GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 2 marzo 2013

C'ERAVAMO TANTO AMATI... (e ora l'ostacolo Catania appare più impervio)

Non bastava l’infortunio di Milito, non bastava il periodo non proprio prospero (10 punti nelle ultime 10 gare, media da retrocessione), non bastava le figuracce che rimediamo in giro per l’Europa nell’andare a raccattare un ex giocatore per rimpolpare il nostro reparto offensivo.
C'eravamo tanto amati...
A rendere ancora più difficile la situazione è il litigio avvenuto ieri pomeriggio tra Stramaccioni e Cassano al termine dell’allenamento. Secondo quando riferito dalla Gazzetta dello Sport stamattina, pare che i due abbiano avuto un feroce diverbio verbale e che solo l’intervento di Cordoba e Stankovic ha impedito che la situazione degenerasse. Questo quello che scrive la Gazzetta, poi bisogna capire dove finisce la fantasia giornalistica e dove comincia la realtà dei fatti. Ma il fatto che il fantasista barese non rientri tra i convocati lascia intendere che qualcosa sia successo sebbene il tecnico nerazzurro, giustamente, abbia sminuito l’accaduto "È una mia decisione, non è una sospensione. Quello che è successo ieri va riportato nei binari di qualcosa che può succedere, è stata soltanto una discussione".

Lo stesso Stramaccioni poi si dimostra particolarmente infastidito dal fatto che qualcuno abbia spifferato tutto al giornalista di turno "Chi ha riportato oggi non ci vuole bene, perché devono rimanere nello spogliatoio. È stata una discussione, non c'è stato alcun contatto. Mi dà fastidio che sia stata riportata all'esterno, chi l'ha riportata non vuole bene all'Inter, perché lo spogliatoio è sacro."

Del resto episodi del genere capitano spesso in quasi tutte le squadre di Serie A. Il problema è che quando succede altrove raramente c’è il giocatore pronto a spifferare tutto. E sarebbe curioso sapere chi è questo simpaticone dalla bocca particolarmente larga.
In ogni caso, purtroppo, a farne le spese è come sempre l’Inter che domani andrà a Catania per una trasferta molto impegnativa (i siciliani sono indietro di soli due punti e in caso di vittoria ci scavalcherebbero) con il reparto offensivo ridotto all’osso e con Stramaccioni che farà riposare Palacio in vista dell’impegno europeo lanciando dal primo minuto Rocchi supportato da Alvarez, Guarin e Schelotto. Scelte obbligate anche in difesa dove le assenze dello squalificato Ranocchia e degli infortunati Nagatomo, Silvestre e Samuel costringe Strama a giocare con Zanetti e Pereira esterni e Juan Jesus e Chivu in mezzo. A centrocampo infine Kuzmanovic e Gargano con Kovacic che ancora una volta si accomoderà in panchina.

Dall’altro lato un Catania privo degli squalificati Legrottaglie e Bellusci e degli infortunati Barrientos e Almiron. Ma comunque un Catania in gran forma, che, considerando solo il girone di ritorno, sarebbe primo in classifica e che aspira ad un posto in Europa. Nei 15 precedenti il bilancio è a favore dei nerazzurri con 8 vittorie, due pareggi e 5 sconfitte ma è chiaro a tutti che stavolta sarà diverso. Stavolta loro sono carichi e in forma e noi siamo in una crisi infinita da cui non riusciamo ad uscire. Tanto che in settimana qualche giornale ha addirittura ipotizzato che il “clamoroso al Cibali” stavolta sarebbe se a vincere fosse l’Inter.
Come dargli torto? Dopo Fiorentina e Milan ci tocca un altro scontro diretto. Ma stavolta non si può assolutamente sbagliare. Portare a casa i tre punti è un obbligo tassativo. La corsa per l’ultimo posto che vale la Champions League è già particolarmente affollato, aggiungere un'altra pretendente e allo stesso tempo allontanarci dall’obiettivo non è ammissibile.
Vincere a Catania sarà difficile, molto difficile. Ma non impossibile. Bisogna togliere fuori gli attributi e fare una partita da Inter, mettendo in campo tutto l’orgoglio e la rabbia agonistica che abbiamo in corpo. Io ci credo. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Simone ha detto...

Visto i precedenti di Cassano, era ovvio che prima o poi qualcosa sarebbe successo. Anche se non si è ben capito il perché del litigio.
Ora la situazione offensiva dell'Inter diventa davvero complicata...

Matrix ha detto...

Quasi quasi Carew poteva tornarci utile...
Battute a parte, la situazione è delicata ma nulla è perduto. Magari finalmente si sveglia Rocchi oppure Alvarez e Schelotto fanno una partita memorabile. Io, come te, ci credo. Possiamo farcela. Dobbiamo farcela.

Winnie ha detto...

Spero che non siamo di fronte ad un altro caso Sneijder. Non possiamo proprio permettercelo in un momento così delicato della stagione.
Oggi sarà dura. E al contrario di voi non sono poi così fiducioso.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails