GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 5 dicembre 2015

CI PENSA LJAJIC. L’INTER SI RIPRENDE LA VETTA (nonostante l’arbitro…)

Serie A 2015-2016 – 15^ Giornata
INTER - GENOA 1 - 0
59’ LJAJIC

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Miranda, Murillo, Telles; Melo (dal 1' s.t. Brozovic), Medel; Biabiany, Palacio (dal 45' s.t. Guarin), Ljajic; Jovetic (dal 29' s.t. Perisic).
A Disposizione: Carrizo, Berni, Dodò, Ranocchia, Montoya, Juan Jesus, Gnoukouri, Icardi, Manaj.
All. Mancini.
GENOA (3-4-3): Perin; Izzo (dal 34' s.t. Cissokho), Burdisso, Ansaldi; Diogo Figueiras (dal 29' s.t. Pandev), Rincon, Tino Costa, Laxalt; Lazovic (dal 15' s.t. Capel), Gakpé, Perotti.
A Disposizione: Lamanna, Ujkani, De Maio, Ricozzi, Ghiglione, Ntcham.
All. Gasperini.
ARBITRO: Giacomelli di Trieste.

Un altro 1-0, questa volta firmato da Ljajic, permette all’Inter di riportarsi in vetta alla classifica dopo una gara giocata in modo spettacolare e nonostante un arbitraggio da censura (i miei timori della vigilia erano più che fondati…).
Mancini si presenta con un 4-2-3-1 con D’Ambrosio, Miranda, Murillo e Telles in difesa, Melo e Medel a fare da diga a centrocampo e Biabiany, Jovetic e Ljajic dietro l’unica punta che è Palacio.
I nerazzurri partono fortissimi e dopo pochissimi minuti hanno una ghiotta occasione con Palacio che si infila sulla destra e scarica sull’accorrente Felipe Melo che però in caduta spara alto sopra la traversa.

L’Inter è padrona assoluta del campo, il Genoa si rintana nella sua metà campo e non caccia mai il muso fuori. I rossoblu concedono poco, con Burdisso bravissimo nelle letture delle giocate offensive nerazzurre. A ravvivare il match ci pensa Giacomelli che, come nei miei timori della vigilia, arbitra a senso unico. Prima grazia Ansaldi che abbatte Jovetic lanciato a rete (era fallo da ultimo uomo, quindi espulsione sacrosanta), poi fa finta di non vedere un palese fallo di reazione di Tino Costa (anche qui espulsione sacrosanta).

L’Inter si sveglia nel finale di tempo. Prima Telles disegna una parabola perfetta per Ljajic ma il tiro del serbo trova Perin molto attento, poi è lo stesso Ljajic dopo un azione personale ad andare al tiro senza inquadrare lo specchio della porta.
Ad inizio ripresa subito una sostituzione per l’Inter. Fuori Melo, stordito da un colpo fortuito con Medel ad inizio partita, e dentro Brozovic.
L’Inter continua a macinare gioco ma il Genoa è più coraggioso rispetto alla prima frazione e si affaccia un paio di volte dalle parti di Handanovic. Ma al 59esimo l’Inter passa in vantaggio. Punizione dalla sinistra di Ljajic, nessuno tocca il pallone e la traiettoria beffa Perin: 1-0. Vantaggio nerazzurro meritato. L’Inter sfrutta il momento per cercare il raddoppio. E lo trova pure. Ma, ovviamente, Giacomelli, su segnalazione del guardalinee annulla il gol di Palacio per fuorigioco di Ljajic (che ovviamente non c’è, ma che ve lo dico a fare…). Il Genoa si spinge alla ricerca del pari ma senza particolari fortune. Nel finale Giacomelli si rende conto che manca la ciliegina sulla torta alla sua direzione di gara e dunque alla prima occasione sventola il giallo a D’Ambrosio già ammonito e lo spedisce anzitempo sotto la doccia.
Non succede più nulla di rilevante. Per l’ottava volta finisce 1-0 per l’Inter che porta a casa la decima vittoria e il momentaneo primato in classifica. Anche se stavolta non è un 1-0 striminzito ma il frutto di una gara davvero convincente dei nerazzurri. Per come ha dominato il campo e creato occasioni la partita sarebbe potuta finire anche 3-0. Ma un po’ la bravura dei difensori genoani, un po’ l’eccessivo egoismo dei nostri attaccanti che si intestardivano nelle azioni personali, hanno impedito che il risultato fosse più ampio.
Ancora una volta migliore in campo Ljajic. L’ex romanista è sempre più in crescita e aspettando Icardi e Jovetic è diventato lui il leader di questa squadra.
Su Giacomelli stendiamo un velo pietoso. È il degno rappresentante di una classe arbitrale che vuole fare di tutto per affossarci e per impedirci di competere a grandi livelli. Quattro espulsioni in 15 giornate e siamo la formazione che ha commesso meno falli. Questo dato basta e avanza per capire l’andazzo. Erick, che ne dici di farci sentire? FORZA INTER !!!

1 commento:

Nerazzurro ha detto...

Giacomelli è stato vergognoso. Un arbitraggio palesemente anti-Inter. Disgustoso. Spero che Thohir (o chi per lui) si faccia sentire.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails