GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 7 ottobre 2012

VINCERE, NEL DERBY CONTA SOLO QUELLO

Un derby è sempre un derby. Anche se il mercato estivo ha indebolito entrambe, anche se ci sono volute 7 partite stagionali perché San Siro vedesse trionfare la squadra di casa, anche se la classifica non sorride a nessuna delle due. Altrove il derby vale una stagione. Dalle parti di Milano gli obiettivi sono ben altri ma vincere il derby rimane una priorità.
Negli ultimi anni spesso il derby ci ha sorriso (eccezion fatta per la stagione post-triplete e la Supercoppa del 2011) e qualche giorno fa leggevo che considerando tutte le categorie (Primavera, Allievi e via discorrendo) gli ultimi 17 derby ci vedono imbattuti (11 vittorie e 6 pareggi).

Ma ogni derby fa storia a sé, ogni derby è una partita a sé. Essere i più forti non conta, anzi spesso vale la regola che a vincere sia il più debole. Negli anni in cui dominava il Milan è capitato di portare a casa il derby e, viceversa, nel quinquennio di dominio nerazzurro alcune volte siamo usciti sconfitti dalla stracittadina. Arrivare da favoriti al derby è quasi una iettatura, una maledizione.

Che derby sarà quello che ci prepariamo ad affrontare questa sera? Sicuramente una sfida che potrà riservare sorprese e protagonisti inaspettati. E’ normale che vincere stasera potrebbe dare una svolta alla stagione per entrambe. Ho detto “potrebbe”, perché non è detto che chi vinca ritrovi la retta via smarrita o che chi perda cada nell’abisso.
Non so come Stramaccioni intenda schierare l’Inter. Probabilmente confermerà la difesa a tre e si presenterà con un centrocampo a cinque. Oppure metterà Coutinho trequartista come domenica scorsa.
Chi mi segue sa come la penso riguardo alla formazione quando di fronte abbiamo Juventus o Milan: non importa chi scenderà in campo, l’importante è che diano il massimo e lottino con il coltella tra i denti e la rabbia che sprizza dagli occhi. E lo stesso deve valere per questo derby. Anche perché vorrebbe dire vincere la terza partita in sette giorni e ci rilancerebbe alla grande.
In genere capita (soprattutto in occasione di partite particolarmente importanti) di avere sensazioni positive o negative, di essere convinti che vinceremo o perderemo. Stavolta per quanto mi riguarda non ho nessuna sensazione su come possa finire. Ho la vaga sensazione che uno tra Pazzini e El Sharaawi ci faccia un gol ma niente di più. Vinceremo? Perderemo? Così, a pelle, non saprei dirvi. Magari finirà con un pareggio (anche se l’ultimo pareggio risale a ben otto stagioni fa, 0-0 il 24 ottobre 2004) e tutti contenti. O quasi. Ma quali contenti? Quando si tratta del derby il pareggio e la sconfitta non devono essere presi in considerazione. Vincere, conta solo e soltanto vincere. Anche stasera. Soprattutto stasera. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

marco novelli ha detto...

Io spero nel pareggio.... e nella schedina ho messo l'over

http://blogcalciobianconero.blogspot.it/

Michele ha detto...

Sarà un bel derby. E spero che il Faraone la butti dentro. Se poi arrivasse anche il gol dell'ex...
Buon derby e... FORZA MILAN !!!

Anonimo ha detto...

Non sono d'accordo sul fatto che il mercato di quest'anno abbia indebolito l'Inter, soprattutto considerando che l'anno scorso è finita settima a 26 punti dalla prima... se fosse come dici tu allora saremmo da zona retrocessione... il Milan invece si è oggettivamente indebolito, e di parecchio...
Forza Inter sempre!!!
Juan

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails