GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 28 agosto 2014

INTER, E' GOLEADA NEL SEGNO DI TRIPLO KOVACIC

EUROPA LEAGUE 2014-15 – Ritorno del Terzo Turno Preliminare
INTER - STJARNAN 6 - 0
28’ KOVACIC - 33' KOVACIC – 46’ OSVALDO - 51' KOVACIC - 69' ICARDI - 79' ICARDI

INTER (3-5-1-1): Carrizo; Andreolli, Ranocchia, Juan Jesus; D'Ambrosio, Hernanes (67' Jonathan), M'Vila, Obi (58' Kuzmanovic), Nagatomo; Kovacic (52' Icardi); Osvaldo.
A disp: Handanovic, Guarin, Vidic, Bonazzoli.
All: Mazzarri
STJARNAN (4-2-3-1): Jonsson; Vemmelund, Rauschenberg, Laxdal, Arnason; A. Johansson (63' Runarsson), Punyed; Bjorgvinsson, Toft, Finsen (63' Aegisson), Gunnarson (58' Johansson G.).
A disp: Johanneson, Barddal, Palsson, Blondal.
All: Sigmundsson
Arbitro: Lechner (Austria). Ass: Standinger e Kolbitsch; IV: Hameter

Nel segno di Kovacic. Il croato, mai a segno finora con la maglia dell’Inter, ne mette dentro tre in un solo colpo ed è il principale protagonista della larga vittoria (6-0) contro gli islandesi dello Stjarnan.
Mazzarri applica un po’ di turnover, Carrizo in porta, Andreolli, fa rifiatare Vidic, M’vila e Obi in mezzo al campo insieme ad Hernanes e Kovacic dietro l’unica punta Osvaldo.
Proprio l’argentino colpisce la traversa dopo 12 minuti e dopo un minuto si fa anticipare da un difensore avversario, bravo a recuperare in scivolata.

Ma poco prima della mezzora diventa la serata di Kovacic che sfrutta al meglio un rimpallo in area avversaria e infila il suo primo gol nerazzurro dopo 54 gare. Il croato si ripete dopo cinque minuti con un gol da vero fuoriclasse. Innescato da un colpo di tacco di Osvaldo, si beve di avversari e supera il portiere in uscita con uno splendido pallonetto.

L’Inter va al riposo in vantaggio di due reti ma ad inizio secondo tempo infila un altro uno-due. Prima è Osvaldo a timbrare il cartellino su cross di Nagatomo mettendo in rete il gol del 3-0 dopo aver colpito due traverse tra andata e ritorno. Poi è il turno di Kovacic che con un tiro a fil di palo infila la sua terza rete della sera (che poi è anche la sua terza rete nerazzurra in assoluto). A questo punto Mazzarri gli regala la meritata standing ovation. Il croato esce tra gli applausi lasciando il posto ad Icardi. L’attaccante argentino dopo pochi minuti dal suo ingresso mette a segno il quinto gol con un bel tiro rasoterra a giro col pallone che si insacca a fil di palo. Il bomber nerazzurro si regala anche la seconda gioia personale sfruttando un ottimo assist del neo-entrato Jonathan, rete che di fatto è il timbro al 6-0 finale con cui l’Inter porta a casa la qualificazione alla fase a gironi.
Risultato pesante ed importante che però va preso con le pinze. Gli avversari islandesi già all’andata avevano dimostrato di essere poca roba e stasera ne hanno dato pienamente conferma. Per la squadra nerazzurra è stata poco più che un’amichevole.
Sarebbe un errore entusiasmarsi troppo per questa rotonda vittoria, sebbene qualche buona indicazione si può raccogliere anche dalla prestazione di questa sera. Innanzitutto il grande protagonista di serata, quel Mateo Kovacic troppo spesso messo ai margini da Mazzarri, che aveva hgià ampiamente dimostrato di poter essere un pilastro di questa Inter. “Peccato non veda la porta”, si diceva. E lui per tutta risposta ne infila tre, mettendo in mostra tutto il repertorio del giocatore di classe, di rapina, dopo un’azione personale, con un tiro da fuori area, questa sera ce n’è per tutti i gusti. E guai a dire ora che sto ragazzo non vede la porta. Buona anche la prestazione dei due bomber. Entrambi hanno timbrato il cartellino e Osvaldo il primo tempo ha retto da solo tutto il peso dell’attacco nerazzurro mettendosi al servizio della squadra (favoloso il colpo di tacco che innesca Kovacic nell’azione del secondo gol) e dimostrando di voler mettere in seria difficoltà Mazzarri nella scelta degli attaccanti titolari.
Per tutte le altre valutazioni rimandiamo il discorso a sfide più insidiose. Fra tre giorni sarà già campionato e il Torino (che stasera ha conquistato l’accesso alla fase dei gironi di Europa League battendo l’Rnk Spalato) è sicuramente un avversario più tosto rispetto allo Stjarnan. FORZA INTER !!!

3 commenti:

Tifosi_si_nasce ha detto...

Allora? Dove sono quei sapientoni che dicevano che Kovacic non segnava mai?

Nicola ha detto...

Una buona sgambata di pre-campionato... Per giudizi sull"Inter, su Kovacic (aspettiamo un gol contro una squadra decente prima di incensarlo...) e su tutto il resto aspettiamo partite più difficili.

Vincenzo ha detto...

Finalmente KOvacic direi!

Giocavano contro i morti, ma quante squadre italiani negli ultimi anni hanno preso sonore sberle da squadre improponibili?

Siamo stati bravi a prendere la partita sul serio!

Forza Inter!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails