ARTICOLI RECENTI

giovedì 4 aprile 2019

CONTINUARE A REMARE TUTTI VERSO LA STESSA DIREZIONE

Perché non giochiamo sempre così? Mi chiedevo ieri sera. La prima risposta che mi viene da darmi è “perché altrimenti non saremmo l’Inter, ma la Juventus”. Sì, purtroppo noi non siamo, ahimé, solidi come la capolista. A noi piace complicarci la vita, buttare all’aria punti facili (vedi Chievo, Bologna e un altro paio di partite) e riuscire a portare a casa risultati che non ci aspettavamo (il derby, per esempio, ma non solo).
Non che la vittoria di ieri sera fosse inaspettata, anzi era abbastanza alla nostra portata. Diciamo che la nostra propensione a complicarci la vita ci aveva fatto temere il peggio, ovvero che potesse uscire un risultato negativo sulla ruota di Genova (come del resto era già successo nelle ultime cinque stagioni).
E invece è uscito un risultato positivo. E direi anche una prestazione positiva. Segno che quando si rema tutti verso la stessa direzione i risultati arrivano. Come, appunto, ieri sera.


A partire da Mauro Icardi che dopo quasi due mesi ha svestito i panni del bimbo viziato e capriccioso e ha vestito quelli più adatti del centravanti nerazzurro. Un gol, un assist, un palo, una espulsione procurata. Direi che non possiamo chiedere altro al nostro migliore giocatore. Al limite possiamo incazzarci perché senza i suoi capricci magari in queste settimane qualcosa sarebbe andata leggermente diverso. Ma non abbiamo la controprova e dunque non guardiamo al passato, ma concentriamoci sul futuro. Mancano otto partite alla fine del campionato e in questo arco di tempo dobbiamo riuscire a conquistare la qualificazione in Champions League senza affanni e senza patemi d’animo tipo la scorsa stagione. E per farlo, volenti e nolenti, abbiamo bisogno anche dei gol di Mauro Icardi. Piccola parentesi sui (presunti) tifosi nerazzurri che ieri sera erano in Curva Nord. Il loro non esultare per il gol di Maurito Icardi l’ho trovato assolutamente fuori luogo e tutt’altro che “nerazzurro”. Perché, e ci tengo a ribadirlo, prima di tutto ha segnato l’Inter. E quando segna l’Inter bisogna esultare sempre. Che poi il gol l’abbia fatto Icardi, Perisic, Pincopallino o Spiderman è una questione di secondaria importanza. Vale sempre il discorso fatto qualche giorno fa: il bene dell’Inter prima di tutto. E Icardi con quel gol ha fatto innanzitutto il bene dell’Inter, quindi non esultare vuol dire non volere bene all’Inter.
In tal senso ho apprezzato molto il fatto che tutti i compagni siano andati ad abbracciarlo dopo il gol e pazienza se qualcuno l’ha fatto forzatamente o malvolentieri. I rapporti umani sono una cosa, i rapporti professionali sono un’altra. Fuori dal campo possono anche prendersi a schiaffi, ma nel rettangolo di gioco bisogna remare tutti verso la stessa direzione.
Ma la partita di ieri sera si è trascinata dietro anche alcuni “se”. Se Naingollan fosse stato più presente in questa stagione, se Gagliardini giocasse sempre così, se ci mettessimo sempre questa grinta nell’affrontare le partite, se questa determinazione la mettessimo in campo anche quando c’è da ribaltare un risultato. Se… Vabbé, dai, mi fermo qui. Tanto lo sappiamo benissimo che con i “se” e i “ma” non si va mai da nessuna parte.
Per ora ci basta aver ritrovato giocatori fondamentali come Icardi e Naingollan (e Perisic se inizia ad essere più costante nelle buone prestazioni) e giocatori che possono rendersi utili alla causa nerazzurra come Gagliardini (che erroraccio averlo lasciato fuori contro la Lazio, ma col senno di poi…). Personalmente sono abbastanza fiducioso per il finale di stagione. Certo, bisogna aspettare la controprova. E la sfida di domenica pomeriggio contro l’Atalanta casca a fagiolo. Gli orobici sono in forma strepitosa (stanno vincendo 4-0 col Bologna, 4 gol segnati nel primo quarto d’ora) e se riuscissimo a portare a casa i tre punti metteremmo un altro importante tassello nella nostra qualificazione Champions (oltre che allontanare una diretta concorrente). Io me lo auguro, anzi ci credo fortemente. FORZA INTER !!!

Inserisci il tuo indirizzo mail e non perderti i nuovi contenuti nerazzurri:


Servizio offerto da FeedBurner

4 commenti:

Matrix ha detto...

Il comportamento degli ultras nerazzurri è inqualificabile. E questo sarebbe il loro modo di amare l'Inter? Così vogliono bene alla nostra squadra? Sono solo pagliacci, non tifosi nerazzurri.

Brother ha detto...

Spero che tu abbia ragione. In questa stagione sono mancati proprio i gol di Icardi e gli inserimenti di Naingollan. Cresce l'amarezza (per non dire l'incazzatura) perché con un Naingollan più presente e un Icardi più prolifico poteva andare diversamente.

Brother ha detto...

Ovviamente sui presunti (come scrive Entius) tifosi nerazzurri non mi esprimo. Parla il loro atteggiamento per loro.

Entius ha detto...

Se Icardi... Se Naingollan... Se Spalletti... Ma come scrivo nell'articolo, con i "se" e con i "ma" non si va da nessuna parte.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails