GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 30 settembre 2012

L'ENNESIMO TENTATIVO DI SFATARE IL TABU' DI SAN SIRO

Gli ultimi precedenti sono beneauguranti 12 vittorie nelle ultime 13 sfide di cui 10 nelle ultime 10 sfide. L’ultima volta che l’Inter non è uscita vittoriosa da San Siro contro la Fiorentina risale al 7 maggio 2000, uno 0-4 firmato da Chiesa (doppietta), Batistuta e Bressan.
Con questi numeri (che in fondo sono solo numeri visto che non più tardi di 7 giorni fa il Siena mai vittorioso con l’Inter ha sbancato San Siro con un netto 2-0) l’Inter si appresta stasera ad affrontare la Fiorentina di Montella.
I viola, come già ripetuto più volte nell’ultima settimana, sono una bella squadra, finora hanno fatto un bel campionato e nell’ultimo turno infrasettimanale hanno fermato la Juventus sullo 0-0 (meritando anche di vincere). Insomma non è per niente un buon cliente e probabilmente non l’avversario ideale per sfatare il tabù di San Siro che in questa stagione non ci ha mai visto vittoriosi (il Milan si è sbloccato mercoledì contro il Cagliari).
Stramaccioni, nonostante l’indisponibilità di Chivu sembrerebbe intenzionato a riproporre nuovamente il 3-5-2 confermando il trio difensivo Ranocchia-Samuel-Juan Jesus.
A centrocampo Nagatomo e Pereira sono gli esterni mentre il dubbio Cambiasso-Gargano (con l’ex napoletano favorito) per chi affiancherà Zanetti e Guarin in mezzo. In avanti, viste le assenza di Palacio e Sneijder (ne avrà per un mese, salterà anche il derby), scelte forzate per il tecnico nerazzurro con Cassano che affiancherà Milito.
Io avrei provato a schierare Alvarez in mezzo al campo per dare qualità al centrocampo con Zanetti spostato su uno dei due lati (tanto finora né Nagatomo né Pereira hanno entusiasmato).
Montella dovrebbe confermare la formazione scesa in campo martedì. L'unica eccezione potrebbe essere Migliaccio al posto di Romulo. Sulla fascia destra, Cuadrado appare favorito su Cassani, mentre Ljajic e Fernandez si giocheranno un posto al fianco di Jovetic.
La Fiorentina, già forte di suo, arriva a San Siro sulle ali dell’entusiasmo. Per l’Inter una sfida tutt’altro che semplice. Per sfatare il tabù San Siro servirà una grande Inter, forse la migliore di questa stagione. Un’Inter che trasferisca in casa tutto ciò che di buono si è visto in trasferta.
Un’Inter attenta in difesa ma che sappia essere incisiva in avanti (in questo senso un Alvarez in mezzo al campo, come ipotizzavo sopra, potrebbe essere un’arma in più).
Sinceramente non sono ottimista più di tanto. Spero che l’Inter possa finalmente dare un piccolo segno di maturità e di crescita ma allo stesso tempo sono consapevole che la squadra nerazzurra vista finora non ispira fiducia e tranquillità. Tutto può succedere. E chissà che finalmente non arrivi la tanta sospirata inversione di tendenza. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nerazzurro ha detto...

Una vittoria stasera sarebbe importantissima per il morale. É parecchio difficile ma non impossibile. Crediamoci !!!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails