GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 19 novembre 2017

BUM BUM ICARDI, L'INTER RISPONDE PRESENTE

Serie A 2017-2018 – 13^ Giornata
INTER - ATALANTA 2 - 0
51’ ICARDI – 60’ ICARDI

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Santon; Gagliardini, Vecino; Candreva (27' st Brozovic), Borja Valero (38' st Joao Mario), Perisic; Icardi (45' st Eder).
A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Nagatomo, Dalbert, Cancelo, Karamoh, Pinamonti.
All.: Spalletti.
ATALANTA (3-4-2-1): Berisha; Toloi (32' st Haas), Palomino, Masiello; Hateboer, Cristante, De Roon, Castagne; Ilicic (10' st Petagna), Kurtic; Gomez (22' st Orsolini).
A disp.: Gollini, Bastoni, Melegoni, Schmidt, Gosens, Cornelius, Vido, Mancini, Rossi.
All.: Gasperini.
Arbitro: Fabbri

Napoli e Roma chiamano, l’Inter risponde. Un doppietta di Icardi nel primo quarto d’ora della ripresa regala tre punti preziosi all’Inter che mantiene il passo del Napoli (distante appena due punti) e supera la Juventus, oggi pomeriggio sconfitta dalla Sampdoria, in attesa che Roma e Lazio recuperino le partite in meno.
Un solo cambio di Spalletti che sull’out sinistro della difesa preferisce Santon a Nagatomo (a sorpresa, visto che Santon negli ultimi 12-13 mesi ha giocato titolare solo una volta: nell’ultima giornata dello scorso campionato). Tutto confermato per quanto riguarda gli altri 10/11 della formazione titolare.
Primo tempo di grande intensità con le due squadre che non si risparmiano, spesso anche con interventi abbastanza rudi (l’arbitro Fabbri adotta un metro molto “inglese” lasciando correre molto). Ma le occasioni latitano. Due quelle che capitano sui piedi di Icardi che nella prima occasione si fa parare il tiro da Berisha, mentre nella seconda di testa spedisce fuori.
Dall’altro lato un solo brivido con Hateboer che sfugge a Santon e impensierisce Handanovic con un tiro che il portiere sloveno para senza troppi problemi. Il primo tempo è tutto qui, se si esclude una cintura di Toloi su Icardi in piena area di rigore che poteva essere punita con un rigore.
Nella ripresa irrompe il ciclone Icardi e per l’Atalanta è notte fonda senza appello. Al 51esimo sulla punizione di Candreva l'argentino si libera della marcatura di Cristante e batte tutto libero il portiere avversario. Passano nove minuti e sempre Icardi chiude il match su cross di D’Ambrosio con un bel gol, straordinario per movimento, ferocia e freddezza. Una doppietta davvero strepitosa per il capitano nerazzurro che finché resta in campo spinge i suoi compagni a cercare il tris. La reazione dell’Atalanta è tutta sui piedi di Petagna, ma la difesa è attenta a non farsi infilare.
Finisce 2-0. L’Inter dà una grande prova di maturità e soprattutto i nerazzurri riprendono il loro cammino dopo il mezzo passo falso di due settimane fa contro il Torino.
Prestazione eccezionale di Capitan Icardi che ha una media impressionante di un gol a partita (solo Immobile ha segnato di più, 15 gol per il laziale, 13 per Maurito), ma positiva la prestazione di quasi tutta la squadra a partire da Skriniar e Miranda davvero impeccabili, Handanovic decisivo al momento giusto, D’Ambrosio che ha dato il suo contributo su entrambi i gol, buona la prestazione di Santon, un po’ sottotono forse Gagliardini e Borja Valero, ma quando il meccanismo funziona così bene, si riesce ad ovviare anche a qualche prestazione meno brillante.
L’Inter va e si candida sempre più ad un posto nella prossima Champions League. Onestamente mi sembra prematuro parlare di scudetto (Napoli, Juventus e Roma sono sicuramente superiori a noi), ma daremo filo da torcere a tutti e la prospettiva di vivere una stagione da protagonisti prende sempre più forma. E scusate se è poco. FORZA INTER !!!


1 commento:

Nicola ha detto...

Buona la prestazione di Santon? Non direi proprio. Arriva sì e no alla sufficienza...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails