, con Callejon.
Finisce 2-0, il Napoli si ferma ad un gol dalla qualificazione (col 3-0 sarebbe passato) ma soprattutto finisce in Europa League nonostante i 12 punti conquistati (per dire il Galatasaray si è qualificato con 7 punti, il Milan con 9). I partenopei pagano il fatto di aver beccato un girone fortissimo da cui, purtroppo, doveva uscire giocoforza solo due qualificate. Ma se affronterà anche l’Europa League con questo spirito, la squadra di Benitez è una delle più serie candidate ad arrivare fino alla finale di Torino.

Champions League 2013-2014 – Girone H Sesta Giornata
MILAN-AJAX 0-0
Tanta sofferenza ma alla fine la qualificazione arriva. Il Milan nell’ultimo turno della fase a gironi della Champions League porta a casa il punto qualificazione pareggiando 0-0 in casa contro l’Ajax dopo aver giocato 70 minuti in inferiorità numerica per l’espulsione di Montolivo al 22esimo.
Primo tentativo di Balotelli al 4', Cillessen para a terra. Risponde immediatamente la formazione olandese col palo clamoroso di Poulsen su colpo di testa. Al 19esimo ci vuole invece la reattività di Abbiati per sventare il colpo di testa di Klaassen. Ma al 22' il Milan resta in dieci per il rosso diretto a Montolivo. Allegri corre ai ripari inserendo Poli per El Shaarawy.
L’Ajax, forte della superiorità numerica spinge alla ricerca della vittoria che varrebbe la qualificazione. Al 52esimo conclusione di Fischer dopo una bella azione olandese ma il tiro termina oltre la traversa sul disturbo di Constant. Ci riprova lo stesso Fischer sei minuti più tardi, ancora una volta il suo tiro non crea problemi ad Abbiati. Al 68esimo ci vogliono i riflessi del portiere rossonero, che chiude con i piedi su Klaassen dopo una bella azione collettiva degli olandesi. Ancora brividi per i ragazzi di Allegri al 74', quando Fischer calcia di poco a lato sulla sponda di Hoesen. A 10 minuti dalla fine, il Milan si copre ulteriormente con l'ingresso di Mexes per Kakà; all'84', mischia furibonda nell'area rossonera e Denswill calcia sul fondo. Ma l’occasione più ghiotta arriva alla fine dei cinque minuti di recupero con Schone che in splendida rovesciata manda di poco al lato. E’ l’ultimo sussulto di una partita che il Milan porta a casa senza strafare e con un pizzico di fortuna. I rossoneri passano agli ottavi ma senza convincere. E giocando così gli ottavi potrebbero rivelarsi una pericolosa debacle.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Veramente paradossale che una squadra che si trova nella parte destra della classifica ( o giù di lì ) possa rappresentare l'Italia nella massima competizione europea...surreale! Ciao!

Rudy ha detto...

Altrettanto paradossale che con 9 punti si é dentro e con 12 si é fuori.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails