ARTICOLI RECENTI

giovedì 23 maggio 2019

AL VIA IL MONDIALE UNDER 20: IL FUTURO E' QUI

Parte oggi in Polonia la 22esima edizione del Mondiale Under20 riservata ai giocatori nati dopo l'1 gennaio 1999.
24 Nazionali divise in otto gironi. Dalla fase a gironi saranno promosse le prime 2 classificate più le 4 migliori terze per un totale di 16 squadre che andranno a sfidarsi in un classico tabellone a eliminazione diretta con ottavi di finale, quarti, semifinali e finale. L'atto conclusivo è in programma il 15 giugno a Lodz.
24 formazioni, tutte molto preparate, senza una favoritissima netta. Pesanti le assenze di Inghilterra e soprattutto Brasile. L'Argentina gode di una tradizione di ben 6 successi e potrà contare sulle giocate del baby-fenomeno Ezequiel Barco. Grande attenzione anche al Portogallo campione d'Europa Under 19 nel 2018, che si presenterà con una rosa molto agguerrita dove spicca la presenza di Francisco Trincao, bomber dello Sporting Braga. A inseguire il titolo di capocannoniere del torneo sarà anche l'uruguaiano Nicolas Schiappacasse, che quest'anno ha giocato (pochissimo) con il Parma in prestito dall'Atletico Madrid.
Particolare curiosità destano gli Stati Uniti, selezione che può annoverare diversi talenti tra cui Timothy Weah, il figlio di George. Tanta qualità anche per la Francia che potrà contare sulle giocate di Moussa Diaby, gioiellino del PSG di cui sentiremo molto parlare. Tra le Nazionali sudamericane da non sottovalutare l'Ecuador, fresco di titolo continentale Under 20.
L'Italia è inserita nel Girone B con Messico, Giappone ed Ecuador, intenzionata a dire la sua dopo l'ottimo terzo posto di due anni fa in Corea del Sud, l'unico podio della nostra storia.
La Nazionale guidata da Paolo Nicolato si presenta in Polonia con un organico dove non mancano i nomi interessanti, nonostante l’assenza di giocatori come Kean, Tonali e Zaniolo che sono in pianta stabile nell’Under21. A cominciare dal portiere Alessandro Plizzari del Milan. In difesa riflettori puntati su Luca Pellegrini, il terzino sinistro che quest'anno si è messo in luce soprattutto nella seconda parte della stagione quando, ceduto dalla Roma in prestito al Cagliari, si è imposto come una delle sorprese più piacevoli della stagione. In attacco la stella è senza dubbio Andrea Pinamonti, scuola Inter, l'attaccante classe 1999 autore di 5 gol in Serie A con la maglia del Frosinone retrocesso. Nello stesso reparto occhio a Gianluca Scamacca, tornato al Sassuolo dopo una deludente esperienza in Olanda. La parte da leone come sempre la fa il vivaio dell’Atalanta: Carnesecchi, Colpani, Del Prato, Capone e Bettella (scuola Inter e in prestito al Pescara) sono l'ossatura su cui Nicolato può sempre puntare. E ancora Gabbia (scuola Milan alla Lucchese), Esposito (scuola Inter, ma in prestito al Ravenna dalla Spal) Frattesi (scuola Roma, ma all'Ascoli). Insomma l’Italia c’è e non ha nessuna intenzione di fare da comparsa.

I CONVOCATI AZZURRI
Portieri: Alessandro Plizzari, Marco Carnesecchi, Leonardo Loria.
Difensori: Antonio Candela, Alessandro Tripaldelli, Alessandro Buongiorno, Davide Bettella, Raoul Bellanova, Enrico Del Prato, Luca Ranieri, Luca Pellegrini.
Centrocampisti: Matteo Gabbia, Davide Frattesi, Andrea Colpani, Roberto Alberico, Salvatore Esposito.
Attaccanti: Andrea Pinamonti, Christian Capone, Gianluca Scamacca, Gabriele Gori, Marco Olivieri.
 Theseus 

Inserisci il tuo indirizzo mail:


Servizio offerto da FeedBurner

1 commento:

Simone ha detto...

L'Italia finora sta ben figurando. Due vittorie e approdo agli ottavi in cassaforte.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails