GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 26 gennaio 2011

INTER "RIGOROSAMENTE" IN SEMIFINALE

Coppa Italia 2010-2011 – Quarti di Finale
NAPOLI - INTER 4 - 5 dcr (0-0 dopo 120')
SEQUENZA RIGORI: Cavani (gol), Eto'o (gol), Hamsik (gol), Cambiasso (gol), Lavezzi (alto), Pandev (gol), Zuniga (gol), Motta (gol), Yebda (gol), Chivu (gol)

NAPOLI: De Sanctis; Campagnaro, P. Cannavaro, Aronica; Maggio, Pazienza (8' pts Yebda), Gargano, Dossena (25' st Zuniga); Hamsik, Lavezzi; Cavani
A disposizione: Gianello, Santacroce, Cribari, Sosa, Lucarelli
Allenatore: Walter Mazzarri
INTER: Castellazzi; Maicon, Cordoba (38' st Lucio), Ranocchia, Chivu; Zanetti, Cambiasso, Thiago Motta; Stankovic (18' st Mariga); Eto'o, Pandev
A disposizione: Orlandoni, Obi, Materazzi, Coutinho, Santon
Allenatore: Leonardo
Arbitro: Paolo Valeri (sez. arb. Roma 2)

Servono 120 minuti e la lotteria dei rigori all’Inter per spuntarla sul Napoli e approdare alle semifinali del torneo dove troverà la vincente di Juventus-Roma.
Leonardo schiera la stessa formazione di Udine con la sola eccezione di Ranocchia per Lucio.
Primo tempo equilibrato con il Napoli più brillante e l’Inter che dopo un brivido al 12esimo (Maicon perde palla ingenuamente e ne nasce un contropiede che porta al gol di Cavani, annullato per fuorigioco) cerca di non scoprirsi. Purtroppo il terminale offensivo nerazzurro è rappresentato da Pandev, non proprio il top. Per fortuna i nerazzurri sfruttano le incursioni dei centrocampisti. Ed è proprio l'Inter ad avere l’occasione più ghiotta del primo tempo che sfrutta una disattenzione difensiva del Napoli con Maicon che mette in piena area un pallone per Cambiasso che colpisce a botta sicura. Bravissimo De Sanctis a respingere sulla traversa.
La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo ma pian piano l’Inter (che perde Stankovic per infortunio) si spenge e il Napoli esce fuori. L’ultimo quarto d’ora è un monologo partenopeo con l’Inter che si salva come può.
Ma gli azzurri di Mazzarri non riescono a superare il muro nerazzurro e così si va ai supplementari. Anche qui la storia non cambia. Il Napoli attacca a spron battuto e l’Inter si difende come può. Quando al minuto 120 l’arbitro fischia la fine delle ostilità, sono molti i nerazzurri che tirano un sospiro di sollievo.
Si va ai rigori. Segnano Cavani, Eto'o, Hamsik e Cambiasso. Lavezzi calcia alto. Ed è questo l’errore decisivo che permette all’Inter di approdare in semifinale perché Pandev, Zuniga, Thiago Motta, Yebda e Chivu non sbagliano.
L’Inter quindi supera il turno seppur con qualche affanno di troppo. Il Napoli ha giocato nettamente meglio e avrebbe meritato più dell’Inter di superare il turno. Ma nel calcio non sempre vincono i più forti.
Rispetto ad Udine l’Inter di stasera non mi è dispiaciuta. Fino a quando non è finita la benzina abbiamo tenuto testa al Napoli e avremmo anche potuto segnare. Purtroppo Pandev in questo momento è un fantasma ed è triste vederlo giocare per forza perché non abbiamo alternative. Spero che questo attaccante arrivi presto.
In compenso ho visto un buon centrocampo. Cambiasso è stato bravissimo, bene anche Thiago Motta e Stankovic (peccato per l’ennesimo infortunio). Bene anche Maicon che spinge sulla fascia come sa fare. E lo stesso ha fatto Chivu sul versante opposto. Un po’ in ombra Eto’o, troppo distante dalla porta per rendersi pericoloso.
L’importante comunque aver portato a casa la qualificazione. Per stasera va bene così ma c’è ancora molta strada da fare. Ed è bene che si inizi a capire quale percorso vogliamo fare per arrivare a vincere ancora. FORZA INTER !!!


VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

Brother ha detto...

Napoli ueh ueh!! Però dove cazzo pensiamo di andare? stiamo a pezzi...

Winnie ha detto...

Io invece sono daccordo con Entius. Per una buona parte della gara abbiamo tenuto testa al Napoli.

E poi vorrei sottolineare un elemento che a molti è sfuggito. Dopo due mesi siamo riusciti a non prendere gol nei 90, anzi nei 120 minuti. E difronte non avevamo certo degli attaccanti qualsiasi.

Vincenzo ha detto...

Il Napoli meritava di passare, ma giocare in trasferta in uno stadio così non è facile.

Ranocchia cmq è troppo forte.

Ciao.

Antonio ha detto...

Io vorrei sottolineare un altro elemento: Mazzarri è da prendere a bottigliate un giorno sì, e l'altro pure. Personaggio ridicolo.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Il Napoli alla distanza vi ha messo sotto ma finchè avete retto fisicamente non mi siete dispiaciuti e la buona sorte alla fine vi ha premiato...ciao!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails