GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 14 maggio 2017

NON C'E' PIU' NULLA DA DIRE...

Serie A 2016-2017 – 36^ Giornata
INTER-SASSUOLO 1-2
36’ Iemmello – 50’ Iemmello – 70’ EDER

INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Andreolli (dal 33' s.t. Gabigol), Murillo, Nagatomo (dal 1' s.t. Ansaldi); Brozovic, Gagliardini, Joao Mario (dal 1' s.t. Eder); Candreva, Icardi, Perisic. (Carrizo, Radu, Sainsbury, Santon, Vanheusden, Gravillon, Biabiany, Banega, Palacio). All. Vecchi.
SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Letschert, Acerbi, Peluso; Sensi, Missiroli (dal 35' s.t. Aquilani), Biondini; Berardi, Iemmello (dal 21' s.t. Defrel), Politano (dal 32' s.t. Cannavaro). (Pomini, Costa, Gazzola, Dell'Orco, Adjapong, Antei, Magnanelli, Matri). All. Di Francesco.
ARBITRO: Massa di Imperia.

Se non altro stavolta abbiamo visto un minimo di reazione e di orgoglio. Purtroppo però il risultato finale non è cambiato. Quarta sconfitta consecutiva, sesta sconfitta nelle ultime otto gare. Due precedenti di una serie così negativa: uno vecchio 35 anni, uno quasi 70. La prima serie è nel 1947-48, la seconda del 1981-82.
La Curva Nord aveva promesso contestazione e mantiene le promesse. Fischi per tutti i titolari nerazzurri alla lettura della formazione. Poi via allo striscione: "Stagione 2016-17, stendiamo un velo pietoso" con un enorme telo bianco a coprire la Curva. Poi, altri cori: "A lavorare, andate a lavorare", "Bastardi, non siete degni", "Venduti" e infine uno anche per Stefano Pioli. "Vogliamo Stefano Pioli" accompagnato da uno striscione di sostegno: "Unico attore interista in mezzo a una squadra di indegni e a una società di comparse".

Poi, partono una raffica di altri messaggi: "Genoa-Inter ve la siete giocata a morra cinese o avevate bisogno di arrotondare a fine mese?", "Società, buttare per buttare milioni... fate giocare la Primavera, non questi buffoni", "Zhang, qualcuno ci ha già dimostrato che spendendo milioni e milioni si possono fare pesanti figure di m... Ecco, noi vogliamo vincere, non fare figure di m...". Allo scoccare del 20', il finale della contestazione con la Nord che si svuota e resta solo uno striscione: "Visto che il nostro sostegno ve lo potete meritare, oggi vi salutiamo e ce ne andiamo a mangiare".

In campo si vede un’Inter che se non altro ci mette un po’ più di grinta rispetto alle ultime gare. Ma poi sale in cattedra Iemmello che firma una doppietta sbloccando la sfida al 36esimo e raddoppiando al 50esimo. Il gol che accende la speranza al 70esimo è di Eder, ma non basta nemmeno l'ingresso nel finale di Gabigol. Finisce 2-1 per il Sassuolo. Diciamo addio definitivo all’Europa, ma onestamente chi ci credeva più? Direi che abbiamo mollato l’obiettivo già da un po’.
Dopo la scossa in settimana con l’esonero di Pioli, sarebbe stato interessante vedere anche qualche scossone nella formazione iniziale. Per dire, Sainsbury centrale difensivo, oppure Yao (o magari Santon) al posto di Nagatomo, un Gabigol dal primo minuto (magari al posto del crossatore-alla-membro-di-segugio Candreva), un azzardo Joao Mario-Banega entrambi in campo. Niente di tutto questo. Segno che Vecchi non doveva dare la scossa, ma solo fare il compitino e basta.
Purtroppo siamo ormai in caduta libera e il fatto che manchino solo due partite alla fine del campionato è quasi consolatorio. Mi sembra evidente che questo supplizio finirà solo a fine campionato. Nella speranza che l’anno prossimo vada meglio. Magari con l’arrivo di quel Conte che mi fa venire l’orticaria solo a pensarlo sulla panchina nerazzurra, ma che mi pare l’unico (insieme ad un irraggiungibile Mourinho) che possa dare la scossa necessaria a questa squadra.
Per il resto c’è ben poco da dire. Ormai, abbiamo finito anche le parole. Che amarezza...
FORZA INTER !!!

3 commenti:

Nicola ha detto...

L'Inter degli ultimi due mesi è semplicemente INCOMMENTABILE!!! Un calo clamoroso (e non casuale se considerate che è iniziato quasi in contemporanea con le voci di un interessamento nerazzurro per Conte e Simeone) che avrebbe meritato ben altra gestione da parte della società.

Brother ha detto...

“Ben altra gestione da parte della società”. Quale società? Noi non abbiamo una società, noi abbiamo solo dei padroni cinesi convinti di poter comprare il mondo con i miliardi e dei dirigenti che non hanno la più pallida idea di come si gestisce una società.

Nicola ha detto...

Vabbè, quella che tutti chiamano società. E comunque una società di merda è pur sempre una società.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails