GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 31 gennaio 2017

INTER, CHE BEFFA: CIAO CIAO COPPA ITALIA

COPPA ITALIA 2016-2017 – Quarti di Finale
INTER - LAZIO 1 - 2
20' Felipe Anderson – 55’ Biglia (rig.) – 84’ BROZOVIC

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Murillo, Miranda, Ansaldi (13' st Medel); Brozovic, Kondogbia; Candreva, Banega (1' st Joao Mario), Perisic; Palacio (1' st Icardi).
A disp.: Carrizo, Andreolli, Nagatomo, Gagliardini, Biabiany, Santon, Eder, Barbosa, Pinamonti.
All.: Pioli
Lazio (4-3-3): Marchetti; Patric, De Vrij, Hoedt, Radu; Parolo, Biglia, Murgia (33' st Wallace); Felipe Anderson (29' st Milinkovic-Savic), Immobile, Lulic (29' st Lukaku).
A disp.: Strakosha, Vargic, Basta, Bastos, Folorunsho, Kishna, Luis Alberto, Djordjevic, Rossi.
All.: S. Inzaghi.
Arbitro: Guida

Immeritatamente fuori dalla Coppa Italia. L’Inter viene eliminata ai quarti della coppa nazionale da una Lazio che la mette in difficoltà nel primo tempo (e passa in vantaggio con Felipe Anderson) ma che nella ripresa è semplicemente in balia dei nerazzurri che stringono d’assedio il fortino biancoceleste (nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione dubbia di Miranda il cui presunto fallo ad inizio ripresa aveva provocato il rigore da cui era scaturito il rigore del 2-0 di Biglia), ma che non riescono a raddrizzare il risultato grazie anche all’arbitraggio non impeccabile di Guida.
Pioli decide di attuare il turnover e di dare respiro ad alcuni titolari. Fuori dunque Gagliardini, Icardi e Joao Mario, dentro Kondogbia, Banega e Palacio. In difesa rientrano Murillo ed Ansaldi.

Le prime occasioni sono tutte per l’Inter. Con Perisic, con Banega e soprattutto con Kondobia che al minuto 16 lascia partire un bolide di destro che scheggia il palo alla sinistra di Marchetti. Ma alla prima occasione è la Lazio ad andare in vantaggio: traversone di Lulic, Felipe Anderson brucia Ansaldi e batte di testa Handanovic.

La reazione dell’Inter non arriva e sono anzi gli ospiti ad avere la palla buona per il raddoppio ma Immobile a tu per tu con Handanovic, non inquadra la porta con un destro tutt’altro che preciso. Azione fotocopia meno di un minuto dopo e stavolta è Felipe Anderson a divorarsi il raddoppio, facendosi ipnotizzare da Handanovic.
L’Inter finalmente si sveglia e Marchetti è bravo a disinnescare al 35esimo la conclusione di Brozovic. Ad un minuto dall’intervallo fallo di Hoedt su Palacio. Per il direttore di gara è fuori area, probabilmente invece l’intervento avviene oltre la linea e quindi sarebbe rigore.
La ripresa si apre con l’ingresso in campo di Icardi e Joao Mario al posto di Palacio e Banega: Pioli dimostra una volta di più di voler davvero arrivare in fondo alla competizione. Al 55esimo però, la partita subisce uno scossone: Immobile si invola verso il portiere sloveno, Miranda prova ad ostacolarlo, forse lo tocca da dietro, ma l’arbitro Guida non ha dubbi: rigore ed espulsione. Dal dischetto va Biglia e la Lazio fa 2-0.
Sotto di due gol e con l’uomo in meno, l’Inter non molla. Anzi si rende più volte pericolosa e chiude ad una porta la squadra di Simone Inzaghi che ad un quarto d’ora dalla fine rimane in 10 per l’espulsione di Radu (doppia ammonizione). L’Inter spinge sull’acceleratore, trova il gol di Brozovic che riapre la partita ma purtroppo non riesce a pareggiare i conti e deve abbandonare immeritatamente la competizione.
Si ferma a nove la serie di vittorie consecutive dei nerazzurri. Un’Inter che ancora una volta dimostra di avere grinta e cuore, non mollando fino al 94esimo e cercando in tutti i modi di risollevare le sorti della gara. Purtroppo la squadra di Pioli paga i troppi errori difensivi, soprattutto nella prima frazione. Dispiace dirlo, ma con questa difesa domenica sera ne prendiamo 4-5 dalla capolista. Viceversa se giochiamo come nel secondo tempo potremmo anche tornare da Torino con un punticino in saccoccia.
Anche se onestamente avrei preferito superare il turno stasera e perdere a Torino. Il campionato è ormai compromesso, mentre provare a portare a casa la Coppa Italia poteva sicuramente farci comodo. Pazienza. FORZA INTER !!!


2 commenti:

Malati di Calcio Blog ha detto...

è una sconfitta che fa da lezione: mai sottovalutare l’avversario e mai entrare in campo con presunzione. Almeno per il terzo posto si fa un pelo più facile...

Nerazzurro ha detto...

Abbiamo fatto un'ottima prestazione e questo mi consola molto e mi fa ben sperare per il prosieguo della stagione. Gli errori difensivi e quelli arbitrali hanno fatto la differenza. Peccato, la Coppa Italia poteva essere un buon inizio per tornare a vincere.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails