GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 28 maggio 2015

STORICO SIVIGLIA: L'EUROPA LEAGUE E' ANCORA SUA

 EUROPA LEAGUE 2014-2015 - FINALE 
 DNIPRO-SIVIGLIA 2-3 
 7' Kalinic - 28' Krychowiak - 31' Bacca - 44' Rotan - 72' Bacca 

DNIPRO (4-2-3-1): Boyko; Fedetskiy, Douglas, Chebaryachko, Leo Matos; Kankava (40' st Shakhov), Fedorchuk (23' st Bezus); Matheus, Rotan, Konoplyanka; Kalinic (33' st Seleznyov).
A disp.; Lastuvka, Vlad, Bruno Gama, Luchkevich.
All. Markevych .
SIVIGLIA (4-2-3-1): Sergio Rico; Aleix Vidal, Daniel Carriço, Kolodziejczak, Tremoulinas; Mbia, Krychowiak; Reyes (14' st Coke), Banega (44' st Iborra), Vitolo; Bacca (37' st Gameiro).
A disp.; Beto, Figueiras, Suarez, Fernando Navarro.
All. Unai Emery
ARBITRO: Atkinson (Inghilterra)

Come un anno fa. L’Europa League parla ancora spagnolo grazie al Siviglia che supera 3-2 il Dnipro al termine di una gara spettacolare e riscrive la storia della competizione diventando la formazione con più trionfi nella competizione.
Il primo tempo è vivace e divertente. Bastano pochi minuti di gioco al Dnipro per sbloccare il risultato. Matheus lavora un buon pallone sulla destra e lascia partire un traversone sul quale si fionda puntuale Kalicin che con un colpo di testa non lascia scampo a Sergio Rico. Il Siviglia non si lascia abbattere e piano piano prende possesso del rettangolo di gioco. La rete del pareggio firmata da Krychowiak è il giusto premio alla tenacia spagnola.

La parità ritrovata fa volare sulle ali dell'entusiasmo la formazione di Emery, a cui bastano pochi minuti per raddoppiare. Reyes trova un corridoio smarcante per Bacca, che si lascia alle spalle la difesa ucraina e una volta messo seduto Boyko non ha problemi a gonfiare la rete. Sembra l'inizio di un'altra partita ma il Dnipro è duro a morire e con il calcio di punizione magistrale di Rotan riporta le squadre sul pareggio.

Al contrario del primo tempo, nei secondi 45' Dnipro e Siviglia curano particolarmente la fase difensiva e così le occasioni da rete tardano ad arrivare. La chance più importante capita a Mbia ma il suo colpo di testa sugli sviluppi di un corner non trova lo specchio della porta.
La sensazione è che la gara possa essere decisa da un episodio particolare. Ed è quello che accade. Da un'azione apparentemente innocua Vitolo riesce a servire in profondità Bacca, totalmente dimenticato dalla difesa ucraina. Il colombiano non spreca l'occasione ed a tu per tu con Boyko trova la personale doppietta. Ed è un goal pesantissimo. Il gol che regala la quarta vittoria in Europa League al Siviglia. Nel finale paura per Matheus che rimane accasciato a terra dopo uno scontro aereo. Il giocatore del Dnipro esce in barella tra gli applausi.
Come già detto, il Siviglia diventa la formazione più titolata nella competizione (stacca Inter, Juventus e Liverpool rimasti a 3 successi), quarta finale vinta su quattro negli ultimi 9 anni. A livello di nazione la Spagna eguaglia l’Italia a 9 affermazioni. Pensare che quando il Parma portò l’ultima Coppa Uefa/Europa League per l’Italia, gli spagnoli erano appena a 2 trionfi. Con sette trionfi in 12 anni ci hanno messo un attimo a raggiungerci.
E’ il successo di Bacca, uno che preferiva fare i biglietti sul bus che allenarsi (almeno lo pagavano), è il trionfo di Banega, talento cristallino di cui si diceva un gran bene qualche anno fa, prima che si perdesse per strada, è il trionfo di Unai Emery, che piace tanto al Milan e non è certo difficile capire perché. Ma soprattutto è il trionfo di una formazione che è arrivata fin qui imbattuta e a suon di prestazioni convincenti. La conquista di un posto nella prossima Champions League è il giusto premio per una squadra che merita di confrontarsi con le grandi d’Europa.
Menzione finale per il Dnipro. Ha dimostrato di non essere capitato qui per caso e se l’ha giocata alla pari contro un avversario tecnicamente più forte. Con buona pace per il Napoli che da stasera avrà meno rimpianti per l’eliminazione in semifinale.


Inserisci il tuo indirizzo mail
 per rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti:


Servizio offerto da FeedBurner

2 commenti:

Mattia ha detto...

Questo Siviglia è una discreta squadra. Costruita nel segno della continuità e con ottimi giocatori. Juande Ramos prima e Emery ora stanno facendo un ottimo lavoro.

Stefano ha detto...

Troppo forte questo Siviglia. Sono curioso di vederlo in Supercoppa Europea contro Barcellona o Juventus. Secondo me darà del filo da torcere...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails