GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 8 giugno 2012

EUROPEI AL VIA. PARTE LA CACCIA ALLA SPAGNA

Ancora poche ore e Polonia-Grecia darà il via all’edizione numero 14 degli Europei di calcio. Europei che per la prima volta verranno disputati in due paesi dell’Europa dell’est. Sebbene l’attenzione sia concentrata su ben altri argomenti (il massacro di cani in terra ucraina, per esempio, sta facendo molto scalpore e animando parecchie discussioni) vorrei sottolineare l’importanza di una manifestazione continentale in terre dell’Est, un evento che potremmo paragonare al Mondiale sudafricano.
Ci saranno tutte le grandi protagoniste della scena internazionale. La Spagna (campione in carica e superfavorita), la Germania (finalista quattro anni fa) l’Olanda, l’Inghilterra (assente in Austria e Svizzera), la Francia, l’Italia, e ancora Portogallo, Russia, Svezia, Danimarca, insomma non mancherà nessuno.
La grande favorita alla vittoria finale è senza ombra di dubbio la Spagna. Le Furie Rosse, dopo aver trionfato all’Europeo di quattro anni fa e dopo aver conquistato il titolo mondiale, proveranno a fare lo storico tris.
Ma per Iniesta e compagni non sarà facile. Innanzitutto perché Olanda e Germania faranno di tutto per “vendicarsi” degli spagnoli. Gli Orange, finalisti al Mondiale sudafricano, proveranno a riportare nei Paesi Bassi il titolo che manca da 24 anni. La Germania, sconfitti nella finale di quattro anni fa ed eliminati dagli spagnoli in semifinale al Mondiale di due anni fa, hanno sempre onorato al meglio le competizioni internazionali e faranno di tutto per conquistare il loro quarto titolo.
Non è difficile ipotizzare che le favorite al titolo sono queste tre nazionali ma occhio alle outsider. A partire dalla nostra Italia che non parte con i favori del pronostico ma che, come già scrivevo ieri sera, ha le carte in regola per poter fare molto cammino nella manifestazione. Discorso che vale anche per Francia e Inghilterra allenate da due vecchie conoscenze dei tifosi nerazzurri ovvero Laurent Blanc (ex difensore dell’Inter e più volte accostato alla panchina della Beneamata) e Roy Hodgson (ex allenatore dell'Inter) che a sorpresa è stato chiamato ad allenare la nazionale dei Tre Leoni dopo l’abbandono di Fabio Capello.
Ma l’Europeo è una competizione che ha sempre regalato sorprese. Basti pensare alla Danimarca vittoriosa nel 1992 o alla Grecia che trionfò nell’Europeo portoghese di otto fa.
E non è escluso che anche in questa edizione potrebbe arrivare la sorpresa. Magari proprio l’Irlanda di Giovanni Trapattoni. I verdi irlandesi sono capitati in un girone ostico con Spagna e Italia e superare il turno appare molto difficile. Almeno sulla carta, perché poi sul campo è tutt’altra storia. E di storia Trapattoni se ne intende.
E ora, come ripeto spesso io, mettetevi comodi e spegnete le luci. L’Europeo sta per iniziare. Su il sipario…
BUON EUROPEO !!!


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Mattia ha detto...

Credo che sarà sicuramente un bell'Europeo. E non escluderei possibili sorprese.

Theseus ha detto...

Le sorprese, e l'abbiamo visto anche ieri sera, potrebbero arrivare anche dalla Russia.
A me la squadra di Advocaat mi ha fatto un'ottima impressione.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails