GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 7 aprile 2011

RISOLLEVIAMOCI !!!

Succede di cadere. Succede nel calcio come nella vita. Ma come disse una volta qualcuno “non è forte chi non cade mai, ma chi cadendo trova la forza di rialzarsi”. Ecco noi siamo caduti, pesantemente, rovinosamente, ma ora tocca rialzarsi.
Da qui a fine stagione ci sono ancora almeno dieci partite. 10 partite che possono determinare e definire l’esito di questa stagione. Se vogliamo essere ottimisti, possiamo ancora portare a casa uno scudetto. Se vogliamo credere nei miracoli, possiamo ancora ribaltare il risultato in Germania e arrivare in semifinale di Champions League. Volendo rimanere in un ambito più razionale credo che arrivare nei primi tre e vincere la coppa Italia sono obiettivi alla nostra portata per chiudere dignitosamente la stagione.
Gli ultimi tre mesi siamo andati a mille risollevando le sorti di una stagione che aveva preso una brutta piega. Siamo arrivati ai primi di aprile a giocarci un derby che valeva lo scudetto. Ci avreste scommesso a Natale?
Ci eravamo illusi che questi tre mesi fossero il trampolino di lancio per nuove vittorie, invece sono serviti solo per ridare dignità ad una stagione che aveva preso una brutta piega. A Natale eravamo settimi o ottavi, lontani dalla vetta e fuori dai posti per l’Europa, oggi siamo in piena corsa per i tre posti Champions.
E in Europa? Mettiamo da parte la cinquina per un attimo. Ragazzi siamo nelle prime otto. I juventini fanno tanti blablabla ma loro sono stati sbattuti fuori dal Lech Poznan, i milanisti sono felici ma loro sono usciti col Tottenham, mica col Barcellona. E i romanisti? Aspettano gli americani come i salvatori della patria.
Dopo un Triplete e dopo aver portato a casa cinque trofei in sei mesi, non è facile rimanere a bocca asciutta. Ma abbiamo vissuto questa stagione da protagonisti. Stiamo lottando per il titolo nazionale, siamo arrivati ai quarti (unica squadra italiana) della massima competizione europea e possiamo chiudere questa stagione in modo dignitoso.
E’ evidente che l’allenatore attuale non è all’altezza del ruolo che gli hanno affidato e che la rosa ha bisogno di alcuni innesti. Ma non pensiamoci adesso, c’è tutta l’estate (presidente Moratti, abbiamo detto l’estate non gennaio) per pensarci e porre rimedio a questa situazione.
Ora dobbiamo ricompattarci e risollevare la testa. Alziamoci da terra come farebbe un guerriero, togliamo via la polvere e riprendiamo la nostra battaglia. La nostra stagione non è finita al derby, né a San Siro due giorni fa. La nostra stagione inizia ora. E il nostro unico obiettivo sarà portare a casa la pelle. Che cosa è rimasto? Il secondo posto? Lo voglio. La Coppa Italia? Deve essere nostra. Un’uscita di scena dignitosa dall’Europa? La pretendo.
Dopo una grande abbuffata può starci di sederti al tavolo e mangiare una minestrina, l’importante è stare seduto al tavolo, l’importante è non essere sbattuti fuori da quel tavolo chiamato vittoria.

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

1 commento:

Winnie ha detto...

Ecco, è proprio queto che voglio sentire da un tifoso interista. Basta piangersi addosso, basta fare processi.
Non sarà una stagione trionfale pazienza, ma almeno vediamo di concluderla in modo dignitoso.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails