GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 1 febbraio 2011

MERCATO DI RIPARAZIONE. CHI AVRA' FATTO L'AFFARE?

CLASSE AAnalisi e commenti sul Campionato Italiano
Ultima giornata di calciomercato molto intensa quella vissuta ieri. Molte le trattative portate al termine sul filo di lana. Dello scambio Santon-Nagatomo ho già detto, la Juventus ha preso Matri cedendo in prestito Amauri al Parma, sempre dalla Juventus arriva l’ultimo acquisto del Milan che ha portato in rossonero Legrottaglie, il Napoli ha preso Mascara, Cristiano Zanetti al Brescia, Paolucci al Palermo, Cepellini al Cagliari, Felipe al Cesena, Schelotto e Bergessio al Catania.
Chi si è rinforzato in questo mercato? Domanda classica che si fanno tutti e la cui risposta verrà data dal campo nei mesi a seguire. E’ facile fare ipotesi ma non sempre un giocatore mantiene le promesse della vigilia o quello che sembrava un acquisto di poco conto si rivela decisivo.
In ogni caso proviamo a vedere chi sulla carta si è rinforzato di più. Sicuramente il miglior mercato l’hanno fatto Milan e Inter. I rossoneri hanno aggiunto ad una rosa già competitiva la classe di Cassano, l’esperienza di Van Bommel e Legrottaglie (anche se sul bianconero ho qualche perplessità) e un giocatore di sicuro avvenire come Emanuelson.
Ma si sono rinforzati anche i cugini nerazzurri. Pazzini è un colpo di mercato di enorme peso, Ranocchia rappresenta uno dei difensori italiani più promettenti, Kharja e Nagatomo rappresentano delle riserve di qualità. Benitez aveva chiesto 4 rinforzi, Moratti li ha dati a Leonardo. Anche se sul quarto rinforzo, Nagatomo, nutro qualche perplessità.
Chi doveva rafforzarsi era la Juventus. I bianconeri hanno comprato due attaccanti Toni e Matri. Il primo è un bomber ormai a fine carriera mentre l’ex cagliaritano (la cui cessione non è stata presa molto bene dai tifosi sardi) da solo non basta a cambiare volto ad una squadra che non sta attraversando un buon momento. Alla corte di Del Neri arriva anche Barzagli. Anche se questa squadra aveva bisogno di u
n difensore esterno più che di uno centrale.
Le romane sono state praticamente ferme. La Roma per i ben noti motivi societari, la Lazio per un motivo che rimane del tutto misterioso. Unico nuovo arrivo Sculli. Un vero peccato, Reja avrebbe meritato un paio di acquisti.
Pochi inserimenti ma di qualità per il Napoli che ha preso Mascara e il forte difensore spagnolo Ruiz. L’Udinese ha ceduto Floro Flores ma il vero colpo di mercato dei friulani è aver trattenuto Sanchez e Inler.
Niente movimenti di particolare interesse per il Palermo eccezion fatta per la cessione di Maccarone e l’acquisto di Paolucci.
Da incubo il mercato della Sampdoria (sicuramente il peggiore) che in un solo colpo si è sbarazzata di Cassano, Pazzini e Marilungo rimpiazzati con Maccarone e Macheda.
Rivoluzione quella attuata invece dai cugini rossoblu che hanno acquistato Antonelli, Konko, Rodriguez, Paloschi, Boselli e Floro Flores e ceduto Ranocchia, Modesto, Kharja, Palladino, Toni e Sculli.
Fermo il mercato della Fiorentina mentre il Parma ha preso Amauri per rinforzare un reparto offensivo che finora poteva contare solo sui gol di Crespo (e che probabilmente continuerà a poter contare solo sui gol di Crespo).
Tra le squadre di medio-bassa classifica si è mosso molto bene il Cesena che ha preso Santon, Rosina, Dellafiore e Felipe. Pochi movimenti per
Bologna (anche qui problemi societari), Catania (che però ha perso un punto di riferimento come Mascara), Chievo (che conferma la rosa che finora sta facendo bene) e Lecce.
Il Cagliari ha perso un attaccante come Matri la cui assenza nel reparto offensivo si farà sentire molto, il Brescia, che non sta messo benissimo, ha fatto un paio di innesti di qualità, Zanetti e Lanzafame, che potranno fare la differenza mentre il Bari, che ha trattenuto Barreto la cui cessione alla Fiorentina è saltata all’ultimo secondo, si affida ai gol di Okaka, Rudolf e Bentivoglio. Alcuni di questi acquisti risulteranno decisivi per raggiungere i propri obiettivi, altri saranno inutili. In fondo, la linea che divide l’affare dal flop è sempre sottile.
VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Pakos ha detto...

Inter e Milan si sono mosse bene, al contrario della Juventus.
Anche se la palma di peggior mercato se la contendono in 3-4.
La Sampdoria per le cessioni suicida, Fiorentina e Lazio per l'immobilismo, il Cagliari per aver ceduto il suo bomber più prolifico.
Rispetto ad altri anni è stato un mercato molto attivo.

Mattia ha detto...

Anche io sono scettico su Amauri. La speranza è che cambiare aria gli possa far bene e ritorni ad essere l'attaccante apprezzato a Palermo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails