GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 24 giugno 2010

IL GIAPPONE AGLI OTTAVI CON UNA BELLA OLANDA


MONDIALI DI CALCIO 2010 – GIRONE E

CAMERUN-OLANDA 1-2
36’ Van Persie (O) - 65’ Eto’o rig. (C) - 83’ Huntelaar (O)
L'Olanda chiude la fase eliminatoria del Mondiale sudafricano in testa alla classifica del Gruppo E a punteggio pieno. L'Arancia meccanica ha messo sotto anche un Camerun volenteroso, gagliardo, volitivo, tenace, che alla fine è però uscito sconfitto da un confronto abbastanza equilibrato. Van Persie ed il milanista Huntelaar hanno lanciato verso l'en-plein gli orange che non chiudevano con 3 vittorie su 3 partite il primo girone di una fase finale della Coppa del mondo dall'epopea del calcio totale di Johan Cruijff, Johnny Rep e Rob Rensenbrink. Etòo su rigore aveva risposto a Van Persie, illudendo i leoni d'Africa nella ripresa, ma alla fine non c'è stato niente da fare. Il Camerun si morde le mani per avere gettato la qualificazione alle ortiche non stasera bensì nel match contro la Danimarca: quel ribaltone ha finito per favorire indirettamente i furetti giapponesi, agli ottavi dopo la vittoria 3-1 contro i danesi.
La certa qualificazione dell’Olanda e la certa eliminazione del Camerun permettono alle due squadre di giocare senza grandi pensieri. Ne viene fuori una partita piacevole, una delle più vivaci di questo Mondiale un po’ noioso.
L’Olanda si conferma una grande squadra, una delle più forti e temibili della manifestazione. E’ ormai evidente che gli olandesi possono arrivare lontano e sarebbe stato interessante vedere come sarebbe finito un’eventuale ottavi di finale tra questa Olanda e questa Italia


DANIMARCA-GIAPPONE 1-3
16' Honda (G), 30' Endo (G), 80' Tomasson (D), 86' Okazaki (G)
Per la seconda volta nella sua storia, il Giappone si qualifica per gli ottavi di un Mondiale. L'impresa era già riuscita nel 2002, quando la nazionale nipponica disputò il torneo in casa e vinse il girone comprendente anche Belgio, Russia e Tunisia, prima di arrendersi alla Turchia. Stavolta, però, si può parlare di capolavoro. Sì, perché in Sudafrica la squadra di Okada non ha avuto tutti i vantaggi di cui il Paese organizzatore dell'evento può godere (il supporto del pubblico e non solo quello, se ripensate alla Corea del Sud in quell'edizione del Mondiale...). E soprattutto sta giocando un calcio tatticamente perfetto, evoluto, divertente e veloce. Il Giappone elimina la Danimarca perché è più forte, punto e basta. A Rustenburg, la nazionale di Olsen non sfigura, ma viene messa alle corde da un avversario che passa il turno con pieno merito.
Alla fine fa festa il Giappone. Due perfetti calci piazzati, eseguiti da Honda prima e Endo poi, consegnano vittoria e qualificazione ai nipponici. In chiusura le altre due reti, di Tomasson su rigore e di Okazaki. Gli asiatici passano così agli ottavi, con il sorprendente bottino di 6 punti, alle spalle dell'Olanda capolista; grande delusione invece in casa danese. Gli uomini del ct Olsen sono partiti meglio ma si sono progressivamente smarriti dopo l'1 a 0 firmato dal trequartista del CSKA Mosca.


GIRONE E – CLASSIFICA FINALE
OLANDA 9 GIAPPONE 6 Danimarca 3 Camerun 0


VOTA QUESTO POST CLICCANDO QUI E QUI OK NOTIZIE





Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!


1 commento:

Carlo ha detto...

Meglio non aver incontrato questa Olanda, saremmo stati umiliati sommersi da una goleada.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails