GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 4 luglio 2013

INTER, L'ACCORDO CON DEUTSCHE BANK PRELUDIO ALL'ARRIVO DI THOHIR?

Non cambierà, almeno per la prossima stagione, il marchio sulle maglie, ma intanto per l’Inter è veramente pronta per partire una nuova era. Lo attesta una volta di più l’accordo con Deutsche Bank che diventerà nuovo top sponsor oltre che banca ufficiale della società.
Un accordo, del quale al momento non sono state comunicate cifre ufficiali, che va al di là della semplice sponsorizzazione perché soprattutto vuol dire che la società sta per passare di mano e che quindi il colosso bancario tedesco ha certezze per i suoi investimenti futuri. Altrimenti perché appoggiare così apertamente un’Inter che vive un presente di grande incertezza se non ci fossero garanzie dell’arrivo di Eric Thohir?
Intanto c’è l’accordo grazie al quale i tifosi nerazzurri potranno sottoscrivere presso i negozi ufficiali dell’Inter un abbonamento, ricorrendo a un finanziamento targato Deutsche Bank. E la banca metterà a disposizione presso i suoi sportelli, un’offerta di prodotti e servizi dedicati con condizioni competitive come carte di credito, conti correnti e altre specifiche offerte di investimento.

Inoltre Deutsche Bank avrà a disposizione, tra i vari diritti, importanti spazi di visibilità dedicati durante le partite casalinghe allo stadio Meazza.

Già, proprio lo stadio è uno dei punti di forza perché rientra tra i primi progetti di quello che sarà a breve il nuovo azionista di maggioranza. E allora Deutsche Bank potrebbe anche mettere il suo nome all’impianto per rinsaldare ancora di più il rapporto. Ovviamente fondamentale sarà il passaggio delle quote e soprattutto la loro valutazione. Perché il presidente Moratti si fa forte della stima avuta da Forbes che valuta la sua società nell’ordine dei 400 milioni di euro, anche se il passivo accumulato negli ultimi anni è notevole.
Invece il miliardario indonesiano vuole spendere al massimo 250 milioni per arrivare almeno all’80% delle azioni e avere così le mani libere per piazzare anche i suoi uomini di fiducia nel Cda. Probabilmente opteranno per una soluzione ponte, con Thohir almeno al 40%, pagando 120 milioni di euro, subito e un passaggio successivo per concedergli la maggioranza compreso il progetto dello stadio che comporterà un investimento pari almeno ad altri 200 milioni di euro. (SportTrade24)
C’è bisogno di nuovi capitali in casa nerazzurra, questo ormai è un dato assodato. Spero, anzi lo sperano tutti i tifosi nerazzurri, che il passaggio di consegne tra Moratti e Thohir vada in porto. Non importa se l’imprenditore indonesiano avrà da subito la maggioranza o il suo ingresso sarà graduale, l’importante è che qualcosa cambi al vertice societario e cambi in fretta. L’accordo siglato con la Deutsche Bank è di quelle importanti che potrà portarci benefici in futuro. Io credo che ci stiamo avviando verso una nuova era. Spero per l’Inter e per i tifosi nerazzurri che non si risolva il tutto in una bolla di sapone. Sarebbe un vero peccato.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Luckyno ha detto...

Ben vengano i soldi tedeschi.
Ho invece qualche perplessità su questi investitori stranieri...

Winnie ha detto...

L'arrivo degli indonesiani comporta un bel po' di incognite ma allo stato attuale credo che sia un passaggio inevitabile.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails