ARTICOLI RECENTI

mercoledì 23 gennaio 2019

MILAN-PIATEK: AFFARE FATTO PER 35 MILIONI DI EURO (perché il Milan può spendere?)

Ci siamo. Oggi è il gran giorno del passaggio di Krzysztof Piatek dal Genoa al Milan per la cifra di 35 milioni di euro più relativi bonus. Una plusvalenza non da poco per i rossoblu che solo pochi mesi fa avevano pagato il giocatore circa 4 milioni di euro. Per l’attaccante polacco è pronto un ingaggio di circa 2 milioni di euro fino al 2023 e andrà a sostituire Gonzalo Higuain, finito al Chelsea di Sarri che ha fortemente voluto il Pipita argentino.

È durata quindi solo pochi mesi l’avventura dell’ex bomber di Napoli e Juventus con la casacca rossonera. Un’avventura dire abbastanza deludente, sebbene in estate il popolo milanista aveva accolto con entusiasmo l’arrivo di Higuain, catalogandolo come un grandissimo affare che avrebbe portato la squadra rossonera allo stesso livello dei cugini nerazzurri (e sorvoliamo su chi sosteneva che il Pipita fosse nettamente superiore a Icardi). Evidentemente qualcosa non ha funzionato e Higuain ha preferito volare a Londra dal suo mentore Maurizio Sarri.

Il Milan si è consolato con Piatek. Giocatore nettamente più forte di Higuain che risolverà tutti i problemi dell’attacco rossonero, almeno a sentire il pensiero del popolo rossonero. Per quanto mi riguarda sono convinto che si fa presto a etichettare come fenomeno un giocatore. L’ex attaccante del Genoa è sicuramente un buon giocatore e direi anche un discreto bomber d’area. Ma non dimentichiamoci che il bomber polacco è stato protagonista di un grande exploit ad inizio stagione (nove reti nelle prime otto giornate), prima di assestarsi su medie gol non esaltanti (quattro reti in dodici gare). Se sia un cecchino d’area o un attaccante da buone medie stagionali è tutto da verificare.
E a proposito di verifiche. C’è qualcosa che ci è ancora poco chiaro. Quello che ancora non abbiamo capito (e ci piacerebbe che qualcuno ce lo spiegasse) è come mai il Milan, sotto la lente d’ingrandimento del Fair Play Finanziario, si può permettere di pagare 35 milioni di euro un giocatore. Tra l’altro in questa sessione di mercato i rossoneri hanno già speso una settantina di milioni di euro (c’è anche l’affare Paqueta…), un po’ troppi per una società che dovrebbe attenersi al Fair Play Finanziario. Allora le regole non valgono per tutti? Inter e Roma hanno dovuto fare i salti mortali per rientrare nel parametri Uefa e invece i rossoneri possono fare quello che vogliono? Poiché ci riteniamo ignoranti in materia (anzi, quasi sicuramente lo siamo) ci piacerebbe avere delucidazioni da chi è competente in materia e ne sa sicuramente più di noi.

3 commenti:

Michele ha detto...

Senza addentrarmi in questioni economiche complesse, mi è sembrato di capire che il Milan è sotto controllo ma non ancora sotto ristrettezze economiche.
Credo che il Milan abbia fatto un buon affare, se sarà l'ennesimo numero nove che si brucerà dopo pochi mesi lo scopriremo strada facendo.

Nicola ha detto...

Vendere Higuain per prendere Piatek. Un affarone. Senza ombra di dubbio.

Nerazzurro ha detto...

L'avesse fatto l'Inter un'affare del genere (cedere Icardi per prendere l'attaccante del Genoa) ci avrebbero perculato ad oltranza. Invece l'ha fatto il Milan e sono solo elogi ed applausi.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails