GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 6 luglio 2015

"L'INTER DEVE RETROCEDERE". (ovvero, quando l'insolazione fa brutti effetti...)

E’ evidente che il gran caldo che in questi giorni sta stazionando sull’Italia inizia a mietere le prime vittime. E proprio ieri Paolo Panerai, consigliere del CdA della Fiorentina, in preda agli effetti di un’insolazione ha iniziato a farneticare a colpi di tweet, dando addosso all’Inter, colpevole, secondo lui di essersi intromessa della vicenda tra Salah e la Fiorentina.
"Toni, Mutu, Galliani sanno che la Fiore fa sempre onorare le firme. Lo sa Montella. lo saprà Salah. Lo sa ora l'Inter che provò già con Toni"
 
"Caro Giovanni (Malagò), Salah è la goccia per commissariare. Non si può più tollerare che le firme e i regolamenti (art.18) valgano meno di 0"
 
"Se le società del calcio dovessero rispettare la trasparenza, l'Inter sarebbe già retrocessa. Che soldi sono, di chi, a partire dalle Cayman?“
 
“Platini sa che l'Inter è fuori dalla legge del fair play. Per Salah e gli altri acquisti milionari. È l'occasione per una iniziativa esemplare".

 
Ovviamente l’Inter non è stata certo a guardare e ha risposto per le rime al delirio del signor Panerai con un comunicato ufficiale.
“F.C. Internazionale comunica di aver letto esterrefatta le dichiarazioni del vice presidente della Fiorentina riportate sul proprio profilo Twitter personale. Nessuno si deve permettere di parlare a sproposito della nostra società mettendone in discussione solidità e trasparenza. Nessuno si deve permettere di offendere il club, e di conseguenza i propri tifosi, con dichiarazioni che sono totalmente prive di ogni fondamento. F.C. Internazionale è allibita dalla richiesta di un'iniziativa esemplare di carattere sportivo proprio nei confronti del club, che ha appena sottoscritto in pieno accordo con l'Uefa, insieme a molte altre società, un accordo di pubblico dominio legato al rispetto delle regole del Financial Fair Play. Poiché la Fiorentina sta chiaramente cercando di coinvolgere l'Inter in una vicenda che non la riguarda, per coprire un problema fra lei e il giocatore Salah, F.C. Internazionale agirà in ogni sede a tutela della propria immagine e onorabilità.”
 
Ma non contento il signor Panerai ha continuato sulla sua strada (evidentemente l’insolazione era ben più grave di quello che si pensasse).
"Nessuno si permetta, nessuno si permetta. Dal mio personale io mi permetto e richiedo: trasparenza come il Corsera e come Gazza. Dalle Cayman".
 
"L'Inter dice su Salah che il tema non la riguarda. Bene. Sarò ben lieto di dargliene atto alla fine della storia. Intanto Fiore l'ha diffidata".
 
E in tutto questo la Fiorentina? Puntuale nella serata di ieri è arrivata la nota del club viola che lascia chiaramente intendere di non avere nulla a che fare (e magari di nemmeno condividere) le dichiarazioni del proprio Consigliere.
'In merito alle affermazioni del Consigliere di Amministrazione Dott. Panerai, ACF Fiorentina precisa che si tratta di considerazioni a carattere personale non concordate con la Società".
 
Ben poco c’è da aggiungere. La situazione del’Inter è chiara a tutti (anzi, direi quasi a tutti, visto che Panerai ha dimostrato di avere idee confuse). Il club nerazzurro non ha nulla a che vedere con la diatriba Salah-Fiorentina (sarà un caso che negli ultimi anni più di un giocatore ha avuto dei problemi con la società viola?).Riguardo l’inchiesta del Corriere della Sera su scatole cinesi e legami con le Isole Cayman, Thohir aveva spiegato di operare secondo sistemi internazionali di finanza (molti club di Premier League funzionano esattamente allo stesso modo). Non c’è nulla di illegale e Panerai, che mi risulta sia un giornalista economico, dovrebbe saperlo.
Quanto all’invito a Platini a stangare l’Inter perché fuori dalle regole del fair play finanziario, a Nyon sono già da tempo al lavoro sui bilanci nerazzurri e l’accordo per un piano di rientro è stato firmato questa primavera. L’Inter ha piena libertà di operare sul mercato a patto che rientri nei paletti che le sono stati posti, ma il conto sarà fatto a fine gennaio.
Insomma, come si suol dire, il signor Panerai l’ha fatta fuori dal vaso. E spero tanto che l’Inter rimarchi fortemente l’ultima frase del proprio comunicato. Quel “agirà in ogni sede a tutela della propria immagine e onorabilità” deve tramutarsi in fatti. Capito, Erick?

Inserisci il tuo indirizzo mail 
per rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti:


Servizio offerto da FeedBurner

2 commenti:

Winnie ha detto...

Trovo banale e sciocco questo continuo attaccare l'Inter. Tra l'altro con argomentazioni deboli, facilmente contestabili.
Sì, direi che troppo sole fa male a qualcuno...

Matrix ha detto...

Cosa non si fa per cinque minuti di popolarità...
Infatti ha detto una stronzata così grande che non l'ha cagato nessuno.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails