ARTICOLI RECENTI

sabato 3 novembre 2018

POKERISSIMO INTER: E' FORZA SETTE!!!

Serie A 2018-2019 – 11^ Giornata
INTER - GENOA 5 - 0
14’ GAGLIARDINI – 16’ POLITANO – 50’ GAGLIARDINI – 91’ JOAO MARIO – 93’ NAINGOLLAN

INTER (4-3-3): Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Dalbert; Brozovic (42' st Nainggolan), Gagliardini, Joao Mario; Politano (13' st Keita), Lautaro Martinez, Perisic (31' st Borja Valero).
A disposizione: Padelli, Vrsaljko, Vecino, Icardi, Ranocchia, Asamoah, Miranda, Candreva.
Allenatore: Spalletti
GENOA (3-5-2): Radu; Biraschi, Romero, Gunter; Pereira, Romulo (35' st Omeonga), Sandro (13' st Veloso), Bessa, Lazovic; Pandev (6' st Piatek), Kouamé.
A disposizione: Vodisek, Russo, Lisandro Lopez, Lapadula, Mazzitelli, Lakicevic, Medeiros, Zukanovic, Hiljemark.
Allenatore: Juric.
Arbitro: Valeri

Come un treno che fila liscio, come un uragano che spazza via tutto quello che trova sulla sua strada. Questa Inter vince e convince. Si sbarazza del Genoa con estrema facilità piazzando un 1-2 a metà primo tempo con Gagliardini e Politano (erano 22 anni che l’Inter non segnava due gol con due giocatori italiani nei primi 20 minuti) e arrotondando nella ripresa ancora con Gagliardini, prima dei gol nel finale di Joao Mario (una rete che suggella una prestazione eccellente) e Naingollan entrato pochi minuti prima. Settima vittoria consecutiva in campionato, miglior difesa del campionato. Questa Inter sembra non volersi fermare più. E per le dirette concorrenti è un bel guaio.
Spalletti, come detto, applica il turnover schierando una sorta di 4-3-3 con D’Ambrosio, Skriniar, De Vrij in difesa, Gagliardini, Joao Mario e Brozovic a centrocampo e Politano, Perisic e Lautaro Martinez in attacco.

L'Inter ci mette solo 16 minuti a mettere al sicuro il risultato. Dopo appena tre minuti Lautaro Martinez ha già una buona occasione per sbloccare il match, ma è impreciso sottoporta. L'1-0 arriva al 14esimo e lo firma Gagliardini: il centrocampista è avanti a tutti di pochi centimetri ma Valeri conferma il gol dopo il consulto con gli assistenti al Var, perché il pallone gli arriva dopo un tocco di Biraschi nel tentativo di contrastare Joao Mario. Subito dopo Handanovic sfiora una clamorosa frittata con un rischiosissimo passaggio per Dalbert vicino alla linea di porta. Un brivido per i nerazzurri che passa subito: al 16esimo Politano anticipa Lazovic e firma il raddoppio di sinistro. L'Inter mette subito in cassaforte i tre punti e resta in pieno controllo del match. Il Genoa, dopo una partenza shock, si risistema ma non riesce mai a impensierire i nerazzurri.
L'Inter chiude i conti a inizio ripresa con la doppietta di Gagliardini al 49esimo, lesto a raccogliere una respinta di Radu su tiro di Perisic e a firmare la sua doppietta personale. Piatek si era scaldato all'intervallo, ma Juric decide di farlo entrare solo dopo il 3-0, a partita ormai finita. Il resto del secondo tempo, più di 40 minuti, è solo accademia. Il Genoa nemmeno ci prova e l'Inter controlla il match con grande facilità. All'86 il boato dello stadio non è per un gol, ma per Nainggolan, che entra al posto di Brozovic a pochi giorni dall'infortunio subito nel derby con il Milan. Il Genoa, mai in partita, sparisce totalmente nei minuti di recupero e subisce altri due gol: il primo lo firma Joao Mario (che chiude in bellezza, dopo due assist), il secondo il Ninja.
Finisce 5-0. Più che un risultato, una sentenza. Una vittoria netta, d'autorevolezza e di bel gioco, che bissa il successo a Roma con la Lazio, fa registrare un'altra partita senza gol subiti, ma che soprattutto sottolinea come Spalletti sia in grado di tirar fuori dalla sua rosa tutto il meglio possibile. Questa Inter potrà giocarsela con le prime della classe e le rivali avranno un brutto cliente da qui fino a fine stagione. FORZA INTER !!!



5 commenti:

Winnie ha detto...

Partita strepitosa. Il Genoa ci ha capito bene poco. E se pensiamo che abbiamo fatto questo figurone con molti dei titolari a riposo.

Brother ha detto...

Ancora una volta diamo merito a Spalletti che è bravissimo a recuperare e motivare i giocatori. Pensiamo a Brozovic lo scorso anno o a questo Joao Mario. Un ricambio come il portoghese ci farà comodo a centrocampo. E non dimentichiamo Gagliardini.

BlackWhite ha detto...

Tanto a dicembre vi scioglierete come neve al sole...

Nicola ha detto...

@BlackWhite. Stai tranquillo che stavolta non ci sciogliamo come neve al sole e, arbitri permettendo, vi romperemo le scatole fino alla fine.

Gaetano73 ha detto...

@Nicola
Un altro abitante di Lagnaland
Proprio nn riuscite a farne a meno.
Sempre lo stesso teorema:
Quando vincete siete bravi, belli, forti ed invincibili
Quando nn vincete è solo perché gli altri (arbitri, sistema, complottisti) ve lo hanno impedito

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

AVVISO

Questo è un BLOG NERAZZURRO pertanto rivolto soprattutto ai tifosi dell’Inter. Mi piacerebbe però che diventasse UN BLOG PER TUTTI. Dove gli interisti si sentano a casa ma dove tutti gli altri non si sentano estranei. Un blog rivolto a tutti gli appassionati di calcio non solo a quelli con cui condivido l’amore per i colori nerazzurri. Pertanto tutti i tifosi sono ben accetti a patto che mantengano un comportamento sportivo e civile. Potete scherzare, prendere in giro, fare sfottò purché non si superino i limiti dell’educazione e del rispetto. Questo vale per tutti, interisti e non. Grazie!!!