GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 11 marzo 2011

L’INTER FA CILECCA E SALUTA LE SPERANZE DI RIMONTA

Serie A 2010-2011 – 29^ Giornata
BRESCIA - INTER 1 - 1
18' ETO'O - 84’ Caracciolo

Brescia: Arcari; Zebina, Bega, Zoboli; Zambelli (16' st Eder), Koné, Vass (38' st Lanzafame), Hetemaj, Berardi (25' Daprelà); Diamanti, Caracciolo.
A disposizione: Sereni, Mareco, Baiocco, Possanzini.
Allenatore: Giuseppe Iachini
INTER: Julio Cesar; Maicon, Lucio (20' st Cordoba), Ranocchia, Nagatomo (33' st Materazzi); Zanetti, Stankovic; Pandev, Sneijder, Eto'o; Pazzini (25' st Kharja).
A disposizione: Castellazzi, Mariga, Obi, Coutinho.
Allenatore: Leonardo
Arbitro: Gianluca Rocchi di Firenze

L’Inter spreca molto, Leonardo sbaglia completamente i cambi, Cordoba e Pandev fanno più danni che altro (volevo scrivere più danni di uno tsunami ma visto ciò che è successo stanotte in Giappone non mi sembrava il caso) e alla fine il Brescia porta a casa un punto e l’Inter abbandona le speranze di rimonta e i sogni scudetto.
Leonardo si affida al 4-2-3-1 per cercare di chiudere la partita subito. Partenza veemente del Brescia ma poco dopo il quarto d’ora è l’Inter a passare in vantaggio con il solito Eto’o, bravo a sfruttare un colpo di testa di Ranocchia su calcio d’angolo. Inter in vantaggio che prende in mano la partita. I nerazzurri sfiorano il raddoppio in un paio d’occasioni e chiudono il primo tempo in meritato vantaggio.
Nella ripresa il Brescia trova la reazione e prova a rendersi pericolosa. L’Inter resiste e a sua volta sfiora il gol della tranquillità (Sneijder colpisce pure un palo). Ma a questo punto sale in cattedra Leonardo che opera delle sostituzioni completamente sbagliate. Prima toglie Lucio per Cordoba e poi sostituisce Pazzini con Kharja lasciando in campo un molto deludente Pandev.
Nel calcio ci sono alcune regole non scritte. Una di queste dice che se non chiudi la partita prima o poi la prendi in quel posto e così ad una manciata di minuti dalla fine su calcio d’angolo di Diamanti, Cordoba fa l’assist man per Caracciolo che la butta dentro. Tutto qui? No, c’è ancora tempo a disposizione di Cordoba per fare danni. Proprio allo scadere il colombiano atterra in area Caracciolo. Rigore ed espulsione. Dal dischetto Julio Cesar ipnotizza Caracciolo e para il rigore dell’attaccante bresciano salvando almeno il pareggio. Nei minuti di recupero poi ci sarebbe un rigore per l’Inter ma l’arbitro (Rocchi, vi dice niente questo nome?) non lo vede.
Finisce in parità. L’Inter non è stata brava a chiudere la partita. Pandev si è sbagliato l’inverosimile, Cordoba non ne ha azzeccata una e Leonardo ci ha messo molto del suo. A questo punto nemmeno un miracolo può rimetterci in corsa per lo scudetto. Dobbiamo lottare per questo secondo posto che tutto sommato non è da buttare via. E magari concentrarci sulla Champions League anche se la vedo molto dura.
Stendiamo un velo pietoso sull’arbitro. Il signor Rocchi è ben noto dalle nostre parti e stasera non si è smentito. Rigore su Pandev nel primo tempo non visto, sul calcio d’angolo del pareggio il pallone esce dal rettangolo di gioco, il fallo da rigore del Brescia è al limite dell’area (quindi è punizione e non rigore), rigore su Kharja nei minuti di recupero ignorato. Ma in tutta sincerità mi sembra eccessivo imputare colpe all’arbitro. Nonostante l’arbitraggio discutibile noi la partita potevamo e dovevamo portarla a casa. Se Pandev fosse stato più preciso sotto porta, se Cordoba non avesse fatto le due cazzate, se Leonardo avesse usato un po’ di logica nei cambi (perché togliere Pazzini visto che a Monaco non giocherà?), saremmo qui a parlare di un’altra partita nonostante le decisioni arbitrali
E ora andiamo avanti. Sia in campionato che in Champions League la nostra strada è diventata all’improvviso in ripida salita. In 5 giorni possiamo sprecare tutto ciò che di buono avevamo fatto in due mesi. Il titolo nazionale è andato, che succederà in Europa? Lo sapremo fra quattro giorni. E nel bene e nel male noi saremo qui a tifare ancora per i nostri ragazzi.
FORZA INTER !!!

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

7 commenti:

Winnie ha detto...

Lo scorso anno il 12 marzo (venerdì...) a Catania entrò Muntari e fece un disastro dando un contributo decisivo alla sconfitta.
Tre giorni dopo andammo a Londra e... vabbè non dico neinte. Chissà...

Entius ha detto...

Ssssssttttt Winnie non diciamo nulla. Per carità!!!

Nerazzurro ha detto...

Ok, noi abbiamo fatto i nostri errorucci ma se Rocchi dava il rigore nel primo tempo? E se annullava giustamente il pareggio?
Credo che le decisioni dell'arbitro abbia influito quanto i cambi di Leonardo, gli errori di Pandev e i disastri di Cordoba.

Anonimo ha detto...

l'inter può ancora vincere il campionato,in Europa anche

imperatix ha detto...

commento in tutto e per tutto con questo articolo...molta colpa di questa mancata vittoria è stata nostra, con errori dei singoli e cioè cordoba e pandev(peccato perchè se non fosse per i gol mangiati ha fatto na buona partita)comunque rocchi è stato qualcosa di incomprensibile...ci sono stati 4 episodi importanti nella partita(sono quelli che hai elencato tu) e gli ha sbagliati tutti e tutti a nostro sfavore...mi sa k almeno con noi le lamentele funzionano,vedremo se altri sono intoccabili...

Vincenzo ha detto...

Quando si sbagliano tutti quei gol alla fine paghi. Potevamo vincere con tanti gol di scarto ma abbiamo sciupato tantissimo con Pandev e Sneijder.

Se il milan vince diventa quasi impossibile...

Brother ha detto...

La vedo dura riuscire a tenere il passo del Milan. Certo nel calcio tutto può succedere ma se il Milan vince e va a +7 ci servirà un grosso miracolo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails