ARTICOLI RECENTI

giovedì 20 febbraio 2020

ERIKSEN-LUKAKU: L'INTER IPOTECA LA QUALIFICAZIONE

Europa League 2019-2020 – Andata dei Sedicesimi di Finale
LUDOGORETS - INTER 0 - 2
71’ ERIKSEN – 93’ LUKAKU (rig)

LUDOGORETS (4-3-3): Iliev; Cicinho, Terziev, Grigore, Nedyalkov; Dyakov (22' st Badji), Anicet, Cauly (45' st Biton); Marcelinho, Swierczok (31' st Tchibota), Wanderson.
A disp.: Stoyanov, Tawatha, Moti, Ikoko.
All.: Vrba.
INTER (3-5-2): Padelli; D'Ambrosio, Ranocchia, Godin; Moses (27' st Barella), Vecino, Borja Valero, Eriksen, Biraghi (36' st Young); Lautaro Martinez (19' st Lukaku), Sanchez.
A disp.: Stankovic, De Vrij, Pirola, Candreva.
All. Conte,
Arbitro: Del Cerro Grande (Spagna)

Un gol di Eriksen a metà ripresa e un rigore di Lukaku in pieno recupero permettono all’Inter di portare a casa la vittoria in quel di Razgrad e di ipotizzare la qualificazione agli ottavi. Partita non particolarmente bella, illuminata dalla classe di Eriksen (un gol e una traversa per il danese). 

Conte applica un ampio turnover lasciando a riposo Skriniar e Brozovic, nemmeno convocati, e facendo accomodare in panchina Lukaku e Barella. In difesa, davanti a Padelli, il terzetto è composto da Godin, D’Ambrosio e capitan Ranocchia. A centrocampo Moses e Biraghi sugli esterni con Borja Valero e Vecino che completano il trio in mezzo al campo con Eriksen. In attaco coppia d’attacco Lautaro Martinez-Sanchez.
Primo tempo senza particolari emozioni. I nerazzurri attaccano, i padroni di casa si difendono bene. La squadra di Conte però non riesce mai ad affondare. L’unico tiro pericoloso è di Biraghi, ma è centrale ed è parato senza problemi da Iliev.
Un po' più viva la ripresa. Moses mette una buona palla al centro dell’area, Sanchez sul primo palo colpisce di tacco, la palla dopo due deviazioni finisce sul palo. Eriksen si fa vedere: un suo tiro al volo di sinistro viene parato con difficoltà dal portiere. Conte fa uscire un non brillante Lautaro, al suo posto entra Lukaku. Al 71esimo finalmente arriva il gol per l'Inter. Bella azione di prima: passaggio di Vecino proprio per Lukaku che fa la sponda, Eriksen è pronto a ricevere e di destro non sbaglia. Dopo un minuto, ancora il danese tira da fuori area, stavolta di sinistro: la palla si stampa sulla traversa. Conte cambia ancora: dentro Barella e Young per Moses e Biraghi. Il Ludogorets non riesce a reagire, anzi è l’Inter che comanda senza problemi il gioco, cercando anche il gol che chiuderebbe (o quasi) il discorso qualificazione. Ci riesce nel finale, quando Lukaku trasforma un rigore concesso per un tocco di mano in area.
Finisce 2-0. Risultato che permette all'Inter di affrontare con relativa tranquillità il ritorno fra sette giorni a Milano. Positivi Eriksen e Lukaku, bene anche Moses e Biraghi, un pò in ombra Lautaro Martinez (ammonito, era diffidato, salterà il ritorno) che sta attraversando un periodo non proprio brillante. Poco importa, l'argentino i sarà quando avremo bisogno di lui. Ora testa al campionato, dove non possiamo perdere colpi. FORZA INTER !!!


Inserisci il tuo indirizzo mail e non perderti i nuovi contenuti nerazzurri:


Servizio offerto da FeedBurner

2 commenti:

Winnie ha detto...

Partita abbastanza floscia, ma l'importante era vincere e ci siamo riusciti.

Brother ha detto...

Mi auguro che questa partita sia servita a Conte per capire che senza Eriksen non possiamo stare. Il danese deve giocare sempre.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails