ARTICOLI RECENTI

mercoledì 16 maggio 2018

SUPER GRIEZMANN, L’EUROPA LEAGUE VA ALL’ATLETICO MADRID

EUROPA LEAGUE 2017-2018 – Finale
MARSIGLIA-ATLETICO MADRID 0-3
21' Griezmann - 49’ Griezmann – 89’ Gabi

MARSIGLIA (4-2-3-1): Mandanda; Sarr, Rami, Luiz Gustavo, Amavi; Anguissa, Sanson; Thauvin, Payet (32' st Lopez), Ocampos (10' st Njie); Germain (29' st Mitroglu).
A disp.: Pelè, Rolando, Sakai, Kamara, Abdennour.
All.: Garcia
ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak; Vrsaljko (1' st Juanfran), Gimenez, Godin, Lucas Hernandez; Correa (43' st Thomas), Saul, Gabi, Koke; Griezmann (45' st Torres), Diego Costa.
A disp.: Werner, Filipe Luis, Savic, Gameiro. All.: Burgos (Simeone squalificato)
Arbitro: Kuipers (Olanda)

E' festa grande per l'Atletico Madrid, che a Lione supera il Marsiglia per 3-0 e vince la terza Europa League della propria storia. La squadra di Simeone sblocca il match al 21esimo grazie a Griezmann, che sfrutta un errore di Anguissa; il bis, in apertura di ripresa, porta ancora la firma dell'attaccante francese, mentre a chiudere i conti è il capitano, Gabi, che va a segno con un destro a incrociare al minuto 89.
La squadra francese parte forte e crea subito una grandissima palla goal sull'asse Payet-Germain, ma il centravanti spreca incredibilmente calciando a lato tutto solo davanti a Oblak.

Al 21esimo l'episodio che cambia l'inerzia del match: Anguissa sbaglia lo stop in fase di disimpegno ed apre la strada a Griezmann, che tutto solo davanti a Mandanda non fallisce. Il vantaggio Colchoneros taglia le gambe alla squadra di Garcia, che deve incassare anche un altro durissimo colpo poco dopo la mezz'ora: problema muscolare per Payet e cambio forzato con l'ingresso in campo di Lopez.

Ad inizio ripresa un diluvio si abbatte sul prato del Parc OL e l'Atletico Madrid passa ancora: Koke pesca Griezmann lanciato a rete e il francese sfodera un perfetto controllo a seguire con tocco sotto a scavalcare Mandanda. A questo punto il Marsiglia si scioglie e rischia ancora: Godin sfiora il tris su calcio d'angolo con un colpo di testa di poco a lato.
All'80esimo la reazione francese con il neo entrato Mitroglou, che stacca bene di testa ma trova solamente il palo alla destra di Oblak. E' l'ultimo brivido per i Colchoneros, che trovano anche il tris con il capitano Gabi, bravo ad incrociare un perfetto rasoterra all'interno dell'area. Un minuto dopo c'è spazio anche per la passerella di Fernando Torres, che prende il posto di Griezmann e saluta il proprio pubblico con un trofeo.
E' una notte piena di vita quella dell'Atletico Madrid, che conquista l'Europa League in mezzo a un intreccio di storie memorabili. L'uomo del match è Antoine Griezmann, che a due passi da casa indirizza la finale con una doppietta da campione prima del probabile congedo: dopo 4 anni da Colchonero c'è il Barcellona ad attenderlo per una nuova sfida. C'è l'addio di Fernando Torres, che lascia per sempre il club dove è cresciuto con un trionfo europeo celebrato con la passerella concessagli da Simeone. E c'è soprattutto una squadra indistruttibile, l'Atletico Madrid, che dopo le due finali di Champions perse nel 2014 e nel 2016 regala un grande trionfo al proprio popolo: gli spagnoli, alla quinta finale europea negli ultimi 9 anni, riportano a Madrid l'Europa League dopo i successi nel 2010 e 2012.

2 commenti:

Theseus ha detto...

Ennesimo trionfo di una squadra formidabile a cui manca solo la Champions League per chiudere il cerchio.

Matrix ha detto...

In 8 anni Simeone ha vinto con l’Atletico: 1 Liga spagnola, 2 Europa League, 1 Supercoppa Europea, 1 Coppa di Spagna, 1 Supercoppa di Spagna. Inoltre ha giocato due finali di Champions League (e con un po’ di fortuna avrebbe anche potuto vincerle).
E scusate se è poco…

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

AVVISO

Questo è un BLOG NERAZZURRO pertanto rivolto soprattutto ai tifosi dell’Inter. Mi piacerebbe però che diventasse UN BLOG PER TUTTI. Dove gli interisti si sentano a casa ma dove tutti gli altri non si sentano estranei. Un blog rivolto a tutti gli appassionati di calcio non solo a quelli con cui condivido l’amore per i colori nerazzurri. Pertanto tutti i tifosi sono ben accetti a patto che mantengano un comportamento sportivo e civile. Potete scherzare, prendere in giro, fare sfottò purché non si superino i limiti dell’educazione e del rispetto. Questo vale per tutti, interisti e non. Grazie!!!