GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 17 novembre 2010

BISOGNA ANDARE AVANTI CON BENITEZ !!!

Vabbè, era ovvio e sinceramente non mi meraviglio più di tanto. Era naturale che perdere il derby avrebbe portato dritto sulla graticola Benitez. E il nostro malinconico deja-vu continua con lo spettro del Moratti mangia-allenatori che a distanza di molti anni ritorna minaccioso.
A leggere i giornali, l’esone
ro di Benitez è solo una questione di settimane, di ore, forse mentre sto scrivendo l’allenatore spagnolo sta ricevendo una telefonata del nostro presidente che gli dà il benservito. Il toto allenatore per il dopo Benitez è più vivo che mai. Spalletti, fresco campione di Russia, il più accreditato ma occhio anche a Leonardo, Rijkaard e Guardiola. Stasera ci addormentiamo con Benitez, domani mattina potremmo svegliarci con un’altro sulla panchina nerazzurra.
Inutile ripetere concetti che ho già espresso altre volte. La nostra stagione è partita malissimo, colpa di Benitez ma anche dei giocatori e della società. Domenica sera aspettando il fischio d’inizio del derby ho fatto una riflessione ai miei compagni di tifo riferendomi all’idea di schierare Materazzi “Benitez ha fatto un azzardo. Se Matrix ferma Ibrahimovic è stato un genio, altrimenti è un coglione”. Come è andata l’abbiamo visto tutti, anche se bisogna ammettere che rigore a parte Materazzi non ha fatto particolari disastri.
A volte un allenatore deve osare. Se va bene è bravo, se va male non capisce nulla. E purtroppo non sempre va bene. Benitez ha fatto i suoi errori (per semplificare ho portato l’esempio del derby) ma anche Mourinho e Mancini a loro tempo li hanno fatti.
Questo per dire che sarebbe un grave errore imputare tutte le colpe a Benitez e usarlo come capro espiatorio. Ognuno deve prendersi le sue colpe, farsi un esame di coscienza e porre rimedio al danno. Cambiare ora non serve a niente, anzi servirebbe solo a buttare all’aria una stagione che per ora ha solo preso una piega storta.
I conti, tranne casi rari (ma non è questo un caso raro), non si fanno a novembre ma a maggio. Arriviamo a fine stagione, tiriamo le somme e poi decidiamo se è il caso di andare avanti con Benitez o rivolgersi altrove.
E a proposito di conti. Sbaglio o questa estate non abbiamo fatto mercato per questioni economiche legate al fair play finanziario? E per tutta risposta dopo tre mesi cambiamo allenatore? Non è un controsenso?
Io non ho dubbi. Bisogna andare avanti con Rafa Benitez. E voi che ne pensate?

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

Pakos ha detto...

Come ben sai non sono tifoso interista e pertanto parlo da sportivo.
L'Inter deve proseguire con Benitez. Almeno fino a quando l'allenatore non avrà quasi tutta la rosa al completo e potrà gicoare come vorrebbe.

Winnie ha detto...

Fino a metà settembre la squadra non andava male. Sarebbe interessante capire cosa è successo dopo.
Secondo me cambiare a stagione in corso sarebbe una cazzata, ma farlo ora a poche settimane dal Mondiale per Club sarebbe una cazzata al cubo.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

E' giusto dare il tempo a Benitez di poter lavorare con l'organico al completo, o quasi: se anche in questo caso i risultati non arriveranno allora sarà condivisibile l'eventuale scelta di esonerarlo...ciao!

Antonio ha detto...

Discorso "costi" dell'eventuale esonero di Benitez..c'e' una clausola di 4 milioni, come quella che c'era nel contratto di Mourinho.

Ecco perche' Moratti ci sta pensando..se la situazione precipita, attiva il paracadute pagando "solo" 4 milioni (il Napoli per Cavani ne ha pagati 5, con 12 da versare a rate, per dire) e puntando su qualcun altro. Certo e' che quando sento circolare il nome del Trap, mi viene da ridere di gusto..

Entius ha detto...

Trapattoni??? Bè se consideri che si è pensato a Leonardo, Dunga o Rijkaard, il vecchio Trap non sarebbe la soluzione più assurda.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails