GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 19 aprile 2010

SCUDETTO, QUARTO POSTO, SALVEZZA. TUTTI COL FIATO SOSPESO

Manchester. Il calcio visto fuori dai confini nostrani.
Rimane invariata la testa della classifica al termine del trentaquattresimo turno. Giornata ricca di gol ed emozioni. Attaccanti italiani in evidenza, vogliosi di mettersi in mostra per conquistare una maglia con la nazionale in Sudafrica 2010.
La Roma si aggiudica il derby e respinge l’assalto dell’Inter, che nell’anticipo di venerdì aveva battuto la Juventus grazie allo straordinario gol di Maicon e alla dodicesima rete stagionale di Eto’o. I giallorossi regalano un tempo alla Lazio e alla fine della prima frazione sono sotto 1-0. Nella ripresa la musica cambia e, dopo il brivido corso per un rigore fallito da Floccari, ribaltano il risultato co
n una doppietta di Vucinic.
Dice addio allo scudetto il Milan che cade in casa della Sampdoria. Borriello porta in vantaggio i rossoneri, poi Cassano su rigore ristabilisce la parità. Pazzini a tempo quasi scaduto regala ai suoi game set e match, che in altre parole significa: vittoria e quarto posto, per di più solitario, per la squadra di Del Neri.
Il Palermo torna da Cagliari con un punto e frena la sua corsa verso la Champions League. Il bicchiere è mezzo pieno, però i sardi a pochi minuti dalla fine erano in vantaggio per 2-0, poi il duo Miccoli-Hernandez fissa il punteggio sul 2-2.
Il Napoli passa 2-1 a Bari grazie ad una doppietta di Lavezzi e si riprende il sesto posto. Vittorioso in trasferta anche il Genoa che a Parma passa per 3-2 e rimane in corsa per un piazzamento in Europa.
Emozionante anche la lotta per non retrocedere. L’Atalanta supera 2-1 la Fiorentina e rimane agganciata
al treno salvezza. Splendidi i gol di Tiribocchi e Montolivo. A questo punto per la squadra di Prandelli raggiungere l’Europa è impresa a dir poco ardua.
Finisce 1-1 tra Udinese e Bologna. A togliere le castagne dal fuoco alla squadra di Marino è ancora una volta Di Natale, autore del pareggio friulano. Dopo un’esaltante stagione a livello di club, la speranza é che Totò mantenga questi livelli anche durante i Mondiali di calcio con l’Italia.
Finisce in parità anche tra Catania e Siena. Punto che consente ai siciliani di raggiungere quota 40 e al Siena di rimanere a 6 punti dal quartultimo posto.
Grazie ad un gol per tempo il Chievo si sbarazza del Livorno e consolida una sempre più tranquilla posizione di classifica. Il Livorno dal canto suo vede la serie B sempre più vicina.

CLASSIFICA DOPO 34 GIORNATE
Roma 71 INTER 70 Milan 64 Sampdoria 57 Palermo 55 Napoli 52 Juventus 51 Genoa 48 Fiorentina 46 Parma 46 Bari 43 Cagliari 41 Chievo 41 Catania 40 Udinese 39 Lazio 37 Bologna 36 Atalanta 34 Siena 30 Livorno 26

VOTA QUESTO POST CLICCANDO QUI E QUI OK NOTIZIE





***************************************************************************
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! ***************************************************************************

1 commento:

Pakos ha detto...

E' un bel campionato. Ben equilibrato ed incerto fino all'ultimo.
Ci divertiremo fino alla fine e le sentenze finali arriveranno all'ultima giornata.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails