GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 16 giugno 2013

PIRLO-BALOTELLI, ITALIA BUONA LA PRIMA

CONFEDERATIONS CUP 2013 – GRUPPO A Prima Giornata
MESSICO-ITALIA 1-2
27’ Pirlo – 34’ Hernandez (rig.) – 78’ Balotelli
MESSICO(4-2-3-1): Corona; Flores, Rodriguez, Moreno, Salcido; Zavala (dal 39’ s.t. Jimenez), Torrado; Aquino (dall’8’ s.t. Mier), Dos Santos, Guardado; Hernandez. (Ochoa, Reyes, Molina, Barrera, Reyna, De Nigris, Meza, Herrera, Torres, Talavera). All. De la Torre.
ITALIA (4-3-2-1): Buffon; Abate, Barzagli, Chiellini, De Sciglio; De Rossi, Pirlo, Montolivo; Marchisio (dal 23’ s.t. Cerci), Giaccherini (dal 43’ s.t. Aquilani); Balotelli (dal 39’ s.t. Gilardino). (Sirigu, Marchetti, Maggio, Bonucci, Astori, Candreva, Diamanti, Giovinco, El Shaarawy, Gilardino). All. Prandelli.
ARBITRO: Osses (Cil).

Inizia bene l’avventura dell’Italia in Confederations Cup. Gli azzurri di Prandelli battono 2-1 il Messico grazie ai gol di Pirlo e Balotelli.
Prandelli si affida al blocco Juve con Giaccherini che supporta Balotelli. Gli azzurri partono bene. Italia subito pericolosa con Balotelli. Dopo un pallonetto alto sopra la traversa, l'attaccante del Milan devia di destro un assist di Montolivo verso la porta, ma il portiere messicano Corona respinge sicuro. Gli azzurri lamentano anche un presunto fallo da rigore su Pirlo. Il Messico risponde con Guardado. Gran botta di sinistro che costringe Buffon ad una bella parata sulla traversa. Al 27' la svolta della partita. Una punizione esemplare di Pirlo, che festeggia la 100a presenza in Azzurro col gol numero 13, porta gli azzurri in vantaggio. Cinque minuti dopo Barzagli la combina grossa. Il difensore della Juve si fa soffiare il pallone da Giovani Dos Santos e lo stende in area. Rigore per il Messico. Il Chicharito Hernandez trasforma il penalty e al 34' il risultato è di nuovo in parità.
Passano otto minuti dall'inizio della ripresa e l'Italia ha una buona occasione per tornare in vantaggio. Punizione dal limite di Pirlo deviata dalla barriera. Il pallone finisce sui piedi di Montolivo che conclude troppo teneramente verso la porta difesa da Corona che blocca. Sempre Pirlo sfiora il gol del 2-1 ancora una volta da calcio piazzato. Gli azzurri continuano a provarci, ma manca un po' un di brillantezza. Al 78' però Balotelli fa esplodere di gioia i tifosi italiani presenti al Maracanà con un destro che non lascia scampo al portiere avversario. 2-1 per l’Italia e tre punti in cassaforte. Messico, esausto, non riesce più a rispondere. L'Italia controlla con ordine senza rischiare nulla in difesa. Prandelli lascia la standing ovation a Balotelli che esce applaudito da tutto il Maracanà. Al suo posto Gilardino. Fuori anche Giaccherini per Aquilani.
Prestazione tra alti e bassi quella degli azzurri. Buona la prima mezzora, poi solo qualche azione sporadica frutto delle individualità. Buona la prestazione di Pirlo (che nelle ultime uscite era sembrato meno lucido) e Balotelli che da solo regge il peso di tutto l’attacco (un giorno forse capiremo perché Giaccherini è titolare inamovibile in questa nazionale). Da rivedere la difesa azzurra con Barzagli imbarazzante (un tempo in difesa avevamo Baresi, Nesta, Cannavaro, oggi abbiamo Barzagli, bah…) e Chiellini che in più di un’occasione picchia come un fabbro.
Non è sicuramente l’Italia orribile che quattro anni si fece buttare fuori dalla Confederations Cup da Egitto e Usa ma la sensazione è che per competere con Spagna, Brasile (e forse Uruguay) servirebbe qualcosina in più. A Prandelli il compito di trovarlo. Per il momento buona la prima.

PS: Nota a margine per la telecronaca Rai. La presenza di Beppe Dossena è il segnale evidente di come l'azienda televisiva sia in grave crisi. E con lui al suo fianco anche Stefano Bizzotto va in tilt.
Per fortuna nello studio di Roma c'é il "nostro" Stramaccioni a fare da opinionista. Forse abbiamo trovato un motivo valido per seguire questa Confederations Cup.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Mattia ha detto...

Dopo le ultime pessime uscite temevo una Italia deludente. Invece credo che possiamo essere soddisfatti della gara degli azzurri.

Simone ha detto...

Buona Italia, sicuramente una partita soddisfacente ma sono daccordo con Entius, la Spagna é nettamente più forte (sto seguendo la sfida contro l'Uruguay, le Furie Rosse sono davvero forti)

Pakos ha detto...

A me l'Italia non é dispiaciuta, nonostante alcune "presenze" di non facile comprensione.
Sulla telecronaca c'è poco da dire. Siamo distanti anni luce dall'era Pizzul.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails