GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 13 giugno 2010

GHANA DI RIGORE. GERMANIA A VALANGA


MONDIALI DI CALCIO 2010 – GIRONE D

SERBIA-GHANA 0-1
84’ Asamoah Gyan rig.
Aspetti la Serbia e invece trovi il Ghana. Nella gara d’esordio gli africani rovesciano il pronostico conquistando la vittoria al termine di una gara tattica, decisa da due episodi favorevoli. La Serbia ha deluso, dimostrando di avere una buona difesa ma grossi limiti in fase d’impostazione.
A decidere la partita è l’ex attaccante dell’Udinese Asamoah Gyan su rigore a sei minuti dal termine per un assurdo tocco di mano di Kuzmanovic (ingenuo nel commettere il fallo), mentre i serbi erano in dieci per l'espulsione di Lukovic al 74'. Tre punti d'oro per la squadra di Rajevac, una punizione troppo eccessiva per i serbi, ma colpevoli di avere offerto una pessima prova.
Zigic e il quasi juventino Krasic hanno deluso molto, ma sono state le sciocchezze di Lukovic e Kuzmanovic a condannare la Serbia. Nel Ghana la fisicità e la concentrazione di un centrocampo di qualità ha sopperito alle assenze, garantendo protezione alla difesa. Il migliore in campo è Asamoah Gyan, che vince la sfida con Vidic creandosi tante occasioni, colpendo due legni e raccogliendo i frutti di tanto lavoro con la perfetta trasformazione del penalty.
Per Stankovic e compagni un inizio in salita. E sabato affronta la Germania.

GERMANIA-AUSTRALIA 4-0
8’ Podolski (G) – 26’ Klose (G) – 68’ Müller (G) – 70’ Cacau (G)
Finalmente una pretendente al titolo inizia il Mondiale in modo convincente. La Germania inaugura la sua avventura sudafricana con una prova sontuosa, un 4-0 all’Australia che scaccia ogni dubbio sulla forza dei teutonici e rende credibile l’assalto alla quarta Coppa.
Partita praticamente a senso unico, con la Germania che realizza due gol per tempo, ma ne potrebbe segnare anche altri. Nei primi 45' vanno a segno prima Podolski e poi Klose. Nella ripresa Mueller e Cacau chiudono il conto. Niente da fare per l'Australia, che resta anche in dieci al 56' per l'espulsione (rosso diretto severo ed esagerato) di Cahill.
Il 4-0 testimonia solo in parte la superiorità mostrata dalla squadra di Loew, capace di offrire il calcio più spettacolare visto finora in questo Mondiale. Se Schwarzer, pur colpevole in occasione del gol di Klose, non limitasse i danni, il risultato finale sarebbe ancora più pesante.
Finisce in trionfo per la Germania, che ora dovrà restare coi piedi per terra e provare a capire, a cominciare dal match contro la Serbia, se questo esordio scintillante non sia arrivato soprattutto per i demeriti degli avversari.
L’Australia, invece, può solo leccarsi le ferite e riorganizzarsi in vista del match di sabato prossimo: la sfida col Ghana sarà già decisiva per la qualificazione. E senza Cahill sarà ancora più dura.


VOTA QUESTO POST CLICCANDO QUI E QUI OK NOTIZIE




Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!


1 commento:

Ricky ha detto...

La Germania mi ha molto impressionato. La migliore nazionale vista finora, anche se l'avversario era abbastanza modesto.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails