ARTICOLI RECENTI

sabato 8 giugno 2019

DOPPIO TRIS AZZURRO PER LA NAZIONALE DI MANCINI

QUALIFICAZIONI EUROPEI 2020 – Girone J
GRECIA-ITALIA 0-3
23' Barella - 30' Insigne - 33' Bonucci

Grecia (3-5-2): Barkas; Siovas, Manolas, Sokratis; Samaris, Zeca, Kourbelis (1' st Siopis), Fortounis, Stafylidis; Masouras (32' st Bakasetas), Kolovos (1' st Mavrias).
A disp.: Vlachodimos, Paschalakis, Kotsiras, Durmishaj, Koulouris, Pelkas, Bakasetas, Valerianos, Mantalos, Koutris.
Ct.: Anastasiadis.
Italia (4-3-3): Sirigu; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Emerson (23' st De Sciglio): Barella, Jorginho, Verratti (35' st Pellegrini); Chiesa, Belotti (39' st Bernardeschi), Insigne.
A disp.: Cragno, Gollini, Mancini, Kean, Romagnoli, Sensi, Pavoletti, Quagliarella, Cristante.
Ct.: Mancini.
Arbitro: Taylor (Inghilterra)

Continua a vincere e convincere l’Italia di Roberto Mancini. In Grecia gli azzurri rifilano un secco 3-0 ai padroni di casa, restano a punteggio pieno dopo 3 gare e vedono sempre più vicina la qualificazione ad Euro 2020. Di Barella, Insigne e Bonucci i gol che decidono il match, arrivati tutti nell’arco di nove minuti nella prima mezz’ora del primo tempo.
Due sorprese nell’attacco azzurro con Belotti e Insigne preferiti a Quagliarella e Bernardeschi, dati per sicuri titolari alla vigilia. A completare il tridente Chiesa, conteso in questi giorni da Juventus e Inter. A centrocampo Jorginho, Verratti e Barella e in difesa Florenzi, Bonucci, Chiellini ed Emerson Palmeri.

I ritmi nei primi minuti di gara non sono particolarmente sostenuti, l'Italia fa la partita e la Grecia chiude gli spazi senza dare possibilità agli azzurri di rendersi veramente pericolosi. Al 23esimo però gli azzurri trovano il gol: Belotti si mangia in velocità Manolas e serve Barella a rimorchio, piatto vincente per l'1-0. Alla mezz’ora Insigne trova il raddoppio con un destro a giro pregevolissimo che non lascia scampo alla Grecia. Giusto il tempo di festeggiare e l'Italia cala il tris: Bonucci di testa, in anticipo su Sokratis, infila il pallone alle spalle di Barkas. Uno-due micidiale che dopo appena mezzora chiude i conti e mette la sfida in discesa. Sul finire del primo tempo altra grande, doppia occasione per Barella e Insigne che non riescono a trovare il guizzo vincente.
Anche nel secondo tempo la sostanza non cambia, è l'Italia a comandare il gioco, gestire e schiacciare la Grecia. Barella e Florenzi ci provano dalla distanza senza precisione, Insigne, invece, dentro l'area è stoppato da Barkas. Dall'altra parte Fortounis insidia Sirigu con un bel destro al volo. A dieci dalla fine Chiesa, piuttosto sottotono, manca clamorosamente il quarto gol sparando in curva da due passi. Poco dopo è Insigne ad andarci vicino col solito tiro a giro. È l'ultima occasione. Finisce 3-0. Una vittoria convincente che rilancia alla grande questa Nazionale dopo il periodo di crisi post-mancata qualificazione ai Mondiali 2018.
L’Italia di Roberto Mancini, con tre vittorie su tre e un vantaggio di 5 punti su Grecia e Bosnia, ha praticamente già in tasca la qualificazione a Euro 2020, ma quello che più conta è che partita dopo partita si sta ritrovando una squadra con un’incoraggiante solidità difensiva e una prolificità offensiva che ci eravamo dimenticati: 11 i gol segnati nel trittico Finlandia-Liechtenstein-Grecia, tanti quanti ne erano stati fatti nelle precedenti 15 partite, amichevoli comprese. Inoltre, l’Italia non segnava almeno tre gol in trasferta da novembre 2016 (4-0 contro il Liechtenstein). Con Mancini in panchina, l’Italia ha tenuto la porta inviolata nelle ultime sei partite: soltanto due volte gli azzurri non hanno subito gol per più gare consecutive: nel 1990 (10 con Azeglio Vicini) e nel 1974 (12 con Ferruccio Valcareggi). Da considerare inoltre che l’Italia ha segnato in tutte le ultime 20 partite di Qualificazione agli Europei (40 gol nel parziale), è imbattuta da 33 partite nelle Qualificazioni agli Europei (striscia record per gli azzurri: 27 vittorie e pareggi) e che per la prima volta l’Italia ha vinto sette gare di fila nelle Qualificazioni agli Europei.
Poco più di un anno fa c’erano soltanto le macerie, oggi c’è di nuovo una squadra, ci sono speranze, c’è un futuro più azzurro. E questa è sicuramente un’ottima notizia.

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti?
Inserisci il tuo indirizzo mail:


Servizio offerto da FeedBurner

4 commenti:

Michele ha detto...

Bella Italia. Era parecchio tempo che non vedevamo un'Italia così convincente.

Ciaskito ha detto...

Oggi si parla soltanto dell'Italdonne. Della bella vittoria di ieri sera non frega niente a nessuno.

Alex ha detto...

@Michele. Ma ti riferisci all'Italia di Mancini o alla Nazionale femminile?

Michele ha detto...

@Alex. All'Italia di Mancini. Ovviamente.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails