GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 18 ottobre 2017

ROMA, IMPRESA SFIORATA !!! JUVENTUS, DISFATTA SFIORATA!!!

Champions League 2017-2018 - Girone C Terza Giornata
CHELSEA-ROMA 3-3
11' David Luiz - 37' Hazard - 40' Kolarov – 64’ Dzeko – 70’ Dzeko – 75’ Hazard

CHELSEA: Courtois, Azpilicueta, Christensen, Cahill; Zappacosta (32' st Rudiger), Bakayoko, David Luiz (12' st Pedro), Fabregas, Alonso; Hazard (35' st Willian), Morata.
A disp. Caballero, Scott, Kenedy, Batshuayi.
All. Conte.
ROMA: Alisson; Bruno Peres, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Nainggolan, Gonalons, Strootman (38' st Florenzi); Gerson (28' st Pellegrini), Dzeko, Perotti (43' st El Shaarawy).
A disp. Skorupski, H. Moreno, De Rossi, Under.
All. Di Francesco.
ARBITRO: Skomina (Slo).

La Roma torna con un tanti rimpianti ma allo stesso tempo la consapevolezza di potersela giocare alla pari con le big d'Europa. In casa del Chelsea i giallorossi sfoderano una grande prestazione e sfiorano l’impresa di tornare da Londra con i tre punti. Alla fine finisce con un pirotecnico 3-3, ma, come il Napoli ieri sera, la Roma può ritenersi soddisfatta per aver tenuto testa ai campioni d’Inghilterra.
I giallorossi fanno la partita, ma vanno sotto 0-2 per i gol di David Luiz (11') e Hazard (37'), favoriti da errori individuali. Kolarov al 40esimo dà il la alla rimonta e due splendidi gol di Dzeko (64' e 70') firmano il sorpasso. Hazard al 75esimo tutto solo di testa firma il 3-3 che lascia l'amaro in bocca.

Di Francesco ha stravinto la sfida a distanza con Antonio Conte, dando una lezione di calcio al Chelsea e solo le amnesie difensive gli hanno impedito di tornare nella capitale con tre punti meritati e che avrebbero ipotecato gli ottavi di finale. Sarà stato il pareggio dell'Atletico contro il Qarabag, oppure l'esempio del Napoli (a parte la prima mezzora, ovviamente) martedì sera a Manchester: non si sa, ma quel che è certo è che Nainggolan e compagni sono scesi in campo con il piglio giusto.

Per Di Francesco il punto è d'oro, anche se gli errori e gli svarioni sono stati pagati a caro prezzo. Ma alla fine a esultare deve essere tutto il calcio italiano: la prova per un'ora del Napoli ieri e i 90' della Roma stasera dicono che il vento sta cambiando e non c'è solo la solita Juve a tenere alto l'onore del pallone nostrano.


Champions League 2017-2018 - Girone D Terza Giornata
JUVENTUS-SPORTING LISBONA 2-1
12’ Alex Sandro (aut.) - 29’ Pjanic – 84’ Mandzukic

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Sturaro (dal 38’ st Douglas Costa), Benatia (dal 1’st Barzagli), Chiellini, Alex Sandro; Khedira (dal 17’ st Matuidi), Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. (Szczesny, Bentancur, Asamoah, Bernardeschi)
SPORTING (4-2-3-1): Rui Patricio; Piccini, Coates, Mathieu, Fabio Coentrao (dal 32’ st Silva); William Carvalho, Battaglia (dal 42’ st Doumbia); Gelson Martins (dal 31’ st Palhinha), Bruno Fernandes, Acuna; Dost. (Salin, Pinti, Bruno Cesar, Podence). All. Jorge Jesus
ARBITRO: Oliver (Ing)

Alla fine i tre punti arrivano pure, ma questa Juventus soffre più del dovuto e rischia un'altra debacle dopo la sconfitta di sabato scorso contro la Lazio. I bianconeri infatti vanno sotto dopo appena 12 minuti a causa dell’autorete di Alex Sandro, Pjanic su punizione raddrizza parzialmente la partita alla mezzora. Ci vuole un colpo di testa di Mandzukic su cross di Douglas Costa appena entrato a sei minuti dalla fine per portare a casa una vittoria preziosa. Preziosa perché regala tre punti fondamentali agli uomini di Allegri e perché mette una pezza ai tanti troppi errori della formazione torinese.
Inizio da incubo della Juventus. I primi 20 minuti sono i peggiori della stagione. E quando dopo 12 minuti Alex Sandro devia nella propria porta una respinta di Buffon, i fantasmi iniziano a risvegliarsi. Per fortuna ci pensa Pjanic a riportare in parità il match con una punizione perfetta delle sue. Il gol dà fiducia ai bianconeri che però fanno fatica a rendersi pericolosi. E anche nella ripresa si vede molta Juve, ma pochi rischi per Rui Patricio, che però deve arrendersi a Mandzukic al minuto 84.
La Juventus fa festa. Per stavolta è andata bene. Ma se continua a giocare così, di strada ne farà ben poca in Europa.

2 commenti:

Anonimo Romanista ha detto...

Abbiamo sfiorato l'impresa. Sai che goduria battere in casa quel buffone di Conte. Peccato, ma va benissimo così.

Theseus ha detto...

Buona Roma (errori difensivi a parte), discreta Juventus. Tra le tre italiane, i bianconeri sono quelli che hanno giocato peggio, ma gli unici ad aver portato a casa la vittoria. Paradossi del calcio.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails