ARTICOLI RECENTI

mercoledì 13 febbraio 2019

CHE TALENTO ZANIOLO!!! (ma basta puntare il dito contro l'Inter...)

Champions League 2018-2019 – Andata Ottavi di Finale
ROMA-PORTO 2-1
70’ Zaniolo – 76’ Zaniolo – 79’ Adrian Lopez

Come era facilmente preventivabile la Roma vince il primo round col Porto e fra tre settimane in terra portoghese avrà a disposizione due risultati su tre per portare a casa una qualificazione ai quarti che sembra alla portata dei giallorossi sin dal sorteggio effettuato a metà dicembre.
Eroe della serata Niccolò Zaniolo che con una doppietta tra il 70esimo e il 76esimo ha permesso alla formazione guidata da Eusebio Di Francesco di superare il Porto (anche se il gol di Adrian Lopez al 79esimo ha leggermente complicato i piani dei capitolini).

Che Zaniolo sia un grande talento non lo scopriamo adesso. La Roma ha fatto un’affarone e, ahimé, l’Inter ha preso un grosso abbaglio cedendo un giocatore che, se manterrà le promesse di questi mesi, diverrà una delle colonne della nostra Nazionale per i prossimi 10-15 anni.

Purtroppo le società fanno delle valutazioni, capita spesso di farle giuste, ma altrettanto spesso capita di sbagliarsi. È capitato all’Inter, come è capitato a Juventus, Milan, Real Madrid, Manchester United, Barcellona. Insomma capita a tutti. Solo chi non fa non sbaglia.
Ma evidentemente non la pensano così i giornalisti e gli opinionisti che affollano i salotti televisivi (e con loro anche i tifosi nerazzurri). Ad ogni gol, ad ogni giocata, ad ogni prestazione positiva del talento giallorosso, il loro principale pensiero non è sottolineare o esaltare le doti del giocatore, ma puntare il dito verso l’Inter per averlo prematuramente ceduto. Al logico refrain alla “Maurizio Mosca” “Ah come gioca Niccolò Zaniolo…” si preferisce il noioso ritornello “Eh, che incapaci quelli dell’Inter che si sono fatti sfuggire un giocatore così”. Ok, i nostri dirigenti sono stati degli incapaci, ma come giustamente faceva notare Fabrizio Biasin “La cosa è piuttosto chiara: l'Inter ha fatto una boiata e Zaniolo da qui alla pensione farà un centinaio di gol minimo. Però, mettiamoci d'accordo: se a ogni rete ci spariamo nei maroni non ne usciamo vivi. Anche perché sono solo due.
Quasi sicuramente Zaniolo all’Inter non sarebbe esploso in questa maniera. Giocherebbe ancora con la Primavera o sarebbe andato in prestito in qualche squadra di Serie B. Cederlo alla Roma era un azzardo, ci è andata male, purtroppo. Ma continuare a sottolinearlo ad oltranza come fanno certi giornalisti mi sembra ridicolo e inutile. Anche perché, come già facevo notare all’inizio, non siamo stati i primi e non siamo stati gli unici. A volte va bene (Bardi, Bianchetti, Faraoni, Romanò, Longo, Bonazzoli, Manaj, Crisetig, Tassi, Bessa), altre volte un po’ meno (Zaniolo, ma anche Benassi, Biraghi, Duncan). Ma questo non mi pare un buon motivo per continuare a martellarci gli zebedei ad oltranza.


2 - Nicolò #Zaniolo è diventato oggi il più giovane italiano ad aver segnato una doppietta nella moderna Champions League. Astro. #RomaPorto
— OptaPaolo(@OptaPaolo) 12 febbraio 2019



Che giocatore #Zaniolo!!! Forse lo rimpiangeremo a vita, ma all'Inter non sarebbe mai esploso in questo modo (e chiediamoci perché...)
— CALCIOMANIA 90 (@EntiusDRC) 12 febbraio 2019



Inserisci il tuo indirizzo mail:


Servizio offerto da FeedBurner

2 commenti:

Winnie ha detto...

Devo darti ragione. Questo continuo ripetere che abbiamo buttato via un talento è noioso e stucchevole. Come se fossimo solo noi quelli che sbagliano.

Anonimo Romanista ha detto...

Saremo sempre grati all'Inter per questo grande regalo che ci ha fatto. A Pasqua vi manderemo un uovo e una colomba enormi.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails